Gimme 5: SF

Best Of PF Esplosività, velocità, agilità e spettacolo; queste sonio le caratteristiche delle ali piccole o “small-forward” se vogliamo dirlo all’americana. In questi Top 5 abbiamo messo anche tecnica e difesa. Ecco i Top 5.

 

 

 

LeBron-James 1) Lebron James (26 anni, CLE): Il prescelto, colui che  probabilmente, dominerà i prossimi dieci anni nella lega. The Choosen One è  entrato nella lega nel 2003 e fin dalla prima stagione si è capito che razza di giocatore fosse. Arrivato con gli occhi di tutti addosso ha esordito con cifra da rookie paragonabili solo a Michael Jordan e Oscar Robertson, e da li non si è più voltato indietro. Fisico e potenza da corner back di football, agilità da ballerino classico e velocità nello stretto pari a quella di un PG. In avvicinamento a canestro assolutamente infermabile, negli anni si è costruito anche un affidabile tiro da tre.
Buon passatore, grande rimbalzista, difensore, specie in aiuto, di spessore assoluto. Abilissimo nell’andare a canestro subendo il contatto falloso, senza che questo disturbi minimamente la sua possibilità realizzativa.
Finalista con i suoi Cleveland Cavs nella stagione 2006/07, Mvp della lega al termine di quella scorsa. Tanto per capirci al suo esordio nei play off NBA “The King” si è presentato con 32 punti 11 assist e 11 rimbalzi.

 

celtics22 2) Paul Pierce (31 anni, BOS): la decima(!?) si decima scelta del Draft 1999, scelto dai Celtics per rifondare la squadra. E mai scelta si rivelò più giusta, in tre anni i Celtics tornarono ad una finale di Conference, grazie anche alle giocate offensive di purissimo talento del nativo di Los Angeles in coppia con “The Genius” Antoine Walker. Poi dopo anni difficili,con l’arrivo di Ray Allen e Kevin Garnett, Double P è riuscito a togliersi la soddisfazione di vincere il titolo NBA anche da protagonista, contro i L.A Lakers nella finalissima e specie contro i Cavs nella finale di conference.
Attaccante purissimo, grande in post basso con una gamma di uno contro uno e finte da far venire il mal di testa al miglio difensore, ottimo tiratore, fisico potente in grado di resistere ai contatti. Negli anni è migliorato molto come difensore, mentre come passatore potrebbe fare di più.

 

vince-carter 3) Vince Carter (31 anni, ORL): Giocatore sopra il ferro di una spettacolarità unica, le sue schiacciate hanno fatto storia e meravigliato tutto il globo cestistico. Attaccante dall’uno contro uno notevole, con gli anni è diventato anche un tiratore da tre punti.
Le sue stagioni migliori quelle ai Toronto Raptors dal 1999 al 2004 e le prime due ai New Jersey Nets. Da ricordare tra le schiacciate  che hanno fatto la storia della materia: contro i Lakers con un 360 in aria a difesa praticamente schierata, contro i Miami Heat (maglia Nets)  sulla faccia di Alonzo Mournig (uno che non gradisce) e la più incredibile in maglia Team USA saltando sopra centro francese di 218cm Weiss. Un po’ in calo atleticamente ma se avete bisogno di una giocata sopra il ferro chiedete a Vinsanity.

 

prince418 4) Tayshaun Prince (28 anni, DET): Arrivato nella lega nel 2002 il primo periodo per lui nell’NBA fu decisamente difficile, sottovalutato e mai visto da coach Carlisle ai Pistons. Con l’arrivo di coach Brown le cose cambiarono; la sua grande capacità difensiva, grazie anche alle braccia interminabili, lo rendono un giocatore fondamentale nei Pistons campioni nel 2004 e finalisti nella stagione successiva. Attaccante alterno, un tiro però che tende drammaticamente ad entrare nei momenti caldi della partita, buoni movimenti vicino a canestro in post basso grazie alla sua altezza e alla lunghezza delle sue braccia, la sua specialità comunque è la difesa associata ad una freddezza non comune nelle scelte di gioco nei momenti topici.

 

camelo 5) Carmelo Anthony (27 anni, DEN): scelto nell’anno magico 2003 (James, Wade & Bosh), ha sempre sofferto il paragone con l’amico rivale LeBron. Una prima ottima stagione, culminata con l’approdo dei suoi Denver Nuggets ai playoff, ha continuato a mantenere ottime medie realizzative ma senza mai entusiasmare troppo nei play off. Tiratore affidabile sia dalla lunga che dalla media distanza, migliorato nei movimenti di avvicinamento al canestro.
Dotato anche di una buona struttura fisico-atletica che lo rendono un buon rimbalzista, tende in maniera inquietante però a sparire dal campo nei momenti decisivi della partita e se non è in serata rischia di far sprofondare la squadra.

 

Marco Abbati

GIMME 5: PG, SG

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B