Rissa di Del Negro, McGrady si ritira?

dn-tmc Dopo l’inaspettato e miracoloso accesso ai Playoffs 2010, in casa Bulls non vi è mai serenità e torna sotto i riflettori l’head coach Vinny Del Negro, reo di aver cominciato una rissa con dirigente John Paxton. A Philadelphia è arrivato il tanto atteso esonero di Eddie Jordan, Larry Brown sembra sempre più vicino, T-Mac minaccia il ritiro e Hollins rinnova con Memphis.

PLAYOFF 2010: IL TABELLONE

MULTIMEDIA: DRAFT 2010, ECCO EVAN TURNER!

Non vi è mai pace a Chicago malgrado la squadra abbia compiuto una grande impresa come quella di raggiungere i Playoff rimontando nell’ultimo mese i Toronto Raptors.
Nell’occhio del ciclone l’head coach Vinny Del Negro reo di aver scaturito una mini rissa col dirigente esecutivo John Paxson; l’ex Treviso ha dichiarato che più volte i due si sono scontrati verbalmente. Il fulcro sembra sia stato il recupero di Joakim Noah, ritenuto troppo lungo da parte dell’allenatore che contava di averlo molto prima. I media invece sospettano che alla base di tutto vi sia la questione del contratto dell’allenatore, il quale ha rischiato più volte l’esonero in questa stagione: “Tutto quello che avete sentito è falso, siamo nei Playoff e dobbiamo concentrarci solo sui Cavs” ha dichiarato Del Negro dopo il successo a Charlotte. Intanto Derrick Rose aveva pronosticato giusto quando tre settimane fa lanciava la sfida a LeBron James.

Philadelphia: Jordan licenziato
Come facilmente pronosticabile i Philadelphia 76ers hanno ufficialmente esonerato Eddie Jordan dalla funzione di allenatore.
Philly era partita per una stagione da protagonista, invece ha mancato i Playoff e firmato un record assai rivedibile (27-55); ma il fattore più inquietante è stato il gioco, mai digerito dai giocatori costretti a snaturare il loro gioco per adattarsi alla famosa “Princeton offense”. Adesso i Sixers mirano decisi a Larry Brown, liberato da Jordan e respinto dai Los Angeles Clippers.

New York: McGrady pensa al ritiro
Tracy McGrady (31 anni)  nell’ultimo mese ne ha sparate tante:
– Rimanere a New York al minimo salariale se arrivasse LBJ
– Tornare ad Orlando come 6° uomo per vincere il titolo
– Tornare ad Orlando ma titolare.
Di oggi invece la notizia che se non riuscisse a trovare una squadra ma soprattutto la condizione fisica giusta, potrebbe smettere! Nei giorni scorsi si pensava ad un affare ormai da definire per il ritorno ad Orlando ma l’idea di fare il cambio a suo cugino Vince sembra aver fermato tutto.

Memphis: Hollins ancora per tre anni!
Lionel Hollins ha rinnovato il contratto che lo lega ai Memphis Grizzlies per altre tre stagioni; in questa i Grizzlies hanno ben figurato centrando 16 vittorie in più rispetto la scorsa stagione e chiudendo con 40 vinte e 42. Le parti trattavano da settimane e proprio nella giornata di oggi hanno raggiunto l’accordo, adesso l’obiettivo del GM Michael Haisley è quello di confermare le sue stelle.
Tornando a coach Hollins si gli possono attribuire i meriti di aver cresciuto ed evoluto i giovani come Mike Conley e Marc Gasol, sfruttato al massimo il potenziale di Rudy Gay e O.J Mayo e aver fatto maturare Zac Randolph, vero leader della compagine.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B