Mavs su J.R, Melo meeting con NJ?

I Mavericks mettono giù la lista della spesa con tre nomi di livello, Artest propose i Clippers a LeBron due anni fa, Anthony rassicura i tifosi di Denver e le sanzioni del derby di L.A, KG vicino al rientro, Boozer e Barbosa out.

PARTITE DELLA NOTTE (17/1/2011)

Brutto momento per i Dallas Mavericks, 2 vittorie nelle ultime 10 partite giocate malgrado Dirk Nowitzki (32 anni) sia rientrato dall’infortunio, per tornare sulla retta via e coprire il buco lasciato da Caron Butler (30 anni), la compagine texana ha steso una lista di giocatori per la dead-ine di febbraio: sotto le plance l’obiettivo è il centro brasiliano Nene (28 anni) dei Denver Nuggets, alla sua stagione migliore con 15.2 punti e 7.20 rimbalzi ad uscita, altro nome che può giocare però sia dentro che fuori è quello di Tayshaun Prince (30 anni) dei Detroit Pistons mentre per il ruolo di SG il nome è quello di J.R Smith (25 anni)!
Da ESPN Dallas giungono voci che l’obiettivo principale era Stephen Jackson (30 anni) ma, causa il suo oneroso contratto, Cuban e soci non vogliono fare questo sacrificio e che J.R possa essere l’unica vera alternativa.

Artest a LeBron: “Vieni a L.A…Clippers”
Nella notte Ron Artest (31 anni) è stato vittima di un’ingiusta espulsione a fine partita nel derby perso dai suoi Lakers contro i Clippers (per chi si fosse perso la mini-rissa del derby la può trovare sulla nostra fan-page di Facebook) ma, prima del match, l’ex Kings era tornato a parlare di LeBron James (26 anni) e della sua scelta, dichiarando che durante il loro primo face-to-face natalizio: “Quando due anni fa ci incontrammo a Natale (2009, ndr)  gli chiesi: “Dai, vieni a L.A con i Clippers!” non era per schernirlo ma anzi, avere Kobe Bryant e LeBron James nella stessa città sarebbe idilliaco per tutti! Si vive bene qui, c’è un bel clima e una personalità come la sua si sarebbe trovata davvero a suo agio per non parlare che dei Clippers che stanno mettendo su un bel progetto, con lui nel roster sarebbero davvero pericolosi”.
Attendendo la decisione della Lega in merito alle 4 espulsioni del derby (Davis, Griffin per i Clips, Odom e Ron per i campioni), possiamo solo dire: Ron, se quello ti avesse ascoltato…

Melo & i Nets: Ep.6, la rassicurazione e il meeting
Resta, se ne va, resta, se ne va, è l’ultima in casa con Denver ecc ecc…questo è il tormentone che ha monopolizzato da mesi la stagione NBA e che ha messo al centro dell’attenzione Carmelo Anthony (26 anni) il quale, nelle ultime uscite, sembra esserne influenzato viso i numeri: 12 punti (5/11 dal campo) nel successo contro i Cavs e 12 punti (5/12 dal campo) nel K.O a San Antonio.
Proprio dopo la sconfitta in Texas il giocatore ha voluto parlare rassicurando i tifosi di Denver: “Non so cosa succederà ma vi assicuro che per questa settimana mi vedrete ancora con la casacca dei Nuggets”, intanto nel Colorado il GM Ujiri ha rilasciato un’intervista sove è stra-sicuro che le “pepite” hanno tutti i mezzi e le qualità per far si che Melo firmi quell’estensione che da agosto gli viene proposta ($65 milioni per 3 anni).
Mentre a  Denver regna l’ottimismo, a New Jersey si vocifera che i Nets siano pronti ad incontrare l’ex Syracuse per chiudere di fatto la trade.

INFORTUNI
Carlos Boozer (29 anni) salerà il match del “Martin Luther King Day” a Memphis causa distorsione ad una caviglia procuratosi nel match vinto contro Miami.
Kevin Garnett (34 anni) e Kendrick Perkins (26 anni) sono tornati ad allenarsi con i compagni, non è da escludere la loro presenza in panchina stanotte nel match tra Celtics e Magic.
Leandro Barbosa (28 anni) dovrà stare lontano dai campi per 1/2 settimane causa stiramento al bicipite femorale destro.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B