Look Around (Ep.2)

Anche il secondo mese di regular season è andato, l’analisi sullo stato dei nostri pronostici arriva quindi al capitolo 2 con le classifiche delle conference che iniziano a prendere una fisionomia già più valutabile. Qualcosa inoltre a livello di trade ha cominciato a muoversi, vedi lo scambio che ha coinvolto Orlando, Phoenix e Washington, creando scenari nuovi e interessanti. LOOK AROUND (EP.1)

Eastern Conference

1) Miami Heat: mese di Dicembre semplicemente perfetto per gli Heat che malgrado qualche difficoltà residua sembrano aver trovato la quadratura del cerchio e dalla posizione 5 occupata alla fine di novembre, e con qualche fatica di troppo anche, salgono fino alla numero 2 con un record di 25 vinte e 9 perse, avendo perso una sola partita nel mese. Il duo James – Wade sta diventando quel rebus inesplicabile per tutti e Bosh sembra rallegrarsi del ruolo di terzo violino. Rispetto ad un mese fa altra musica in Florida e scommettiamo che sul viso di Riley sta comparendo un sorrisino sarcastico..

2) Boston Celtics: mantengono saldamento il numero 1 ad est tutto sembra girare molto bene fino ad ora per coach Rivers. Certo da Miami non arrivano buone notizie per Pierce e compagni, fino ad ora il calendario ha dato una mano alla squadra del Massachussets e fino a ieri sera gli infortuni seri sembravano essersi scordati dei lunghi di Boston. Fino a ieri sera appunto, a proposito se qualcuno avesse notizie di Jermaine O’Neal…..

3) Orlando Magic: i Magic hanno avuto un Dicembre caratterizzato da troppi alti e bassi, basti pensare al record mensile di 8 vinte e 8 perse, che hanno fatto scivolare la squadra di coach Van Gundy dal secondo posto di fine Novembre al quarto attuale. La buona notizia per i tifosi di Orlando è che Howard ha, finalmente diciamo noi, alzato la voce dopo un periodo in cui i Magic sembravano aver perso la strada dando praticamente il là alla trade che potrebbe aver cambiato il corso della stagione.

4) Chicago Bulls: terzo posto attuale ad est con 20 vinte e 10 perse ed un ottimo mese di dicembre. Ritrovato Boozer coach Thibodeau ha perso Noah, fortunatamente Rose non sembra aver intenzione di abbassare il suo livello di gioco ma anzi. E se Chicago trovasse anche una guardia da starting five….

5) Milwaukee Bucks: e già siamo stati proprio lungimiranti….fino ad ora i Bucks sono una delle squadre delusione ad est, se novembre era stato negativo Dicembre è stato…peggio, 12 vinte 18 perse fino ad ora ma soprattutto un gioco che sembra aver perso la fluidità dello scorso anno. Certo vista la Conference i playoffs sarebbero ancora alla portata di Milwaukee che aspettano il recupero di Jennings e Delfino sperando che possano tornare a giocare come la scorsa stagione

6) New York Knicks: ottimo mese di dicembre per i Knicks che conservano il sesto posto ad Est con 18 vinte e 13 perse, con il duo Stoudemire-Felton sugli scudi a livello di statistiche, anche se in realtà la stagione di New york è cambiata con l’ingresso in quintetto nel ruolo di ala forte tattica di Winston Chandler. Certo le due sconfitte contro Boston e Miami fanno capire che qualcosa manca a coach D’Antoni per essere completamente competitivi e se quel qualcosa si chiamasse Danilo, ancora troppo alle prese con alti e bassi nel suo gioco.

7) Philadelphia Sixers: dopo il terrificante mese di Novembre avevamo lasciato i Sixers con la profetica frase difficile sperare in un veloce miglioramento…appunto. E mai profezia si è rivelata più errata, con un buon mese di Novembre Phila da 4-13 è passata a 13-19 conquistando attualmente l’ottava piazza ad est, dimostrando notevoli miglioramenti con Brand, Iguodala e Hawes sugli scudi. E se anche Nocioni tornasse ai livelli di Chicago, con un Evan Turner in crescita sognare i play off non è impossibile

8) Atlanta Hawks: zitti zitti gli Hawks continuano a disputare una buona stagione, dicembre sembra speculare al primo mese di stagione regolare e coach Drew continua a fare un ottimo lavoro specie su Horford, leader silenzioso della squadra. Se Johnson e Crawford continuano a fare Johnson e Crawford Atlanta non dovrebbe avere problemi in ottica play off, aspettando che Josh Smith faccia quel salto di qualità necessario per puntare a giocare fino a maggio inoltrato….

