Cleveland: obiettivo Childress

childress La franchigia dell’Ohio inizia la ricostruzione post-James e tra i primi obiettivi vi è un ex conoscenza del basket a stelle e strisce e l’ala dei T-Wolves Jefferson.

SONDAGGIO: COSA FARANNO I MIAMI HEAT?

MIAMI: ECCO I CONTRATTI DEI “THREE KINGS”

JAMES-HEAT: GIUSTO, SBAGLIATO O DILEMMA?

FREE-AGENCY 2010

Una città arrabbiata e una squadra affranta, questa è la situazione dei Cleveland Cavaliers che, dopo l’addio shock di LeBron James, devono pensare alla rinascita.

Il proprietario dei Cavs, Dan Gilbert, accecato dalla rabbia dopo la decisione del suo ex pupillo, ha scritto una mail a tutti i tifosi dei Cavaliers, gettando altra benzina sul fuoco: “Tifosi di Cleveland, non meritate questo tradimento messo in scena da un codardo” poi la promessa che sembra più un azzardo sospinto dalla delusione: “Vi garantisco che i Cavaliers vinceranno un titolo NBA prima di quando lo vincerà quello che si è auto-soprannominato “King””.

Parole dure di un uomo tradito, ma la vita va avanti e i Cavs stanno mirando seriamente all’ex Atlanta Hawks nonché ala dell’Olympiacos Pireo: Josh Childress (27 anni).
Childress è reduce da un’ottima stagione con la squadra greca: vittoria della coppa di Grecia, Finale di Eurolega (persa Vs il Barcellona) e nomination nel secondo team Eurolega stagione 2009/10 con una media di 15.2 punti, 4.8 rimbalzi, 1.85 assist e 0.6 stoppate.
La crisi economica che ha colpito la Grecia e la volontà del prodotto di Stanford di tornare in NBA possono far si che Josh possa tornare a calpestare i parquet americani.

Inoltre, tramite Twitter, Brian Windhorst ha scritto che c’è un forte interessamento di Cleveland verso l’ala grande dei Minnesota Timberwolves Al Jefferson (25 anni), anche se al momento non ci sono offerte concrete.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B