Playoff Danger: Western Conference

Danger WEST Ci si prepara al momento che tutti gli amanti NBA aspettano, l’inizio rovente dei playoff, il momento più caldo della stagione e sicuramente come tutti gli anni qualche mina vagante al primo turno ci sarà, proviamo a vedere chi potrebbe esserla ad Ovest.

PLAYOFF DANGER: EASTERN CONFERENCE

Non possiamo non concentrarci sul duello più affascinante del primo turno: Kobe Bryant Vs Kevin Durant!
I Lakers (1) alla vigilia dei Playoffs avevano dichiaratamente espresso che non volevano trovare gli Spurs e i Thunder (8), quest’ultimi in particolare visto la loro vena realizzativa dovuta anche al loro leader. Sulla carta il pronostico è abbastanza chiuso a favore dei giallo-viola, Kobe & Co. nell’ultimo mese hanno perso molte partite (8 delle ultime 10) ma quando la posta in palio è alta, sappiamo l’attitudine degli uomini di Phil Jackson; resta un’incognita, chi/come fermare KD?
Durant, se non esistesse LeBron James, sarebbe il vero MVP della stagione: ha portato da solo Oklahoma City ai Playoffs, ha avuto una media realizzativa paurosa grazie alla quale ha spodestato Oklahoma City Thunder v Los Angeles Lakers ONYuMKvD5i8l dal trono di più giovane realizzatore della storia proprio “The Choosen One”.
Un brutto cliente, e se contiamo poi che i Thunder non hanno nulla da perdere, il primo turno per i campioni uscenti potrebbe rivelarsi più complicato di quello che sembrerebbe. Kobe non starà di certo a guardare e non è da escludere che il “Black Mamba” decida di difendere sullo stesso Durant quando quest’ultimo dovesse entrare “In The Zone”. D’altra parte i Thunder posso vantarsi di avere (a parere mio e di molti addetti ai lavori) il miglior difensore della Lega, un ex conoscenza del basket italiano, Tabo Sefolosha! Giocatore con eccelse qualità difensive, quando passi un intera stagione a marcare sempre la stella avversaria, puoi solo migliorare e l’ex Biella potrebbe riservare qualche problema al Bryant.
Bryant-Durant ha un grande fascino e in questa sfida potrebbe (come spesso accade) spiccare un terzo incomodo che alla fine dei conti potrebbe essere determinante: Pau Gasol per i Lakers e Russell Westbrook per i Thunder.
Oklahoma City non ha un lungo che possa minimamente dar fastidio al “Principe”, Jeff Green è un ottimo giocatore ma tecnicamente Gasol lo porta a scuola e nelle ultime uscite l’ex Barcellona non è mai sceso sotto i 20 punti e 10 rimbalzi! Westbrook ha fatto enormi progressi in questa stagione, da play/guardia confusionaria è diventato un distinto playmaker (8.0 assist di media) e le sue accelerazioni posso diventare una vera e propria spina nel fianco per Derek Fisher e la difesa Lakers, che tende a soffrire la velocità dei piccoli (vedi Brooks l’anno scorso).
Ricapitolando: l’armata di Hollywood capitana da Kobe contro la premiata ditta di Kevin Durant, ESPN dà favoriti i Lakers per il 67% con una serie intorno alle 5 massimo 6 gare; probabile che accadrà così ma mai sottovalutare una squadra che non ha niente da perdere con una stella del calibro di KD.

Se la sfida tra Lakers e Thunder è affascinante, quella tra i Dallas Mavericks (2) e i San Antonio Spurs (7) può essere definita una guerra texana e la compagine di Mark Cuban è tutto tranne che serena.
Dopo l’arrivo di Caron Butler e Brendan Haywood, gli uomini di coach Carlisle hanno cambiato marcia, rimontando e superando i Nuggets per la corsa al secondo posto della Western Conference. L’organico è da 5 stelle, ogni tassello è al suo posto e il tedesco quest’anno è (forse) all’ultima chiamata per poter ambire a 452a4359683fe4786db28595a0fbe35e-getty-90044029ib018_spurs_heat quell’anello che gli sfuggì 4 anni fa. Anche qui il pronostico è chiuso ma, come disse Flavio Tranquillo ad inizio Regular Season: “Datemi una caviglia e vi solleverò il mondo”, riferito a Manu Ginobili.
L’ex Kinder Bologna ha letteralmente preso per mano i suoi e portati ai Playoff con medie realizzative da capogiro (career-high di 43 punti Vs ORL); sicuramente è lui l’uomo chiave della serie e per Shawn Marion non si prospettano periodi ligi. Bryant-Durant è da Blockbuster, ma anche qui in Texas non si scherza: Kidd-Parker sono scintille assicurate, con il francese però che ritorna dall’infortunio, quindi quale Parker giocherà? E poi, ancora una volta, Nowitzki-Duncan, che vede il tedesco favorito, ma mai sottovalutare un campione come Tim.
Fattori esterni potranno essere i panchinari Spurs George Hill e DeJuan Blair; il primo per dare quel cambio di marcia in attacco e il secondo per la sua presenza (malgrado i soli 200cm di altezza) sotto i ferri e per una staffetta su Dirk. Anche qui 5 massimo 6 gare sono previste ma ESPN non vede i Mavs dominare (55%), San Antonio è al suo “canto del cigno” in quanto questa squadra rischia di smembrarsi nella prossima stagione e, mano sul fuoco, farà di tutto per rendere un inferno questa serie.

Francescomatteo Bertoli

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B