A novembre la nostra sorpresa ad est Indiana sembrava lanciatissima verso una buona stagione, attualmente i Pacers occupano ancora la settima posizione con un record di 13-17 ed un trend negativo che non lasciano presagire niente di buono. Certo viste le rivali ad est tutto potrebbe accadere, Charlotte è vittima del suo presidente-proprietario, fenomenale l’idea di cacciare coach Brown, dei Nets se ne sono perse le tracce, mentre Detroit, Washington, Cleveland e Toronto rasentano la mediocrità abbondantemente annunciata

Western Conference

1) Los Angeles Lakers: parlare di sorpresa negative forse e troppo visto il record di 22 vinte e 10 perse, ma fino ad ora sono arrivate troppe sconfitte a dicembre contro squadre con un record sopra il 50% ed anche le ultime due contro Miami e gli Spurs potrebbero essere un campanello d’allarme. Se è vero che le motivazioni di Kobe e compagni iniziano a manifestarsi ad Aprile è altrettanto vero che è dimostrato che il fattore campo nei playoff conta qualcosina

2) Oklahoma City Thunder: anche dai Thunder ci si aspettava qualcosa di più, anche se ultimamente si è ricominciato a vedere il gioco spumeggiante della scorsa stagione. La compagine dell’Oklahoma attualmente occupa il quinto posto ad ovest con 22 vinte e 11 perse ed un dicembre a corrente alternata, in attesa che Durant torni l’incredibile realizzatore dello sorso anno

3) Dallas Mavericks: Secondo posto ad ovest un buon mese di dicembre, ottimo record con 24 vinte e 6 perse e conferma ulteriore che i Texani sono squadra da stagione regolare. Certo l’infortunio di Nowitzki dimostra quanto i Mavs siano Dirk dipendenti e questo in ottica maggio è pericoloso.

4) San Antonio Spurs: dicembre come novembre forse anche meglio. Una delle partenze migliori nella storia della lega, gli Spurs con 27-4 bussano alla porta dei Lakers chiedendo l’abdicazione già da adesso. Ci riripetiamo, se gli infortuni si dovessero dimenticare di Duncan e Ginobili e visti i notevoli progressi di Jefferson coach Popovych sta cominciando a ridacchiare…..

5) Phoenix Suns: se un mese fa era stata la posizione 7 dei nostri pronostici a farci fare una figuraccia, questo mese l’onore…. Spetta alla numero 5. Infatti come ad est anche ad ovest la quinta piazza si segnala come nostra personalissima nemesi, vista la pessima stagione dei Suns dopo un tremendo dicembre, attualmente 13 vinte 17 perse e la pagliuzza corta nella trade con Orlando.

6) Denver Nuggets: anche con i Nuggets fino ad ora pronostico rispettato, sesto posto ad ovest senza infamia ma, purtroppo per loro, anche senza lode, 18-13 il record ed un dicembre molto anonimo. Denver rimane in attesa che Anthony decida cosa fare, solo che la margherita che Carmelo sta sfogliando sembrerebbe infinita….

7) Memphis Grizzlies: sinceramente ci aspettavamo di più, il record di 14-18 mantiene i Grizzlies lontani dalle posizioni che contano e visto il roster la cosa ci lascia perplessi. Dicembre non ha visto grossi miglioramenti, anzi, forse a Memphis servirebbe una trade che possa risollevare lo spirito della franchigia che può e deve lottare per posizioni migliori.

8) Portland Trail Blazers: un mese fa erano ottavi con 8 vinte e 8 perse, alla fine di dicembre sono ottavi con 16 vinte e 16 perse….dobbiamo aggiungere altro???? Si, i gatti neri hanno ripreso a fare i gesti scaramantici nell’Oregon e questo non è un buon segno………

Ad ovest Utah e New Orleans stanno disputando un ottima stagione. Fino ad ora semplicemente splendida quella dei Jazz, terzi con 22-10 ed il solito grande Deron Williams, in leggero calo gli Hornets, che erano partiti fortissimo a novembre e che hanno avuto una flessione, probabilmente anche fisiologica, a dicembre, record attuale 18-14 e posizione numero 7. Houston sembra essere in ripresa dopo un novembre tragico anche dal punto di vista degli infortuni, con un buon dicembre si avvicina al 50% tra sconfitte e vittorie e potrebbe dire la sua per un posto nei play off.

La nostra sorpresa ad ovest……ah già i Clippers….si! Miglioramenti nel mese se ne sono visti, Blake Griffin è già adesso Rookie Of The Year, ma da qui a sperare che possano avvicinarsi alle posizioni utili per i playoff ce ne passa……

Dandovi gli auguri di Buon Anno e di una buona NBA a tutti vi diamo appuntamento a Gennaio 2011 per la terza puntata!

Marco Abbati

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B