Magic – Lakers 96-94

5b31c3a032ff27e95634f93c0d34f16e-getty-90043851fm006_lakers_magic Orlando guida per tutta la partita e resiste agli assalti del solito Kobe Bryant che nel finale fa tremare i padroni di casa. Matt Barnes uomo partita che provoca il #24 ingaggiando un duello che ha messo alle corde il “Black Mamba”. Bene Carter e Nelson, per i Lakers ancora problemi per Gasol, mentre male Artest con la capigliatura nuova.

Orlando Magic – Los Angeles Lakers 96-94 (31-24; 52-48; 74-64)

Magic: Barnes 10, Lewis 12, Howard 15 (16 rimb), Carter 25, Nelson 15, Bass 2, Gortat 6, Pietrus 7, Redick, Williams 4, Johnson ne, Anderson ne
All. Van Gundy

Lakers: Artest 8, Gasol 20 (11 rimb), Bynum 5, Bryant 34, Fisher 11, Odom 8, Brown 7, Farmar, Powell 1, Walton ne, Mbenga ne, Morrison ne
All. Jackson

Top performance:
Rimbalzi: Howard 16 (5 off, ORL)
Assist: Nelson 7 (ORL)
Recuperi: Bryant 3 (LAL)
Palle perse: Lewis 4 (ORL)
Stoppate: Bynum 4 (LAL)

MvpMatt Barnes (ORL) 10 pt  (3/6, 1/3, 1/2), 6 rimb (4 off)

Cronaca:
Pronti via e spicca su tutto la capigliatura giallo-viola d Ron Artest con la scritta “difesa” in 3 lingue diverse, Kobe c’è malgrado un virus intestinale che lo ha colpito prima del match.

Primo periodo griffato Magic: i padroni di casa sfruttano gli esterni con Vince Carter uomo al comando (16 punti) che fa letteralmente quello che vuole contro la difesa Lakers toccando anche il +10 (31-21), dal canto loro i giallo-viola attaccano e difendono in modo caotico, Gasol non esce dal tunnel, quindi palla in mano a Bryant (11 punti) che prova a tenere a contatto chiudendo il primo quarto sotto di 7 (31-24).

Nel secondo quarto Orlando ritorna sul +10 (38-28) col jumper di Michael Pietrus e con le seconde linee guidate dal polacco Marcin Gortat.
I giallo-viola non demordono e, malgrado i continui problemi offensivi e difensivi, restano a contatto degli avversari con la tripla frontale di “The Fish” che segna il -4 Lakers (48-44) a 3’20” dall’intervallo lungo.
Situazione falli che non sorride per coach Phil Jackson che vede con 3 falli due uomini chiave come Odom e Bynum, mentre per i padroni di casa solo Dwight Howard è a quota 3 falli personali.
La frazione si chiude nel nome di Pau Gasol che con una stoppata e una schiacciata fa chiudere sul 52-48 il primo tempo; Carter “hombre del partido” con 17 punto bene Gortat che si è fatto sentire sotto entrambi i lati del campo, per gli ospiti 13 di KB ( a secco nel secondo quarto) con un Gasol in ascesa ma la difesa resta un rebus.

Ripresa che inizia con lo screzio tra Matt Barnes e Kobe Bryant con quest’ultimo che rischia molto quando alza il gomito in modo poco gentile sulla pancia del #22 Magic dopo una schiacciata, Howard si prende un tecnico (4 falli) per aver scagliato via la palla e dopo 4’ i Magic guidano sempre di 4 punti (59-55).
Continuano le scintille tra l’ex Suns e il “Black Mamba” col giocatore dei Magi che su una rimessa da fondo finge di tirarla in faccia ad un Bryant con sguardo e sorriso di sfida.
Orlando non perde la testa e con 5 punti consecutivi di Rashard porta sul +8 i suoi (65-57) a 4’ dalla fine del quarto, L.A non trova il bandolo della matassa: Kobe continua a forzare senza trarne nessun vantaggio e il jumper di Jason Williams sigla il massimo vantaggio sul +12 (71-59) a -2’09”.
Periodo che si chiude sul 74-64 per gli uomini di coach Van Gundy ma la brutta notizia sono i 5 falli di Dwight Howard, provocato da Gasol, e i 4 falli di Vincredible.

Ultimo quarto e che si apre con un break di 8-0 firmato dalla compagine di Hollywood con Bryant e Shannon Brown che si ri-portano in partita sul 74-72 dopo 4’.
Torna Barnes in campo e subito scintille ancora col “Black Mamba” che non riesce ad andare a bersaglio, Gasol perde la testa dopo fallo non fischiato e ne spende un a sua volta (anti-sportivo) su Dwight Howard che però non punisce dalla lunetta il gesto dello spagnolo.
Si prosegue colpo su colpo con Bryant che sale a quota 25 punti e Carter (22) che tiene sempre un possesso avanti i suoi, a -1’27” Kobe ha la palla del pareggio ma sbaglia la tripla e sul capovolgimento è il diretto avversario di Bryant a segnare la tripla del +6 Magic (93-87).
Fisher e Barnes si beccano a vicenda prendendosi un doppio fallo tecnico ma non vengono espulsi, tripla forzatissima di Bryant a segno (94-92), fallo tattico di Ron e Nelson fa 1/2 dalla lunetta! Capovolgimento di fronte: tira ancora Kobe e tripla del 95 pari ma la punta della scarpa è sulla linea e quindi -1 L.A a 12” dalla fine.
Ancora fallo tattico e ancora 1/2 per i Magic con Carter con 9’ sul cronometro, palla a Kobe ma il jumper va sul primo ferro e vince Orlando!

Magic che meritatamente vincono una partita fallosa ma soprattutto nervosa. Terza sconfitta consecutiva e mini crisi per i Lakers che ancora una volta hanno avuto molto poco da Ron Artest e Pau Gasol malgrado i 20 punti di quest’ultimo, Kobe superbo e sfortunato, ma stavolta deve cedere.

Francescomatteo Bertoli

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B