Gimme 5: PF

Best Of SFEleganza, tecnica e potenza e, negli ultimi anni, anche perimetralità. Queste sono le caratteristiche delle Ali Gradi; ruolo che ad oggi è fondamentale per ogni chimica di squadra: ecco i top 5.

GIMME 5: PG; SG; SF

 

tim duncan 1) Tim Duncan (33 anni, SAS): con Kobe Bryant in lizza per essere definito il giocatore del decennio, nel suo ruolo probabilmente il più grande di tutti i tempi. L’uomo che riesce a far apparire facili le cose difficili, giocando inoltre sempre con la stessa espressione facciale e sempre con la stessa concentrazione. Quattro volte campione NBA, tre volte MVP delle finals, due volte MVP della lega ma queste cifre da sole non bastano a far capire la grandezza di questo giocatore, un vero leader dentro lo spogliatoio e in campo. Movimenti spalle a canestro di rara potenza ed eleganza, uno contro uno fronte a canestro con finte di testa o di spalle che mandano fuori tempo qualunque difensore, un tiro dai cinque metri baciando il tabellone di rara precisione, a questo si aggiunge una capacità difensiva eccezionale, capace di leggere in aiuto ogni situazione pericolosa e stoppatore incredibile senza essere necessariamente un saltatore di livello. La specialità della casa, in difesa, stoppata con recupero. Negli ultimi due anni qualche problema fisico di troppo ma se quest’anno dovesse stare bene sarà ancora Lakers vs Spurs.

2002-05-28-inside-horry 2) Robert Horry (39 anni, HOU; PHX; LAL; SAS): a quelli, pochi e disinformati, che potrebbero storcere il naso vedendolo al secondo posto in questa classifica davanti a mostri come Kevin Garnett o Rasheed Wallace gli si potrebbe rispondere con delle crude cifre: sette, ripeto, sette titoli NBA vinti, 5 nell’ultima decade, tutti vinti giocando da protagonista e che protagonista, chiedere nell’ordine a Philadelphia, New Jersey, Sacramento e Detroit, tanto per citare qualche franchigia uccisa dai suoi tiri. “Big Shot” Rob mai soprannome fu più azzeccato, dietro la linea da tre punti sugli scarichi una sentenza già scritta: dite pure tre! . Oltre a questo una capacità difensiva quasi irritante per chi si è trovato ad essere marcato da questa uomo di 208 cm con l’agilità di un ala piccola ed un intelligenza cestistica fuori dal comune. Magari letargico per tre quarti o per metà stagione ma quando una partita contava per un titolo Robert Horry ha sempre risposto presente

d849c3e949b7663bb927bb02235b7631-getty-91026008 3) Kevin Garnett (34 anni, BOS): fin dal suo arrivo nella lega si è capito subito di essere davanti ad un grandissimo giocatore. Giocatore entusiasmante su entrambi i lati del campo, attaccante devastante, difensore di spessore grande rimbalzista, il rumore del pallone catturato dalle sue mani fa sempre una certa impressione, leader in campo sia tecnico che vocale. Abbonato alle doppie doppie, punti e rimbalzi, ha fatto la fortuna dei Minnesota Timberwolves trascinandoli negli anni fino alle finali di conference, nel 2004 anno in cui fu eletto MVP della lega. Con il passaggio nel 2007 ai Boston Celtics ha potuto coronare il sogno di una vita cestistica vincendo il titolo NBA nel 2008. In attacco movimenti di potenza in avvicinamento al canestro, tiro dai 5-6 metri, in difesa micidiale nell’occupare spazi e nell’aiutare sulle penetrazioni, buon passatore, rimbalzista eccezionale.

sp1 4) Chris Webber (36 anni, GSW; WAS; SAC; PHI; DET; GSW): giocatore dotato di un talento offensivo abbagliante ma una carriera limitata dai tanti troppi infortuni alle ginocchia. Dopo le buone stagioni a Golden State e Washington l’arrivo ai Sacramento Kings lo consacra definitivamente come una delle migliori ali forti della lega. Dotato di un ottimo tiro dai 5 metri, buoni movimenti in post basso, potenza e atletismo sono le sue caratteristiche principali. Ma come passatore sia in post alto che in post basso assolutamente il numero uno della categoria. Difensore di buon livello ma negli ultimi anni, complici gli infortuni, la sua capacità di spostarsi lateralmente e scivolare è andata via via peggiorando. L’unico suo rammarico chiaramente non aver vinto come avrebbe meritato.

r_wallace_300_20080110 5) Rasheed Wallace (33 anni, BOS) : il nemico n°1 nella carriera di Rasheed Wallace? Rasheed Wallace…Questo spiega il perché di questo quinto posto di un giocatore che a talento sta tranquillamente con Tim Duncan. Purtroppo per Sheed la testa è esattamente all’opposto di quella del caraibico. Movimenti offensivi in post basso con giro e tiro praticamente immarcabili, tiro da tre di grande affidabilità, buon passatore, ottimo rimbalzista e , quando ha voglia ed è motivato, difensore di livello superiore. Le sue stagioni migliori a Portland e Detroit, dove nel 2004 in un anno di grande voglia di dimostrare qualcosa, riuscì a contribuire in maniera fondamentale alla conquista dell’anello. Recordman ogni epoca nel farsi fischiare falli tecnici assurdi, questo per far capire la testa del giocatore. Per far capire il talento unico giocatore capace in una stagione di segnare 100 triple e di effettuare 100 stoppate…talento appunto.

Marco Abbati

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B