Hawks – Bucks 95-74

horford Gli Atlanta Hawks staccano il biglietto per le semifinali di conference, dove ad attenderli vi sono gli Orlando Magic. Partita senza storia alla Philips Arena dove Jamal Crawford e Al Horford hanno deciso il match nel secondo quarto. Uscita onorevole per i giovani Milwaukee Bucks che son stati solo Brandon Jennings in Gara7.

PLAYOFFS 2010: CALENDARIO & RISULTATI 1° TURNO

PLAYOFFS: SEMIFINALI DI CONFERENCE

Atlanta Hawks – Milwaukee Bucks 95-74 (20-13; 50-43; 73-60) [ATL W 4-3]

Hawks: Johnson 8, Bibby 15, Smith 15, Williams 8, Horford 16, Pachulia 7, Crawford 22, West 2, Evans, Teague, Collins 2, Smith ne
All. Woodson

Bucks: Salmons 11, Jennings 15, Delfino 3, Mbah a Moute 13, Thomas 6, Stackhouse, Ilyasova 13 (11 rimb), Ridnour 6, Gadzuric, Brezec 5, Ivey 2
All. Skiles

Top performance:
Rimbalzi: Horford 15 (1 off, ATL)
Assist: Crawford 6 (ATL)
Recuperi: Jennings 1 (MIL)
Palle perse: Horford 3 (ATL)
Stoppate: Horford 3 (ATL)

Mvp: Al Horford (ATL): 16 pt (6/8, 4/6 tl), 15 rimb (1 off), 4 ass, 3 stop

Cronaca:
Posta in palio alta tra Hawks e Bucks alla Philips Arena e la tensione è facilmente leggibile in campo; nel primo quarti franchigie fallose sia sotto l’aspetto realizzativo (molte forzature) che sotto l’aspetto tattico con falli ingenui e passaggi sbagliati.
Ospiti che negli ultimi minuti non vanno più a segno grazie anche alla difesa solida degli uomini di coach Woodson e quest’ultimi, con i rimbalzi offensivi di Al Horford e Marvin Williams, riescono a scavare un piccolo margine (+7) a fine primo periodo.

Nel secondo quarto ci pensa “The Difference” Jamal Crawford a dare la scossa ai suoi: prima realizza la tripla del +11 e successivamente serve due assist ad Horford (jumper e layup) per il +15 Hawks (31-16) dopo appena 4’ di gioco.
Milwaukee non si scoraggia reagisce con i singoli come Ilyasova e Brandon Jennings (8 punti) che, con il layup, riporta sotto la doppia cifra di scarto i suoi (35-26) a 6’ dal termine. La reazione dei Bucks però è solo momentanea perché le aquile volano via sempre con l’accoppiata Crawford-Horford: a 3’34” dalla sirena dell’intervallo i padroni di casa toccano il +20 (49-29) dalla lunetta con il neo “6° uomo” dell’anno! Anche stavolta i verdi hanno una piccola reazione e riescono a ricucire in parte lo svantaggio, chiudendo il primo tempo col punteggio di 53-40 . Dominatore del match Al Horford già in doppia-doppia da 12 punti e 10 rimbalzi, bene anche Mike Bibby (10 punti). Per gli uomini di Skiles bene Jennings (11 punti) mentre male John Salmons (4 punti, 2/8 dal campo).

Nel terzo periodo la musica non cambia: Atlanta tiene saldamente il comando delle operazioni senza scendere mai sotto la doppia cifra di svantaggio malgrado un Joe Johnson sottotono (4 punti, 2/12 dal campo), Jennings è l’unico giocatore in doppia cifra (15 punti) per i Bucks che ormai giocano più per l’orgoglio che per il risultato. 73-60 il punteggio alla penultima sirena di gioco, ma l’impressione è che il match sia già in ghiacciaia.

Nell’ultimo periodo non ci sono colpi di scena o, come successo in Gara5, una super rimonta dei Bucks, Atlanta consolida il vantaggio e dilaga nel finale.
Atlanta vince la serie (4-3) e approda alle semifinali della Eastern Conference dove affronterà gli Orlando Magic. Sulla carta una serie aperta che potrebbe vedere anche un finale in volata a Gara7, da non sottovalutare la resistenza fisica delle squadra in quando i Magic hanno impiegato solo 4 partite per aver la meglio sui Bobcats.

Francescomatteo Bertoli

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B