Look Around (Ep.1)

Look AroundInizia con la fine del primo mese di regular season una rubrica che, con scadenza mensile, valuterà quello che sta succedendo nelle conference confrontando le posizioni delle squadre con quanto pronosticato a metà Ottobre da NBA-Evolution. Anche perché di solito i pronostici fatti ad inizio stagione tendono a finire nel dimenticatoio in fretta, così facendo cercheremo di esaltarci o criticarci a seconda di quanto scritto.

Eastern Conference

1) Miami Heat: attualmente gli Heat occupano la posizione numero 5 a Est con un record di 10-8, sicuramente una partenza negativa caratterizzata dalla scarsa chimica di squadra, dalla mancanza di un vero play maker e da una rotazione nel parco lunghi già scarsa, ulteriormente ridotta dall’infortunio di Udonis Haslem. La testa di Spoelstra è pronta a cadere ma le colpe di aver assemblato una squadra che fino ad ora gira male non è solo sua.

2) Boston Celtics: i vecchi di Boston sono al numero 1, inizio sprint con lezione di gioco di squadra agli Heat nell’opening game e da li le basi di un’ottima partenza, record 12-4. Come pronosticato gli unici problemi possono essere gli infortuni, infatti di Jermaine O’Neal, ad esempio, si sono perse le tracce.

3) Orlando Magic: i Magic occupano la posizione numero 2 a Est, stesso record dei Celtics, 12-4. Buon inizio caratterizzato da un gioco basato meno sul tiro da tre e più sul gioco vicino a canestro con un Howard da 20 e 10 praticamente ad ogni uscita. Come richiesto da queste pagine, inoltre, coach Van Gundy sta facendo affidamento un po’ di più alla panchina, con Bass e Pietrus su tutti

rose4) Chicago Bulls: numero 4 pronosticati, numero 4 anche in classifica 9-6 record. L’impronta di coach Thibodeau si vede, Derrick Rose ha in mano le chiavi della squadra, Noah, miglior rimbalzista della lega, gioca come non ha mai fatto fino ad ora, il tutto in contumacia Boozer che ha ripreso ad allenarsi da poco.

5) Milwaukee Bucks: stagione negativa fino ad ora per i Bucks, 6-11, rari lampi del gioco fatto vedere lo scorso anno, le squadre sembrano aver preso le misure di Jennings, di Redd non c’è traccia e Bogut è il solito incostante, troppo poco da Salmons per coach Skiles.

6) New York Knicks: ad Est la squadra di D’Antoni occupa la posizione numero 7, record 9-9. E dopo l’inizio negativo e preoccupante, un bel giro ad Ovest con tre vittorie consecutive ha ridato ossigeno. L’anno della verità per ora è iniziato con luci ed ombre, come la stagione di Danilo Gallinari fino ad ora.

7) Philadelphia Sixers: si ok, qui fino ad ora la topica è colossale. I Sixers, malgrado un roster comprendete due stelle come Iguodala e Brand stanno facendo molta fatica, 4-13 e ultima piazza ad Est, e Evan Turner segue il trend della squadra. Difficile sperare in un veloce miglioramento

8) Atlanta Hawks: altro piccolo errore di valutazione, la compagine della Georgia occupa il seed n° 4 ad Est, 11 vinte e 7 perse, complice un incredibile partenza con 6 w consecutive. Coach Drew ha cambiato poco rispetto allo scorso anno e per ora i numeri gli danno ragione

Avevamo pronosticato come sorpresa gli Indiana Pacers e la squadra di Indianapolis in effetti con un ottimo inizio di stagione, tra cui spiccano le vittorie a Miami ed in casa dei Lakers, occupano la posizione numero 6 con uno bell’8-7 al saldo vittorie-sconfitte. Segnaliamo anche la stagione sopra le righe, nostre ovviamente, dei Cavs, ottavi ad est ed in attesa, giovedì, dalla partita che vale una stagione

Western Conference

1) Los Angeles Lakers: inizio fulminante con 8 vittorie in fila che faceva pensare ad una tranquilla regular season per I campioni uscenti, poi un rilassamento imprevedibile, forse, che relegano la compagine di coach Jackson al numero 2 con un record 13-4. Non una sorpresa negativa come gli Heat ad Est, ma da Kobe, Pau e Lamar ci si aspetta di più, viste come e da chi sono arrivate le sconfitte.

