Raptors – Knicks 102-96

TORONTO - MARCH 05: Sonny Weems #24 of the Toronto Raptors takes the clean look next to Eddie House #50 of the New York Knicks during a game on March 05, 2010 at the Air Canada Centre in Toronto, Ontario, Canada.  NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this Photograph, user is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement.  Mandatory Copyright Notice: Copyright 2010 NBAE (Photo by Ron Turenne/NBAE via Getty Images) *** Local Caption *** Sonny Weems;Eddie House Partita più simile ad un All Star Game per le difese andate in scena in quel di Toronto. Punto a punto per tutta la durata del match con Bargnani e Gallinari in luce nel finale, ottimi Weems e Calderon per coach Triano. Toronto torna alla vittoria dopo 4 K.O consecutivi e va 3-0 negli scontri diretti contro i Knickerbockers.

Toronto Raptors – New York Knicks 102-96 (31-24; 53-52; 78-77)

Raptors: Turkuglu 12, Johnson 14, Bargnani 9, DeRozan 10, Jack 14, Calderon 16, Wright 7, Weems 20, Evans, Nesterovic ne, belinelli ne, Banks ne
All. Triano

Knicks: Gallinari 13, Harrington 10, Lee 23 (18 rimb), McGrady 13, Walker 8, Chandler 18, Rodriguez 10, House 1, bender ne, Douglas ne, Dhon ne, Gidddens ne.
All. D’Antoni

Top performance:
Rimbalzi: Lee 18 ( 3 off, NYK)
Assist: Harrington 6 (NYK)
Recuperi: Jack 3 (TOR)
Palle perse: McGrady 6 (NTYK)
Stoppate: Lee 2 (NYK)

Mvp: Sonny Weems (TOR) 20 pt (9/16, 2/2 liberi), 9 rimb (2 off), 2 ass

Italian Job: Bargnani (TOR) 9 pt (3/12, 1/3, 0/2), 4 rimb (1 off), 2 ass; Belinelli (TOR) ne; Gallinari (NYK) 13 pt (4/9, 1/3, 2/2), 1 rimb, 2 ass

Cronaca:
Dopo le prime due sfide in quel del Madison Square Garden di New York vinte dai Raptors, il terzo atto del derby italiano va in scena all’Air Canada Center di Toronto con i padroni di casa privi di Chris Bosh, ricoverato in ospedale per problemi allo stomaco 2 ore prima del match.

New York senza playmaker affida la regia a T-Mac col Gallo che deve sacrificarsi in difesa su Jarret Jack.
Primo quarto vivace ed equilibrato con le difese ancora in rodaggio e quindi campo aperto: Toronto distratta ma comunque presente con le fiammate del turco e di Amir Johnson, ospiti con il classico pick’n roll sull’asse McGrady-Lee. Dopo 7’ Bargnani a segno con la tripla mentre per Danilo le palle arrivano col contagocce.
La frazione prosegue ad alti ritmi con D’Antoni che è costretto ad inserire un Sergio Rodriguez non al 100% per mettere ordine all’attacco Knicks e Triano che trova in Antoine Wright (6 punti) l’allungo che consente ai suoi di chiudere avanti 31-24 il primo parziale.
Secondo quarto che si apre con un parziale di 10-2 per gli ospiti che vanno avanti 33-34 col tiro libero di Eddie House causa fallo tecnico au danni di Wright. Turkoglu lascia il campo dirigendosi negli spogliatoi per via della caviglia ma il tema della partita non cambia: difese molto permeabili sfruttate al meglio dai playmaker iberici, Rodriguez (8 punti) e Calderon.
A 6’20” dalla sirena il Gallo mette la sua firma a referto con un 2/2 dalla lunetta (45-40) mentre ancora nessuna traccia sul campo lasciata da Marco Belinelli.
New York, grazie anche le forzature Raptors, recupera e nell’ultimo minuto trova il sorpasso col 2+1 (51-52) di “The Big Sleep” ma Turkoglu dalla lunetta fa chiudere avanti di 1 i suoi (53-52) all’intervallo lungo. Gallinari 4 punti (1/4, 0/1, 2/2), Bargnani 5 punti (1/8, 1/1, 0/2) mentre ancora non pervenuto il Beli.

Ripresa che vede il Mago costretto a lasciare il campo per un taglio procuratosi in un contatto fortuito col gomito di Johnson, partita che continua col solito andamento ovvero: difese quasi mai presenti, distacco mai oltre i 2 punti, qualche sorpasso e controsorpasso e niente Marco Belinelli. Torna Bargnani sul campo e si fa subito vedere con un ottimo gancio (7 punti) e poi con una poderosa stoppata ai danni di Al Harrington. Danilo non pervenuto malgrado qualche minuto sul parquet. Terzo quarto che si chiude con sempre gli Huskies avanti sempre di misura (78-77); per i Knicks ci sono i 23 punti di David Lee che se in attacco dice la sua, in difesa un autentico fantasma.

Ultimo quarto con mini break Raptors firmato da Sonny Weems che allunga il distacco sul 84-77. Bargnani e Gallinari in campo con l’ex Milano che torna a schiaffeggiare la retina con un elegante fade-away dall’angolo contro proprio l’ex Treviso. New York schiera un quintetto senza lunghi di ruolo e per Sonny Weems (16 punti) si aprono autostrade verso il canestro e il rimbalzo offensivo di Johnson segna il massimo vantaggio padroni di casa (90-81) a 6’ dalla sirena. Reazione immediata degli ospiti con Walker e con DG8 che firma un personale break di 5 punti consecutivi, ri-aprendo i giochi sul 92-90 a 3’45” dalla direna finale.
Sale di colpi la partita e Josè Calderon non si tira indietro realizzando il jumper del +6 Raptors (96-90) a 2’55” dalla fine, Danilo riceve (finalmente) un passaggio decente e manda a bersaglio il jumper del – 4 (98-94) ma risponde il Mago sempre dall’angolo (assistenza Jack) per il nuovo +6 (100-94) con 1’30” sul cronomentro, ancora una volta difesa blu-arancio da rivedere dopo la prima rotazione. Weems risponde a T-Mac tenendo il +6 ma poi l’ex Rockets scaglia una pietra sul tabellone da tre a 24” dalla fine spegnendo così l’ultima chance di rimonta.
Vince Toronto in una partita che ha visto di tutto tranen che due squadre difendere, specialmente New York che di aiuti e rotazioni ne ha visti ben pochi.

Francescomatteo Bertoli

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B