Spurs – Celtics 83-90

kg Prestazione perfetta per gli uomini di coach Doc Rivers che, guidati dal duo Garnett-Rondo (12 assist), annichiliscono degli Spurs mai presenti nel primo tempo, ai quali non è bastata l’ottima prestazione di DeJuan Blair.

PARTITE DELLA NOTTE

San Antonio Spurs – Boston Celtics 83-90 (15-25; 39-47; 63-74)

Spurs: Jefferson 6, Duncan 16, McDyess, Bogans, Parker 17, Bonner 11, Ginobili 11, Hill 9, Finley 4, Blair 18, Mason, Ratliff, Haislip ne, Hairston ne, Mahinmi ne
All. Popovich

Celtics: Pierce 8, Garnett 20, Perkins 9, Allen 15, Rondo 12, Wallace 13, Daniels 6, Scalabrine 2, House 5, Giddens, Hudson, Williams, AT.Allen ne, Davis ne, Walker ne.
All. Rivers

Top performance:
Rimbalzi: Duncan 15 (7 off, SAS)
Assist: Rondo 12 (BOS)
Recuperi:Rondo 3 (BOS)
Palle perse: Duncan 6 (SAS)
Stoppate: Wallace 4 (BOS)

Mvp: Kevin Garnett 20 pt (9/15, 2/2), 7 rimb, 5 ass

Cronaca:
Esperienza, classe, ordine e KG; queste sono state le armi decisive per i Boston Celtics nella vittoria in Texas. Spurs costretti ad inseguire fino dalla palla a due, con Jefferson mai in partita e tragico al tiro (3/13 dal campo) e il solito trio Ginobili-Duncan-Parker a cercare di tenere a galla la squadra. Boston gioca come sa, difesa solida (vedi le 18 palle perse degli Spurs) e contropiedi magistrali diretti da Rondo, ancora in doppia doppia con 12 assist a referto. A -4′ dalla sirena del 3° quarto gli ospiti toccano il +14 (51-65) con l’halley-oop siglato Rondo-Garnett, sembra finita ma l’orgoglio Spurs con protagonista il rookie DeJuan Blair che a 2′ dalla fine realizza il tap-in del -4 (81-85). Rimonta che non verrà portata a termine in quanto "The Big Ticket" ed il suo playmaker non hanno tremato, portando a casa la sesta vittoria consecutiva.
Per San Antonio sanguinose le 18 palle perse, soprattutto nel primo tempo, e la prestazione degli esterni come Bogans, Mason e Jefferson, ancora oggetto misterioso di questo team.

Highlights:

F.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B