Due parole con: Danilo Gallinari

NEW YORK - MARCH 21: Danilo Gallinari #8 of the New York Knicks shoots against the Houston Rockets on March 21, 2010 at Madison Square Garden in New York City. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. Mandatory Copyright Notice: Copyright 2010 NBAE (Photo by Nathaniel S. Butler/NBAE via Getty Images) La Regular-Season sta per finire e per i New York Knicks, anche quest’anno, niente Playoff ma i supporters della compagine della Grande Mela possono pensare in positivo per gli anni a venire: l’estate 2010 ma soprattutto il nostro Danilo Gallinari, ormai nei cuori di tutti i tifosi e uomo inamovibile per coach Mike D’Antoni.

1) Stagione ormai agli sgoccioli, Danilo Gallinari come giudica la sua e quella di suoi Knicks?

DG: Personalmente soddisfatto dai, ho recuperato bene dall’infortunio che mi perseguitò nella passata regular-season, in campo i risultati sono arrivati anche se a volte con poca continuità. Dispiaciuto invece perché non siamo riusciti a raggiungere i playoff; anche li la continuità è stato il fattore determinate perché comunque la squadra ha talento e lo abbiamo dimostrato più volte come la vittoria colta a Dallas contro i Mavericks che venivano da serie di 13  partite vinte consecutivamente.

2) Ecco Dallas, dove si è svolto l’All Star Game 2010 e dove tra l’altro hai rappresentato l’Italia in due occasioni: Rookie Challenge e il Three Point Contest, che ci dici a riguardo?

DG: E’ stata un’esperienza unica! L’atmosfera che si respira in quei giorni è super e ho avuto l’occasione di conoscere e giocare con giocatori di altissimo livello il che è sempre una buona cosa. Non ho potuto esprimermi al meglio al venerdì (Rookie Challenge, ndr) in quanto la settimana precedente avevo patito qualche fastidio all’avambraccio destro e quindi mi son tenuto per la gara del tiro da 3.

3) Sulla carta eri uno dei favoriti e a sentire le tue dichiarazioni nei giorni precedenti eri davvero convinto di farcela, poi cos’è successo?

DG: Che ho perso (ride)! Il primo carrello e quello centrale sono stati fatali nella mia prestazione, spero di poterci tornare anche il prossimo anno per potermi rifare!

4) La partita più bella di quest’anno?

DG: Quella casalinga contro i Phoenix Suns. Loro avevano il miglior record della Lega mentre noi eravamo ancora in fase di rodaggio. In quel match io e i miei compagni disputammo una gara perfetta!
N.B
I Knicks vinsero 126-99. per il Gallo 27 punti e 10 rimbalzi.

5) Questa è la tua prima vera stagione completa e ti rifaccio la solita domanda alla quale spesso ti tocca rispondere, chi è il giocatore più difficile da marcare e quello più difficile da battere 1 vs 1?

DG: Difendere Bryant e James, da attaccare… Kobe e LeBron (ride)

during the Foot Locker Three-Point Shootout as part of All Star Saturday Night during 2010 NBA All Star Weekend on February 13, 2010 at the American Airlines Center in Dallas, Texas.  NOTE TO USER:  User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement.  Mandatory Copyright Notice:  Copyright 2010 NBAE (Photo by Noah Graham/NBAE via Getty Images) 6) Dove Danilo Gallinari deve migliorare  sotto l’aspetto tecnico/tattico?

DG: Migliorare fisicamente, mi manca ancora l’esplosività necessaria per essere competitivo sotto i ferri a rimbalzo.

7) Dei Rookie usciti all’ultimo Draft chi è quello che più ti ha impressionato e col quale ti piacerebbe giocare?

DG: DeJuan Blair dei San Antonio Spurs, potente fisicamente ed atletico malgrado la stazza, buona mano e poi allenandosi sotto le direttive di Greg Popovich e con un campione come Tim Duncan potrà sicuramente emergere.

8) Se fossi un GM di una franchigia NBA e dovessi fondarla da capo, da chi partiresti: coach e giocatori?

DG: Pino Cagniani (primo allenatore di Danilo, ndr), playmaker il Bugno, pivot Giacomo Bedei,

9) MVP di questa stagione?

DG: Penso che per quest’anno se lo accaparri senza problemi LeBron James

10) Nel prossimo invece?

DG: Kevin Durant

Francescomatteo Bertoli

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B