Bulls all’overtime, brivido Clippers

Partita emozionante al Palace Of Auburn Hills di Detroit; Bulls a +7 (78-85) a 1’16” dal termine ma i padroni di casa non ci stanno, tripla di T-Mac, lay-up di Prince e -2 (83-85) a -40″. Rose (23+12 rimbalzi) sbaglia il Jumper a 19″, Detroit va in attacco dove prima sbaglia McGrady, poi sbaglia Hamilton due volte ma sul secondo errore ecco il tap-in a 0″6 di Villanueva, overtime! Supplementare giocato punto a punto fino a 35″ sul 92-93 Bulls, Stuckey sbaglia il running a 4″, Korver chiuderà i giochi dalla lunetta.

I Clippers prima i fanno rimontare 18 punti di vantaggio dai Suns (85-85 a metà 4° periodo), poi con le giocate del solito e spettacolare di Blake Griffin (28+12) firmano un break di 11-3 che li lancia sul 98-89 con 5′ da giocare. Griffin esce per falli a 3′ e a 22″ Pietrus segna la tripla del -1 (104-103), Foye non trema dalla lunetta (106-103) e giocata decisiva di Eric Gordon che ruba palla a Pietrus e chiude il match!
Con questo successo i Clippers interrompono la serie 9 W consecutive da parte di Phoenix nei confronti dei cugini dei Lakers.

A Cleveland Michael Beasley (28 punti) decide il match tra i Cavs e T-Wolves con un lay-up a 5″ dalla fine, Jamison ha la palla della vittoria ma il suo tiro non va. Rufy Gay chiude con 30 punti, Randolph con 18 e 16 rimbalzi nella vittoria esterna dei Grizzleis ad Indiana dove Danny Granger ha firmato 29 punti ma con 8/20 dal campo; dopo un primo tempo inguardabile offensivamente e chiuso sotto di 9, gli Hornets di Chris Paul (22 punti) aggiustano il tiro e piazzando un break di 17-4 nel terzo quarto recuperano e superano gli Atlanta Hawks. Ginobili e Parker siglano 41 punti in due (21 e 20) nella vittoria contro i Wizards che ritrovano John Wall (4 punti).

Infine 3° K.O consecutivo per i Denver Nuggets che senza Melo Anthony non riescono a trovare il “bandolo della matassa”, loro carnefici sono stati anche quest’anno i Philadelphia 76ers; Nuggets che avrebbero anche sorpassato i Sixers sull’86-85 a 3′ ma il canestro di Aaron Afflalo è stato scoccato dopo la sirena dei 24″, da li Philly ha piazzato 4 punti di fila, Nene accorcia sul -3 (86-89) ma la tripla di Sonny Meeks (17 punti9 ha spezzato le gambe agli uomini di coach Karl.

Los Angeles Clippers – Phoenix Suns 108-103
LAC: Griffin 28 (2 rimb), Gordon 24, Jordan 9 (11 rimb), Davis 15, Foye 10
PHX: Hill 19, Frye 12, Nash 21 (15 ass), Gortat 11, Pietrus 25

Cleveland Cavaliers – Minnesota Timberwolves 97-98
CLE: Jamison 24, Varejao 6 (12 rimb), Parker 21, M.Williams 17 (11 ass), Hickson 11
MIN: Beasley 28, Love 16 (18 rimb), Ridnour 23, Flynn 11

Detroit Pistons – Chicago Bulls 92-95 OT
DET: Prince 17, Villanueva 12 (10 rimb), Stuckey 16, McGrady 15, Hamilton 15
CHI: Deng 10, Boozer 31 (11 rimb), Rose 23 (12 rimb)

Indiana Pacers – Memphis Grizzlies 90-104
IND: Granger 29, Hibbert 14 (10 rimb), Dunleavy 10
MEM: Gay 30, Randolph 18 (16 rimb), Gasol 17, Conley 4 (10 ass), Mayo 17

New Orleans Hornets – Atlanta Hawks 93-86
NOH: Ariza 12 (10 rimb), West 18, Okafor 14, Paul 22, Jack 10
ATL: Williams 18, Smith 10 (12 rimb), Johnson 23, Ja.Crawford 10

Italian Job: Belinelli (0/3, 0/3 da 3), 3 rimb (1 off), 1 persa

San Antonio Spurs – Washington Wizards 94-80
SAS: Ginobili 21, Parker 20 (14 ass), Hill 11
WAS: Lewis 21 (12 rimb), Thornton 11, Armstrong 6 (13 rimb), Young 10, Hinrich 15, Howard 11

Denver Nuggets – Philadelphia 76ers 89-95
DEN: Nene 13, Smith 9 (11 rimb), Afflalo 14, Billups 24, Lawson 14, Williams 3 (11 rimb)
PHI: Brand 16 (17 rimb), Meeks 17, Holiday 22, Young 20

Daily Zap

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B