Knicks-Bulls 103-95

Nella sfida tra due dei candidati al trofeo di MVP (Stoudemire e Rose) a vincere è stato Wilson Chandler con le sue giocate offensive ma soprattutto la difesa degli uomini di D’Antoni nell’ultima frazione. Boozer in doppia-doppia ma vana insieme ai 25 di D-Rose.

New York Knicks – Chicago Bulls 103-95 (21-20; 52-54; 85-83)

Knicks: Chandler 15 (10 rimb), Gallinari 15, Stoudemire 20 (10 rimb), Felton 20 (12 ass), Fields 14 (11 rimb), Williams 6, Douglas 8, Turiaf 5, Mason Jr. ne, Mozgov ne, Randolph ne, Walker ne.
All. D’Antoni

Bulls: Boozer 26 (19 rimb), Deng 15, Thomas 4, Bogans 3, Rose 25, Brewer 6, Asik, Gibson 4, Korver 7, Watson 5, Scalabrine ne, Johnson ne.
All. Thibodeau

Top performance:
Rimbalzi: Boozer 19 (6 off, CHI)
Assist: Felton 12 (NYK)
Recuperi: Rose 6 (CHI)
Palle perse: Rose 7 (CHI)
Stoppate: Stoudemire 6 (NYK)

MVP: Wilson Chandler (NYK) 15 punti (5/10, 1/4, 2/2), 10 rimbalzi, 2 assist, 1 recupero, 2 perse, 2 stoppate

Italian Job: Gallinari 15 punti (2/5, 3/4, 2/4), 4 rimbalzi, 2 assist, 2 recuperi, 5 perse

Cronaca:
Inizio a mani fredde con molti errori, come tipico nei match a mezzogiorno, dopo 5’ di gioco il punteggio recita 8-7 con coach Thibodeau che decide di piazzare Kurt Thomas su Amar’e Stoudemire.
Chicago non trova un gioco collettivo quindi è Derrick Rose show (7 punti) e col gioco da 3 punti di Boozer i Bulls trovano il vantaggio sul 11-12, intanto il Gallo si sblocca con lay-up del 13-14. La prima frazione vede uscire nell’ultimo minuto gli uomini di coach D’Antoni con una buona difesa e i guizzi offensivi di Raymond Felton, 21-20 Knicks.

Secondo quarto che si apre con i rispettivi #1 in panchina, la difesa casalinga che conferma il trand positivo e con due triple consecutive firmate Douglas e Fields i Knicks volano sul +8 (30-22) dopo 3’.
I Bulls si attacco alle giocate dei singoli come C.J Watson ma le seconde linee di D’Antoni si fanno ben rispettare e si lanciano sul +9 (38-29) con un 2+1 di Fields arrivato da un tap-in su errore di Turiaf dalla lunetta.
Tornano Rose, STAT e il Gallo sul parquet e i Bulls in un lampo ricuciono il distacco impattando sul 38 pari e poi colgono pure il sorpasso con la seconda tripla di Korver sul 40-41 a metà periodo. Partita equilibrata con continui cambi di ledership regalati prevalentemente dai due #1, proprio come nella prima frazione le franchigie arrivano punto a punto con il jumper sulla sirena di Boozer (15 punti) su assistenza Rose (4 assist) per il 52-54 Bulls.
Per gli ospiti 15 punti a testa per il duo Rose-Boozer, per i Knicks Stoudemire a quota 14 mentre solo 4 punti con 1/4 dal campo per Gallinari, ospiti che sfruttano il vantaggio sotto i ferri e a giustificare questo fatto sono i 31 rimbalzi (12 offensivi) contro i 21 (2 offensivi) dei padroni di casa.

Secondo tempo prosegue sulle note dei quarti precedenti con il tema dell’elastico a far da padrone: da 54-60 Bulls dopo 3 ‘ al 76-73 Knicks a 3’ dalla fine con il Gallo che sale in cattedra sia in difesa che in attacco toccando quota 16 punti.
A 1’22” tornano a farsi vedere il #1 in maglia rossa autore di due perle offensive (23 punti) e Deng che col 2/2 riporta avanti sull’80-81 i suoi, contro-sorpasso immediato col jumper di Williams e l’arcobaleno di Felton (85-81) a 45” dalla sirena. L’inglese col #9 accorcia ancora dalla lunetta e all’ultimo quarto gli uomini in maglia verde guidano 85-83.

Ultimo quarto che non vede in campo Gallinari e STAT ma vede il pareggio a quota 87 dopo 2’ col jumper di D-Rose.
Knicks sul +4 a 7’ dalla fine quando su un entrata di Rose Stoudemire commette fallo a fischio già partito facendo molto arrabbiare la guardia ex Kansas. Dopo una serie di errori da entrambe le parti Wilson Chandler (reo di una stoppata a Rose) piazza il jumper del +6 (93-87) e Felton il lay-up del +8 Knicks (95-87) a 4’41” dalla sirena finale. Anche senza tiri presi ottima presenza in campo di DG8 con giocate di presenza molto preziose. Ancora Chandler, nettamente il migliore in campo, firma il +10 con il long-two (99-89), nell’ultimo periodo gli ospiti hanno segnato solo 6 punti con un Rose molto falloso e un Boozer totalmente omissivo in difesa.
Sembra finita ma i Bulls non mollano e arrivano a -6 (99-93) a 1’ dalla fine ma la persa di Kurt Thomas e il successivo lay-up dell’indomabile Chandler chiude di fatto i giochi.

Forse per la prima volta dalla gestione D’Antoni i Knicks hanno vinto la partita grazie alla difesa che nell’ultimo periodo ha annullato dal campo Derrick Rose e quindi mandato in tilt tutto l’attacco Bulls. Stoudemire chiude con 14 punti ma da sottolineare le 11 assistenze di “Mondo” Felton e il contributo positivo di Larry Fields e nel nostro Danilo Gallinari, 0 tiri presi nell’ultima frazione ma tatticamente ineccepibile.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B