NY richiama Bender, Griffin può aspettare

griffin-bender La squadra della Grande Mela richiama dopo 3 anni di assenza il lungo ex Pacers; a Chicago la dirigenza ha smentito le voci sull’ex coach dei Nets Frank, mentre ai Clippers Camby non si muove e non c’è fretta per Griffin.

PARTITE DELLA NOTTE

I New York Knicks hanno messo sotto contratto il centro ex Indiana Pacer Jonathan Bender (28 anni).
Bender è stato costretto a stare lontano dai campi da gioco per ben tre anni, causa dolore cronico al ginocchio. La sua stagione migliore è stata nel 2001/02 quando chiuse con 7.4 punti e 3.1 rimbalzi in 74 partite giocate.
In merito a questa trade ha parlato Donnie Walsh: “Jonathan ha lavorato sodo durante l’estate per tornare a giocare nell’Nba. Lo conosco bene sin dal suo anno da rookie, è un ragazzo forte e sono certo che potrà dare un ottimo contributo alla squadra”.

A Chicago, dopo aver confermato la fiducia nel coach Del Negro, la dirigenza ha smentito le voci che davano come sostituto dell’ex Treviso l’ex coach dei New Jersey Nets Lawrence Frank. La fonte a riportare la notizia è stata il “Daily Herald”, che ribadisce che dopo la vittoria sui Warriors, la posizione di Vinny è più tranquilla e solida.

Rumors anche a Los Angeles, sponda Clippers, dove si dava in partenza il lungo Marcus Camby (35 anni). Il GM della franchigia, Mike Dunleavy, ha subito smentito: “Marcus è un grande giocatore, è logico che molte squadre siano interessate a lui”. Camby è il sesto rimbalzista della Lega con una media di 11.0 rimbalzi ad uscita e nella classifica delle stoppate si accomoda al quinto posto con 2.1 stop a match.
Per quanto riguarda il resto del roster, Dunleavy dichiara che non c’è immediato bisogno del rookie e prima scelta assoluta allo scorso Draft Blake Griffin, sofferente da una frattura da stress del ginocchio sinistro. I Clippers fino ad oggi hanno registrato un record di 9 vinte e 13 perse.

F:B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B