2) Oklahoma City Thunder: inizio lento per i Thunder che hanno fatto fatica a ritrovare il bel gioco della parte finale della scors stagione, poi, paradossalmente, con il piccolo infortunio che è costato tre partite a Kevin Durant la squadra si è ritrovata intorno a Westbrook. Adesso posizone n° 6, record 12-6 ma secondo noi non si fermeranno qui..

3) Dallas Mavericks: pronostico rispettato fino ad ora per la squadra Texana, come abbiamo scritto compagine da regular season se ce ne è una. 13-4 e attualmente una striscia aperta di 6 vittorie, con un gioco spumeggiante e un Dirk Nowitzki sempre sopra le righe.

ginobili4) San Antonio Spurs: senza infortuni rimangono l’avversaria più pericolosa per i Lakers ad Ovest. Partenza come non si vedeva da anni, nessun infortunio e il trio Parker-Ginobili-Duncan che sembra essere tornato a 4-5 anni fa. Attualmente n°1 e 14 vinte e 2 perse.

5) Phoenix Suns: fino ad ora stagione caraterizzata da alti, vedi vittoria a Los Angeles casa Bryant, e molti bassi. Decimo posto e 8-9 il record. I Suns devono ancora trovare la risposta alla domanda chi sostituisce Stet, e la risposta fino ad ora non sembra essere Turkoglu

6) Denver Nuggets: posizione n°7 e 10-6 il record e , visto il numero degli infortuni dei lunghi, la squadra di coach Karl sta fino ad ora facendo una buona stagione. Carmelo Anthony sta giocando un basket diverso rispetto agli anni precedenti e i Nuggets, in attesa che decida cosa fare del suo futuro, per ora ringraziano

7) Memphis Grizzlies: si vede che la posizione 7 a noi non porta bene, visto che anche qui per ora l’errore è evidente. Eppure i numeri e i giocatori ci sarebbero per sperare in qualcosa di meglio dell’attuale 7-10 con undicesima posizione annessa.

8) Portland Trail Blazers: difficile da interpretare la stagione di Portland, mantengono il pronostico, nostro ovviamente, 8 vinte e 8 perse ma un gioco non esattamente scintillante con un Brandon Roy che in questa stagione sta facendo più fatica del solito ad imporre la sua classe superiore. Probabilmente in attesa di qualche scambio che possa portare linfa nuova al roster.

Nella Western Conference fino ad ora due le sorprese più che positive. Gli Utah Jazz attualmente occupano la posizione numero 4 con un bel record di 14-5, Deron Williams ha cominciato la stagione come mai aveva fatto nelle stagioni precedenti e Jefferson ma soprattutto Paul Millsap non stanno facendo rimpiangere la partenza di Boozer ma anzi. I New Orleans Hornets hanno avuto un inizio esaltante facendo vedere un ottima pallacanestro guidati da Chris Paul tornato ai livelli di due anni, così come David West. Segnaliamo la buona stagione, finalmente viene da dire, di Marco Belinelli, che sembra aver trovato l’ambiente giusto per emergere nella lega. Dopo essere stati per tre settimane i numeri 1 ad Ovest è arrivata una prevedibile flessione per i ragazzi di coach Williams che adesso occupa il quinto posto con 12-5 alla casella vittorie-sconfitte.

La nostra sorpresa ad Ovest erano i…….Clippers….ecco diciamo non esattamente azzeccata visto l’ultimo posto e le 3 sole vittorie fino ad oggi. E questo malgrado un Blake Griffin che personalmente ha già vinto il titolo di Rookie Of The Year, e se avete dei dubbi telefonate al Gallo o a Amare per le referenze. Questo ci dice il primo mese di Stagione Regolare. Ma la stagione e lunga e tutto può ancora cambiare….

Marco Abbati

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B