Strepitoso Young (43), Denver domina i Suns

Danny Granger (27 punti) e Nick Collison (21+13 assist) guidano ad un importante successo esterno i loro Pacers a Philadelphia, grazie anche alla pessima serata di Andre Iguodala (1 punto, 0/7 dal campo); decisivo il break di 12-2 negli ultimi 2’36”, da 99 pari al 103-111 finale.

Partita delle “non difese”, con in aggiunta un overtime, a Washington tra Wizards e Kings; nell’ultimo quarto gli ospiti (sempre privi di Evans) rimontano dal -11 e con il lay-up di Jeter a 3″ impattano a quota 126-126, nel supplementare si rivelerà decisivo Kirk Hinrich autore di un parziale (4-0) che ha lanciato i suoi sul +5 (135-130) a 28″, a 3″ i Kings hanno avuto di nuovo l’ultimo poseesso ma la tripla di DeMarcus Cousins non è andata a segno. Da sottolineare la maiuscola prestazione di Nick Young, 43 punti per lui.

Inutile la solita doppia-doppia di Kevin Love (20+20) per evitare lo “sweep” da parte dei San Antonio Spurs (4-0 Vs ii T-Wolves in stagione); a differenza dei tre incontri precedenti, ai texani è bastato trovare la leadership di +10 nel primo quarto (4-12 dopo 5′) per gestire il vantaggio, top-scorer Manu Ginobili co 19 punti. Tra le altre vittorie in trasferta ottima W dei New York Knicks sul campo dei Portland Trail Blazers con il solito Stoudemire (23 punti) a dettar legge; match che ha sempre visto gli ospiti guidare dall’inizio alla fine, quando Aldridge & Co. sono arrivati a -7 (78-85) a 5′ dal termine, un parziale di 9-0 ha ucciso il match a favore Knickerbockers.

In quella che per molti potrebbe esser stata l’ultima partita al Pepsi Center di Denver di Carmelo Anthony (28 punti), i Nuggets hanno prima rimontato e poi asfaltato nei quarti centrali i Phoenix Suns; dopo una prima frazione chiusa sotto di 12 (20-32), gli uomini di coach Karl hanno stretto le viti in difesa e con J.R Smith hanno trovato il sorpasso a metà 2° quarto (41-39), da quel momento in poi i Suns non si sono più visti sul campo tanto da entrare nell’ultima frazione sotto di 30 (102-72). Career-high per Aaron Afflalo (31 punti).

Inquietante per non dire drammatico il match dei Cleveland Cavaliers a Hollywood contro i Los Angeles Lakers; partita mai iniziata con i padroni di casa che hanno mandato 7 uomini in doppia-cifra con top-scorer Ron Artest (15 punti) e fatto segnare tutti i giocatori a disposizione di coach Phil Jackson, per i Cavs basta leggere i numeri: 29% al tiro (23/77), 19 palle perse, 42 rimbalzi contro 53 e un -55 che segna l’11° K.O consecutivo!

*Il match tra gli Atlanta Hawks e i Milwaukee Bucks è stato posticipato causa neve.

Atlanta Hawks – Milwaukee Bucks (Cancellata)

Philadelphia 76ers – Indiana Pacers 103-111
PHI: Brand 18, Meeks 13, Holiday 19, Speights 14, Williams 12, Young 12, Turner 14
IND: Granger 27, Hansbrough 12, Dunleavy 20, Collison 21 (13 ass), Fosters 10

Washington Wizards – Sacramento Kings 136-133 OT
WAS: Lewis 16 (10 rimb), Blatche 16 (13 rimb), McGee 10 (11 rimb), Young 43, Wall 22, Hinrich 14
SAC: Garcia 26, Cousins 10, Udrih 26, Landry 23, Casspi 15

Minnesota Timberwolves – San Antonio Spurs 96-107
MIN: Love 20 (20 rimb), Brewer 11, Ridnour18, Webster 18
SAS: Jefferson 17, Duncan 16, Ginobili 19, Parker 12 (13 ass), Bonner 16

Denver Nuggets – Phoenix Suns 132-98
DEN: Anthony 28 (10 rimb), Nene 11, Afflalo 31, Harrington 10, Smith 15, Lawson 16
PHX: Frye 11, Carter 15, Nash 15, Gortat 11, Dragic 11

Portland Trail Blazers – New York Knicks 86-100
POR: Batum 13, Aldridge 19 (10 rimb), Camby 1 (16 rimb), Miller 14, Matthews 10, Fernandez 18
NYK: Chandler 17, Stoudemire 23, Turiaf 19 (10 rimb), Felton 17 (14 ass), Walker 10

Italian Job: Gallinari DNP

Los Angeles Lakers – Cleveland Cavaliers 112-57
LAL: Artest 15, Gasol 13 (14 rimb), Bynum 15, Bryant 13, Fisher 10, Odom 13, Brown 13
CLE: Gee 12, Sessions 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B