Orlando: Arenas al 99%, poi Turkoglu

La guardia dei Blazers ferma 3 giorni per il ginocchio, Gilbertone potrebbe cambiare divisa nel brevissimo mentre il turco è scontento anche in Arizona, Wallace e Jackson sono disponibili sul mercato con coach Brown alle strette, New York mira ad un lungo mentre Heisley da fiducia a Mayo. Nash rassicura tutti su Twitter.


PARTITE DELLA NOTTE (17/12/10)

MVP RACE (17/12/10)

SONDAGGIO: MOMENT OF THE YEAR (2010)

Se prima erano solo chiacchiere da bar col proprietario dei Wizards che smentiva ogni voce, adesso l’idea che Gilbert Arenas (28 anni) possa passare agli Orlando Magic è sempre più forte se non certa; tant’è che le due franchigie stanno discutendo le modalità del passaggio dell’ex Warriors in Florida. Gilbert avrebbe rivelato che le operazioni si chiuderanno molto velocemente e che non vede l’ora di alzarla per Dwight Howard, se l’ex “Agent 0” dovesse fare (fatto al quanto probabile) le valigie, nella capitale arriverebbero Vince Carter (32 anni) e Marcin Gortat (26 anni).
Ma non è finita qui: Hedo Turkoglu (31 anni) sembra non essersi adattato neanche al sistema dei Phoenix Suns, la compagine dell’Arizona sta pensando di mettere l’ala turca sul mercato e, non lo si sa da ieri, “Brother Hedo” da tempo continua a sponsorizzare un suo ritorno con coach Stan Van Gundy, che sia la volta buona? Dati alla mano il rendimento di Turkoglu dal suo addio ai Magic è andato sempre più calando, in questa stagione le sue medie recitano: 9.5 punti, 4.0 rimbalzi e 2.3 assist in 25 minuti di impiego.

Portland: Roy si ferma ma non è in dubbio
I problemi non finiscono mai in casa Blazers; prima la tegola Oden e adesso le condizioni del ginocchio di Brandon Roy (26 anni) che dovrà stare fermo ai box per tre partite, con i medici che valuteranno settimana prossima. In questa stagione il leader di Portland non sta avendo vita facile per colpa dell’agognato ginocchio sinistro, nelle ultime tre partite disputate (0-3) il prodotto di Washington ha viaggiato ad una media di 6.4 punti (16.6 la media stagionale) con il 24% dal campo.Recentemente, tra l’altro, B-Roy ha avuto un piccolo diverbio con Andre Miller (34 anni) in quanto il #7 avrebbe dato l’ultimatum alla dirigenza della serie: “O me o lui!”.
Fonti vivine alla squadra narrano una frustrazione di Brandon verso il compagno di squadra che, a suo dire, avrebbe troppo la palla in mano; se si dovesse arrivare alla decisione di sacrificare uno dei due, Cho ha fatto capire a grande linee che il R.O.Y 2006/07 non si tocca.

Charlotte: tutti liberi!
I Charlotte Bobcats non stanno disputando una stagione sotto le aspettative  (9-16) visto come andò quella passata, dopo il pesante K.O a Memphis (-33 punti) coach Larry Brown non ce l’ha fatta più uscendosene con la seguente frase: “Non ci siamo proprio, i ragazzi non corrono, non difendono, fanno quello che vogliono e poi se la prendono sempre con gli arbitri. Bisogna intervenire”.
Infatti il “Charlotte Observer” ha riportato che tra i giocatori disponibili sul mercato vi sono, a sorpresa, i due leader/pilastri della compagine del North Carolina: Gerald Wallace (28 anni) e Stephen Jackson (31 anni), dando sempre più voce ad un ipotetico scambio che porterebbe Rip Hamilton (32 anni) alla corte di Michael Jordan e uno dei due a Detroit.

ALTRE NEWS
– I New York Knicks sarebbero sulle tracce del centro dei Portland Trail Blazers Joel Anthony Przybilla (31 anni).
Kenyon Martin (33 anni) tornerà ad allenarsi con i Nuggets settimana prossima
– L’owner dei Memphis Grizzlies Mike Heisley ha dato il suo voto di fiducia verso O.J Mayo (22 anni) perché resti in quel del Tennessee
Steve Nash (36 anni) sulla sua pagina di Twitter ha rassicurato i tifosi dopo la brutta botta rimediata a Dallas: “Sto bene anche se le condizioni della mia schiena sono spaventose, ma tornerò presto. Grazie per il supporto!”.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B