T-Mac-Houston ancora problemi, Artest Ko

ron-tmc-bj L’ex Magic lascia la squadra dopo l’ennesima discussione con coach Adelman a riguardo della posizione all’interno della squadra. Contusione al gomito sinistro per Ron Ron dopo la battaglia contro LeBron James nel match di Natale. Intanto Brandon Jennings maledice i suoi 55 punti su Twitter.

PARTITE DELLA NOTTE

Il matrimonio tra Tracy McGrady (31 anni) e gli Houston Rocktes è finito. Nella scorsa notte il T-Mac ha lasciato la squadra tornandosene a casa dopo che coach Adelman gli aveva detto senza mezzi termini che avrebbe fatto panchina e giocato massimo 5 minuti. Tracy aveva parlato con l’head coach ex Kings proprio a riguardo del suo impiego in campo e alla sua posizione all’interno del team.
E’ risaputo che i Rockets stanno cercando di levarsi quel fardello del suo contratto, ma all’orizzonte solo voci come New York e Miami per febbraio. McGrady ha dichiarato allo “Houston Chronicle”: “Sono un giocatore! Non voglio creare problemi, loro hanno preso una strada diversa, spero si possa arrivare ad una soluzione senza creare litigi o altro”. Inoltre l’agente di “The Big Sleep”, Daryl Morey, ha fatto sapere che il suo assistito non ha richiesto nessuna trade.

Ron Artest (30 anni) è uscito malconcio dal duello con LeBron James, dopo che lo stesso ex Pacers aveva dichiarato molto spudoratamente: “Fermerò LeBron sotto i 15 punti e lo annullerò dal campo”.
Ecco, Ron non si è infortunato per motivi sportivi!
E’ semplicemente caduto dalla scale nel post match a casa sua, dopo lo spiacevole accaduto è andato a farsi vedere al UCLA Medical Center dove gli hanno diagnosticato una contusione al gomito sinistro.
Artest non è partito per Sacramento e le sue condizioni verranno valutate giorno per giorno.

Chi non sta passando un bel momento è Brandon Jennings (20 anni) dei Milwaukee Bucks; meno di un mese fa lo si elogiava (giustamente) per le sue prodezze, una su tutte la partita da 55 punti contro i Golden State Warriors. Nell’ultimo periodo le cifre e le prestazioni sono scese e il duello per il “Rookie Of The Year” con Tyreke Evans sta prendendo la piega del play/guardia dei Kings, il quale ha anche battutto l’ex Virtus Roma a Milwaukee sulla sirena. Jennings via Twitter ha trascritto la sua frustrazione: “I believe that the 55 was a blessing and Curse”. Non gli si può dare torto.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B