Durant 47 con brivido, Hornets 10 e lode!

Neanche tra le mura amiche gli Utah Jazz riescono a fermare l’emorragia di sconfitte (6 consecutive), stavolta loro carnefici sono stati i San Antonio Spurs, alla decima vittoria nelle ultime 11; decisivo il break a cavallo tra il 1° e il 2° quarto di 17-0 con il quale gli Spurs si sono portati sul +17 (29-46). Deron Williams prova da solo (39 punti) a rimontare ma l’argentino (26 punti) respingerà sempre le fiammate del PG.

Chi invece ha vinto 10 nelle ultime 10 giocate sono i New Orleans Hornets di uno scatenato David West (22 punti) e di un fantastico Chris Paul (18+17 assist); i Warrios rimontano fino a -5 (63-68) con Monta Ellis (26 punti) ma la banda di Monty Williams, guidata da CP3, piazzerà un break di 13-3 che la porterà sul +15 (66-81). Per il Beli 11 punti in 20 minuti.

Gli Orlando Magic mandano 6 uomini in doppia-cifra (Howard e J-Rich 19 a testa) nel successo esterno sul campo degli Indiana Pacers grazie ad un ottimo primo tempo chiuso sul +14 (48-62) e alle percentuali del tiro pesante, 47% (16/34, 4 di Richardson)) per i Magic contro il 26% (8/30) dei padroni di casa.

Devin Harris realizza 9 dei suoi 13 punti nel 4° periodo trascinando alla seconda vittoria consecutiva i suoi New Jersey Nets, non sono serviti i 22 punti di Rudy Gay peri Memphis Grizzlies.
Continua la crisi anche per i Toronto Raptors di Andrea Bargnani (17 punti), all’Air Canada Center i Philadelphia 76ers rimontano, sotto di 9 nel primo quarto (29-20), e nel terzo quarto piazzano un break di 9-0 a 5’51” portandosi sul +11 (64-75), distacco mai più ricucito dai canadesi che hanno avuto DeMar DeRozan come top-scorer con 29 punti.

Al Palace di Detroit va in scena la più classica delle vendette dell’ex; a 3’15” Will Bynum segna il -1 (91-92) ma da li Chauncey Billups (26 punti) segnerà 12 punti con 4 triple in un parziale di 17-10 che ha spento la fiamma della speranza dei padroni di casa.

Grande vittoria dei Milwaukee Bucks contro gli Atlanta Hawks; aquile sul +11 ad inizio ultimo quarto poi il black-out con Earl Boykins che guida un break di 22-2 lanciando i suoi sul +5 (91-86) a 1’36” dalla fine, a 47″ Atlanta è sotto di 3 (92-90) ma gli uomini di Skyles non tremeranno dalla lunetta.

Kevin Love e Mike Beasley combinano 61 punti (31 e 30 punti) ma sono stati vani contro i 47 di Kevin Durant; a 4″ dalla sirena Jeff Green segna il jumper del 110-110, Love ha la palla della vittoria ma il suo tiro non andrà quindi tutti all’overtime. Nel supplementare regna l’equilibrio fino a 28″ quando, sul 106-106, KD segnerà il tiro del +2, Brewer ruba palla a Sefolosha e va in lunetta a 7″ dalla fine: mette il primo sbaglia il secondo rimbalzo T-Wolves ma la tripla di Ridnour della vittoria anche stavolta non troverà il fondo del secchiello.

Kevin Martin tira male (8 punti, 3/11) e si infortuna ma questo non impedirà ai suoi Rockets di archiviare degli spenti Clippers (Griffin 14+11), grazie anche ai 20 punti di Kyle Lowry; colpo esterno invece per i Charlotte Bobcats del duo Wallace-Jackson (22 e 23 punti) sul campo dei Phoenix Suns del duo Nash-Carter (27 e 22 punti): dopo aver rimontato 7 punti (79-72) Charlotte vola sul + 5 (87-92) a fine terzo periodo e riuscirà a tenere sempre questo vantaggio con i Suns che massimo toccheranno più volte il -2.

Indiana Pacers – Orlando Magic 96-11
IND: Granger 27, Dunleavy 10, Collison 21, George 10
ORL: Turkoglu 18, Howard 19 (16 rimb), J.Richardson 19, Nelson 12, Anderson 14, Redick 10

New Jersey Nets – Memphis Grizzlies 93-88
NJN: Lopez 17, Harris 13, Vujacic 14, Morrow 19, Humphries 14
MEM: Gay 22, Randolph 20 (16 rimb), Conley 16

Toronto Raptors – Philadelphia 76ers 94-107
TOR: Johnson 15., Bargnani 17, DeRozan 29, Calderon 8 (13 ass)
PHI: Iguodala 15, Brand 14, Holiday 15 (11 ass), Williams 15, Turner 10, Young 10, Speights 23

Italian Job: Bargnani 17 pt (5/8, 1/2, 4/4), 5 rimb, 2 ass, 2 rec, 2 perse, 3 stop

Detroit Pistons – Denver Nuggets 100-109
DET: Prince 10, Monroe 14, McGrady 14, Gordon 15, Villanueva 11, Bynum 19
DEN: Anthony 18 (10 rimb), Harrington 10, Williams 13, Afflalo 17, Billups 26

Milwaukee Bucks – Atlanta Hawks 98-90
MIL: Maggette 22, Boykins 20, Bogut 8 (14 rimb), Dlefino 15
ATL: Smith 14 (11 rimb), Horford 17 (10 rimb), Johnson 15, Ja.Crawford 20

Minnesota Timberwolves – Oklahoma City Thunder 117-118 OT
MIN: Beasley 30, Love 31 (21 rimb), Brewer 11, Ridnour 12, Johnson 13
OKC: Durant 47 (18 rimb), Green 19, Westbrook 16, Harden 13

Houston Rockets – Los Angeles Clippers 96-83
HOU: Battier 10, Scola 16, lowry 20, Brooks 16
LAC: Griffin 14 (11 rimb), Foye 20, Davis 14, Jordan 8 /12 rimb)

Phoenix Suns – Charlotte Bobcats 107-114
PHX: Frye 12, Carter 22, nash 27 (15 ass), Dudley 13, Gortat 16
CHA: Wallace 22 (10 rimb), Diaw 18, Brown 12 (10 rimb), Jackson 23, Augustin 15 (10 ass)

Utah Jazz – San Antonio Spurs 105-112
UTA: Kirilenko 10, Jefferson 22, Williams 39, Miles 13
SAS: Jefferson 14, Duncan 13, Ginobili 26, Parker 23, Hill 10, Neal 13

Golden State Warriors – New Orleans Hornets 103-112
GSW: Wright 25, Lee 16 (10 rimb), Ellis 16, Curry 20
NOH: Ariza 19, West 22, Okafor 13, Belinelli 11, Paul 18 (17 ass)

Italian Job: Belinelli 11 pt (4/5, 1/3 da 3), 2 rimb, 4 ass, 3 perse

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B