James espugna Phoenix, Ok ORL

Primo successo dei nuovi Orlando Magic che, tra le mura amiche, hanno interrotto la serie di 10 W consecutive dei San Antonio Spurs: ospiti che stanno in partita nel primo quarto (28-26) prima di venir asfaltati da Howard & Co. che nei periodi centrali segnano il distacco decisivo (+20 ad inizio 4° quarto).

I Sacramento Kings cadono in casa contro i Bucks facendosi ancora una volta rimontare; padroni di casa sul +6 (75-69) a 8′ dalla fine, da li un parziale di 15-2 in favore di Milwaukee con ancora una volta Earl Boykins a(19 punti) a fare le veci di Brandon Jennings.

Dwyane Wade non è sceso in campo a Phoenix (ginocchio) ma i suoi Miami Heat hanno colto lo stesso la vittoria grazie ai 36 a referto di LeBron James; partita simile a quella di Orlando tra Magic e Spurs con i Suns che, malgrado un Nash da 4 punti (1/4 dal campo), tengono botta agli Heat nella prima frazione (22-19), poi l’accoppiata James-Bosh piazza un break di 20-4 nel secondo quarto, consolidando la loro leadership sul +13 ad inizio ultimo quarto (59-72).

Orlando Magic – San Antonio Spurs 123-101
ORL: Turkoglu 11, Bass 17, Howard 29 (14 rimb), Richardson 15, Arenas 14, Redick 17, Anderson 10
SAS: Duncan 12, Jefferson 10, Blair 10, Parker 16, Ginobili 10, Bonner 10, Neal 16, Splitter 11

Sacramento Kings – Milwaukee Bucks 79-84
SAC: Dalembert 13 (12 rimb), Landry 9 (12 rimb), Udrih 17
MIL: Bogut 15 (13 rimb), Salmons 12, Dooling 14, Boykins 19

Phoenix Suns – Miami Heat 83-95
PHX: Frye 14, Lopez 12, Dudely 33 (12 rimb), Nash 4 (18 ass)
MIA: James 36, Bosh 23 (11 rimb), Arroyo 11, Chalmers 11

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B