Chicago-New York: aria di trade

tyrus-al Girano voci di una possibile trade tra i Knickerbocker e i Bulls nel reparto lunghi; protagonisti dell’affare Al Harrington, sesto uomo emarginato a New York e Tyrus Thomas, giocatore assai gradito da coach Mike. Intanto altre squadre ipotizzano scambi

PARTITE DELLA NOTTE

VIDEO: COMMOZIONE DI A.I

I Chicago Bulls hanno serie intenzioni di cedere il lungo Tyrus Thomas (23 anni), ancora fermo ai box per la frattura dell’avambraccio sinistro. La dirigenza Bulls ha parlato con diverse franchigie e l’unica che sarebbe disposta ad acquistare il centro ex LSU sarebbe la compagine della Grande Mela.

I Bulls sarebbero disposti a cedere Tyrus Thomas e Jerome James (34 anni) in cambio di Al Harrington (29 anni); quest’ultimo che a New York non sta trovando continuità ed in più rifilato al ruolo di 6° per via dell’ottima stagione del nostro Danilo Gallinari.

Un addetto stampa dell’Nba ha recentemente dichiarato: “Nulla è imminente, certo è che le due franchigie sperano di poter arrivare al dunque il più presto possibile”.

Mike D’Antoni ha espresso più volte il suo gradimento verso Tyrus, ritenendo le sue caratteristiche “incalzanti” per il suo gioco in velocità, mentre i Bulls invece hanno decisamente puntato sul rookie Taj Gibson (24 anni) nel ruolo di lungo. Inoltre la compagine dell’Illinois ha la capacità salariale per mettere sotto contratto Al Harrington, valutato $10,2 milioni.

Altre Trade
Chris Kaman
(27 anni, LAL) vorrebbe tornare nel suo stato natale, Michigan, quindi poter giocare con i Detroit Pistons; l’ipotesi sarebbe uno scambio con Tayshaun Prince (29 anni), momentaneamente fermo per via di un infortunio alla schiena.

Portland sembra essersi pentita di aver messo sotto contratto Andrè Miller (33 anni), quindi dopo il 15 dicembre possibile cessione del play ex Clippers, ancora sconosciuta la destinazione.

F.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B