Uragano a Philadelphia Rose c’è per Gara5

wood-melo Rumors rivelano un totale cambiamento della presidenza che vede in prima fila Larry Brown; la guardia e leader dei Bulls gioca Gara5 dopo l’infortunio nella precedente mentre problemi a Denver.

PLAYOFFS 2010

Grandi manovre in casa Sixers; il nome di Larry Brown si fa sempre più forte ma non per il ruolo di head coach!
Infatti il coach dei Bobcats, fresco di sweep subito dagli Orlando Magic al primo turno, sarebbe disposto ad accettare il ruolo di presidente/GM della franchigia della città dell’amore fraterno.
Malgrado il “Philadelphia Daily News” smentisca le voci, fonti vicine al coach dichiarano che Larry è ad un passo da accettare l’incarico e che la sua prima mossa per far rinascere i 76ers sarebbe ingaggiare l’attuale coach degli Atlanta Hawk Mike Woodson, in scadenza di contratto con le aquile.

Chicago: Rose c’è!
Derrick Rose (24 anni) sarà regolarmente in campo nella Gara5 che si terrà stanotte in quel di Cleveland (CLE 3-1).
La guardia ex Kansas si infortunò alla caviglia destra (distorsione) nella sciagurata Gara4 persa malamente contro i Cavs; le risonanze magnetiche non hanno evidenziato un serio infortunio. In questi Playoffs Rose viaggia ad una media di: 25.8 punti, 3.50 rimbalzi e 7.5 assist.
Sollievo anche per Luol Deng (anni) il quale non si è allenato lunedì per un problema al ginocchio, anche per lui nulla di grave e potrà scendere in campo.

Denver: Melo accusa i compagni
Federico Buffa, in una recente telecronaca, dichiarò: “A Denver senza George Karl…un zoo!”:
Come dargli torto?
I Nuggets si trovano sotto 3-1 nella serie contro i Jazz e il leader della compagine del Colorado, Carmelo Anthony (26 anni) è stato il primo a mettersi in evidenza dopo il K.O in Gara4: “Sto dando tutto quel che ho per battere i Jazz…ma non posso farlo da solo, ho bisogno di aiuto!”
Anthony, sempre in Gara4, ebbe un forte dibattito con il suo compagnio di squadra Chris Andersen con quest’ultimo a risentirne, Melo ha commentato così: “Non posso perdere tempo a preoccuparmi dei sentimenti degli altri”.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B