Cousins stoppa CP3, Spurs a quota 40 W!

DeMarcus Cousins conferma il suo ottimo momento e, dopo i 23 a L.A contro i Lakers, stanotte ne ha rifilati 25 con 12 rimbalzi nel successo Kings contro i New Orleans Hornets, fermando di fatto la striscia di 10 vittorie consecutive di CP3 & Co.; Kings sul +2 (96-94) a 1’43” dalla sirena finale, da li i viola ruberanno ben tre rimbalzi offensivi riuscendo alla fine a trovare il tap-in di Dalembert per il +4 (98-84) con 53″ sul cronometro, sbaglia la tripla del -1 Marcus Thornton, e il 2/2 dalla lunetta di Udrih a 31″ spegnerà di fatto le speranze degli uomini di Monty Williams, per Belinelli 5 punti.

Bella ed importante vittoria dei Dallas Mavericks tra le mura amiche contro gli Atlanta Hawks (privi di M.Williams per la rissa Vs S.Williams), match che vive nell’equilibrio per tre quarti, poi nel 4° si innesca la difesa Mavs fa la differenza; Nowitzki stoppa Pachulia a 9’08” e poi segna la tripla del +8 (87-79), dopo il time-out Hawks Shawn Marion stoppa Johnson e segna il gancio del +10 (89-79) e, sempre successivamente Jason Terry firmerà il +12 (91-79). Joe Johnson tenta la rimonta arirvano fino al -7 a 3’10”, ma Jason Kidd da dietro l’arco manda i titoli di coda sul 98-88.

Rimaniamo in Texas dove i San Antonio Spurs hanno siglato la 40esima vittoria stagionale e superato per la seconda volta gli Houston Rockets in una sfida tutta “made in Argentina”; Rockets sul -5 (78-73) grazie a Luis Scola (23 punti) ma nel giro di 90″ Manu Ginobili (22 punti) segna due triple portando gli speroni sul +9 (86-77), Houston prova a tornare sotto fino all’86-79, poi un break di 7-0 culminato con la bomba di Hill ha segnato il match sul +14 (93-79) a 7’30”.

Anche per Derrick Rose e Carlos Boozer (20 e 24 punti) la W è arrivata dopo tre quarti lottati contro i Pacers; gli uomini di Thibodeau sono volati via nel quarto periodo grazie soprattuto alla precisione al tiro di Kyle Korver, a metà frazione il biondo ex Sixers segna il jumper del +13 (92-79) segnando il match.
Continua l’incubo fuori casa dei Washington Wizards (0-23), stavolta John Wall (14 punti) & Co. sono caduti sul parquet dei Memphis Grizzlies del solito Zac Randolph (24+20); decisivo il break di 17-4 dei padroni di casa negli ultimi 5′ del terzo periodo che ha lanciato Memphis dal +6 (69-63) al +19 (86-67), facendo passare inosservata la serataccia di Rudy Gay (4 punti, 2/11 dal campo).

Se per i Wizards continua la maledizione lontano dalla capitale, per i Toronto Raptors di Andrea Bargnani (15 punti ma 5/24) continua la crisi e a Minnesota è arrivata l’11esima sconfitta filata; man f the match è stato il rookie Wes Johnson (14 punti) che sul finire di terzo periodo ha segnato 9 dei suoi 14 punti in un break di 14-6 che ha dato il +21 (80-59) sulla sirena di frazione.

Torna Brandon Jennings (2 punti con 0/3 dal campo in 11′) nelle file dei Milwaukee Bucks e arriva la vittoria casalinga contro i New Jersey Nets di Brook Lopez (26 punti); anche stavolta la svolta arriva nell’ultima frazione con l’ex Fortitudo Carlos Delfino (21 punti) a firmare un break di 13-4 che ha portato i suoi sul +18 (85-67) a metà periodo.

Chiudiamo col ritorno al successo dei Los Angeles Clippers che, sfruttando la stanchezza degli avversari dovuta l’overtime giocato 24 ore prima a Golden State, archiviano i Charlotte Bobcats con Blake Griffin protagonista (24+10); decisivo il parziale di 16-2 Clips sul finire di secondo tempo che ha dato il +15 (57-42) agli uomini di coach Del Negro, bene anche Randy Foye (21 punti) come sostituto momentaneo dell’infortunato Eric Gordon.

Chicago Bulls – Indiana Pacers 110-89
CHI: Deng 19, Boozer 24 (10 rimb), Rose 20, Korber 16
IND: Granger 19, McRoberts 20, Dunleavy 13, Collison 11, Foster 4 (10 rimb), price 12

Memphis Grizzlies – Washington Wizards 107-93
MEM: Randolph 24 (20 rimb), Gasol 14, Young 10, Conley 15 (12 ass), Arthur 22, Allen 15
WAS: Lewis 10, Booker 12 (12 rimb), Wall 14, Thornton 12, Martin 12

Minnesota Timberwolves – Toronto Raptors 103-87
MIN: Love 21 (12 rimb), Johnson 14, Flynn 10, Webster 15
TOR: Johnson 11, Bargnani 15, Calderon 10, Davis 15 (11 rimb), Bayless 10

Italian Job: Bargnani 15 pt (5/19, 0/5, 5/6), 3 rimb (1 off), 2 rec, 1 persa, 3 stop

Dallas Mavericks – Atlanta Hawks 102-91
DAL: Nowitzki 19, Chandler 12, Stevenson 11, Kidd 12, Terry 18 (11 ass), Marion 10, Haywood 10
ATL: Smith 17, Horford 10, Johnson 27, Ja.Crawford 11

Milwaukee Bucks – New Jersey Nets 91-81
MIL: Maggette 14, Ilyasova 14, Bogut 17 (18 rimb), Delfino 21, Dooling 14
NJN: Lopez 26, Harris 10 (16 ass), Morrow 16, Humphries 1 (10 rimb)

San Antonio Spurs – Houston Rockets 108-95
SAS: Jefferson 18, Duncan 12, Blair 14 (12 rimb), Ginobili 22, Parker 17, Hill 14
HOU: Scola 23 (10 rimb), Hayes 10, Martin 10, Lowry 15

Sacramento Kings – New Orleans Hornets 102-96
SAC: Cousins 25 (12 rimb), Evans 18, Udrih 14, Dalembert 16
NOH: Ariza 12, West 21, Okafor 15, Paul 19, Thornton 16

Italian Job: Belinelli 5 pt (1/5, 1/4 da 3), 2 rimb (1 off), 1 ass, 1 persa

Los Angeles Clippers – Charlotte Bobcats 103-88
LAC: Gomes 18, Griffin 24 (10 rimb), Foye 21, Davis 12 (11 ass)
CHA: Jackson 14, Brown 7 (12 rimb), Augustin 13, Henderson 14

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B