Magic – Cavaliers 101-95

carter Malgrado un’ottima prestazione del trio O’Neal, Jamison e LeBron James, gli Orlando Magic vincono in rimonta nell’ultimo periodo grazie all’esperienza di Carter e alla tripla che ha chiuso i conti di Lewis a 20” dalla fine. Howard eguaglia il record di Shaq per la questione doppie-doppie consecutive, per James solo 3 punti nell’ultimo periodo.

Orlando Magic – Cleveland Cavaliers 101-95 (25-18; 49-43; 74-75)

Magic: Barnes 7, Lewis 15, Howard 22, Carter 11, Nelson 18, Bass 6, Gortat, Pietrus 13, Redick 9, Williams, Johnson ne, Anderson ne.
All. Van Gundy

Cavaliers: James 33, Hickson 4, O’Neal 20, Parker 4, Williams 4, Jamison 19, Gibson 1, Varejao 2, West 6, J.Williams 2, Moon ne, Jackson ne
All. Brown

Top performance:
Rimbalzi: Howard 16 (3 off, ORL)
Assist: James 6 (CLE)
Recuperi: James 2 (CLE)
Palle perse: Nelson 5 (ORL)
Stoppate: Howard 4 (ORL)

MvpVince Carter (ORL) 11 punti (4/8, 0/1, 3/3), 1 rimb (1 off), 3 assist

Cronaca:
Pronti via ed è subito Shaq Vs Howard! Schiacciata poderosa su rimbalzo offensivo del primo e semi-gancio del secondo sul capovolgimento di fronte. Frazione equilibrata, i padroni di casa che tengono la testa avanti con Nelson e Dwight ma gli ospiti non perdono contatto con i lampi di LeBron: impegnato a coinvolgere i suoi e a mettersi in proprio quando serve. Da sottolineare la “Chasedown” di James su Howard con seguente “coast to coast” dello stesso #23! Il primo quarto si chiude sul 25-18 Magic (609% dal campo) con Howard in grande spolvero (11 punti), Cleveland fallosa in attacco ma è presente.

La ripresa si apre col solito duello tra i due Supermen e da evidenziare come i Magic cerchino costantemente il loro centro prendendosi appena 3 tiri dalla lunga distanza (0/3). Shaq è in serata, porta a scuola tutti in post-basso (13 punti con 6/6 dal campo) ma gli uomini di Van Gundy sfruttano le lacune degli avversari e a metà frazione il punteggio recita 38-33.  A 5’ dalla fine piccola svolta per Orlando: Shaq si fa prendere alla foga e commette il 3° fallo e con un gioco da tre punti di Pietrus i padroni di casa toccano il massimo vantaggio sul +11 (46-35). Cleveland, grazie come sempre alla sua stella, ricuce il distacco a 6 punti con un gioco da 3 punti realizzato dal “King” negli ultimi 4 “, firmando il 49-43.
James e Howard top scorer delle ispettive compagini con 21 e 13 punti, Orlando ha tirato col 29% da 3 punti (2/7), Cleveland avanti nei rimbalzi 19 a 14.

Terza frazione che si apre nel nome del giocatore più discusso, Antawn Jamison; con 8 punti consecutivi l’ex Wizards porta per la prima volta in vantaggio i Cavs sul 49-51 dopo 2’!
Magic che tornano a segnare dopo 4’ con un gioco da tre punti di Howard ma subito risposta di “The Diesel” che segna col fallo (3° di Howard) e il jumper di LBJ segna il +6 Cleveland (53-59).
Orlando reagisce sempre col suo centro che con 2/2 dalla lunetta sigla la parità a quota 63 a 4’45” dalla sirena. Da segnale il 4° fallo di Shaq e che la doppia-doppia raggiunta da Howard eguaglia la striscia di 18 doppie-doppie consecutive di franchigia, record che deteneva il #33 dei Cavaliers!
Terzo quarto che si chiude sul 74-75 per gli uomini di coach Brown, O’Neal e Howard a quota 4 e 3 falli, James 30 punti.

Ultimo quarto con “Choosen One” in panchina e la partita resta in pieno equilibrio con Jamison (19 punti) in prima fila nel bene e nel male: uno sfondamento netto di Howard viene fischiato contro all’ex Wizards che costa il 5° fallo!
Torna LBJ con gli effetti speciali ma dopo l’assistenza per O’Neal, lo stesso ex Lakers spende il suo 5° fallo su Redick quando mancano 7’ all’ultima sirena. Sale (finalmente) in cattedra Vince Carter che porta sul -1 (84-85) i suoi a -5’15” con una poderosa schiacciata; LeBron spara a salve e un 5-0 firmato Jameer Nelson porta avanti la compagine della Florida sull’89-85. Jamison va a bersaglio col fallo, sbaglia il libero e Vince Carter  (11 punti) spinge sul +5 Orlando (93-88) a 2’38” dalla fine. Reazione superlativa dei Cavs che con la tripla di Parker vanno sul -3 (96-93) a -1’.
Jamison spende il suo 6° fallo su Howard che dalla lunetta fa 1/2, James sbaglia da 3 e la tripla dall’angolo di Lewis chiude i giochi (100-93).
Cleveland paga il fatto di non aver ucciso la partita sul +5 e anche la scelta di tener LeBron James in poanca nei primi 3’ dell’ultimo periodo; per i Magic importantissimo l’apporto di Vince Carter in cooperazione con Jameer Nelson nell’ultimo quarto.

Francescomatteo Bertoli

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B