New York: KryptoNate, dove vai?

nate Nona partita consecutiva seduto in panca per il numero 2 dei Knicks, il suo agente ha parlato con la dirigenza per la trade ma il vero problema è che nessuno è interessato al suo assistito.

PARTITE DELLA NOTTE

Il matrimonio tra Nate Robinson (25 anni) e i New York Knicks è orma agli sgoccioli; con quella di stanotte fanno 9 partite consecutive senza toccare parquet e il record dei Knicks recita 6-3. Il giocatore ha ribadito più volte la sua volontà nel restare nella Grande Mela: “Sono un Knick! Amo questa squadra e la città e voglio restare qui!”. Peccato che Mike D’Antoni non abbia nei suoi piani quello di puntare sul folletto ex Washington; Larry Hughes ha convito l’ex coach dei Suns ed è diventato una pedina importante, per non parlare del nostro Gallinari.

L’unica soluzione rimasta è quella della trade; le due parti si sono incontrate e il proprietario Donnie Walsh ha dato l’ok per trasferire il due volte vincitore dello “Slam Dunk Contest”, ma qui sorge il problema, chi vuole Nate Robinson?

Nate ha un grande carisma, grinta, atletismo, temperamento ma sotto l’aspetto tecnico/tattico Larry Brown non disse un’eresia quando dichiarò che il basket non è uno sport per lui. 
E’ difficile trovare una franchigia che voglia un giocatore così disordinato e con quel temperamento, infatti alla porta di Walsh non si è ancora presentato nessuno.

Robinson ha giocato solo 12 partite (causa anche infortunio) con 10.9 punti e 3.2 assist.

Vien da pensare “Sempre i soliti Knicks”, che per tutta l’estate hanno inseguito e asfissiato il giocatore per il rinnovo e dopo un mese di Regular Season stanno già cercando di liberarsene.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B