T-Wolves-Lakers 111-92

webster copySecondo appuntamento dell’NBA Europe Live Tour, stavolta in scena a Londra con i Minnesota Timberwolves di Mike Beasley e Martell Webster che sorprendono i campioni in carica dei Los Angeles Lakers di un Kobe Bryant in campo solo per 6 minuti.

NBA EUROPE LIE TOUR MILANO

Minnesota Timberwolves – Los Angeles Lakers 111-92   (25-25, 55-56, 87-74)
Timberwolves: Beasley 21, Love 11, Milicic 8, Johnson 9, Ridnour 6, Pekovic 7, Webster 24, Brewer 4, Tolliver 10, Ellington 9, Koufus 2, Flynn ne, Hayward ne, Telfair ne
All.: Rambis
Lakers: Artest 3, Odom 17, Gasol 7, Bryant, Fishers 12, Brown 11, Blake 5, Barnes 9, Ratliff 4, Caracter, Vujacic 7, Naymicik, Johnson 8, Ebanks 5
All.: Jackson
Top performance:
Rimbalzi: Caracter 9 (5 off, LAL)
Assist: Love 6 (MIN)
Recuperi: Ridnour 4 (MIN
Palle perse: Beasley 6 (MIN)
Stoppate: Milicic 2 (MIN)
Mvp: Michael Beasley (MIN) 21 pt (7/9, 1/1, 4/5), 4 rimb, 3 rec, 1 stop

Minnesota Timberwolves – Los Angeles Lakers 111-92 (25-25, 55-56, 87-74)

Timberwolves: Beasley 21, Love 11, Milicic 8, Johnson 9, Ridnour 6, Pekovic 7, Webster 24, Brewer 4, Tolliver 10, Ellington 9, Koufus 2, Flynn ne, Hayward ne, Telfair ne
All.: Rambis

Lakers: Artest 3, Odom 17, Gasol 7, Bryant, Fishers 12, Brown 11, Blake 5, Barnes 9, Ratliff 4, Caracter, Vujacic 7, Naymicik, Johnson 8, Ebanks 5
All.: Jackson

Top performance:
Rimbalzi: Caracter 9 (5 off, LAL)
Assist: Love 6 (MIN)
Recuperi: Ridnour 4 (MIN
Palle perse: Beasley 6 (MIN)
Stoppate: Milicic 2 (MIN)

Mvp: Michael Beasley (MIN) 21 pt (7/9, 1/1, 4/5), 4 rimb, 3 rec, 1 stop

Cronaca:

I Los Angeles Lakers cominciano la loro pre-season per la seconda partita del NBA Europe Live Tour 2010 contro i Minnesota Timberwolves. Per Kobe Bryant problemi al solito ginocchio il quale per precauzione sarà  tenuto a riposo per i tre quarti della gara.

Con una presentazione in stile finale NBA, la O2 Arena da il benvenuto alle due franchigie. Gara che comincia sul filo dell’equilibrio, dove i Lakers giocano il solito attacco a triangolo appoggiandosi su Pau Gasol e trovando buone soluzioni in penetrazioni del neo campione del mondo Lamar Odom. I T-Wolves rispondo con tiri perimetrali che escono dalle mani raffinate di Martell Webster e del rookie Wes Johnson. In evidenza Michael Beasley, autentico leader offensivo della compagine di coach Rambis. Il punteggio dopo i primi 12’ è di perfetta parità 25-25.

Secondo quarto che tende ad accendere la gara con le fiammate da una parte di Shannon Brown, il quale buca ripetutamente la retina da fuori, ma i lupi rispondono colpo su colpo con un altro neo campione del mondo ovvero Kevin Love. Al lungo riposo si va sul punteggio di 56-55 per la compagine californiana.

Dopo l’intervallo, Michael Beasley decide di prendersi tutto il palcoscenico e inizia a macinare punti a suo modo, dando il primo strappo alla gara, portando il suo team, anche con l’aiuto delle triple di Webster sul +18. L’attacco los angelino privo sempre del numero 24, si arena, complice anche un Gasol abbastanza svogliato. Si va all’ultimo mini intervallo con i Timberwolves in vantaggio 87-74.

L’ultimo quarto sembra solo garbage time, se non fosse per Brown che cerca in tutti modi di riaprire la gara, ma Minnesota controlla abbastanza tranquillamente il risultato. Intanto il pubblico inglese  vorrebbe sempre di più l’ingresso di Kobe Bryant, ma coach Phil Jackson “stranamente” non accontenta il desiderio degli spettatori. Il Match quindi si conclude con Minnesota che amministra il vantaggio e porta a casa la vittoria contro Los Angeles, vittoria che non arrivava da 11 gare, ovviamente di regular season; il punteggio recita

Da questa partita non si possono trarre tantissime indicazioni per la stagione che va ad iniziare, soprattutto per i Lakers i quali hanno fatto vedere parecchie facce nuove ed interessanti, oltre agli acquisti più noti, Devin Ebanks sembra poter diventare il nuovo Trevor Ariza; sicuramente giovedì a Barcellona ci saranno altri Lakers e soprattutto un altro Pau Gasol. anche perché la partita sarà molto più viva. Mentre per T-Wolves ci sono buoni prospetti, buoni giocatori con voglia e talento, ma questi buoni prospetti dipendono solo e soltanto dall’MVP di questa sera.

Nicolò Paterini

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B