Rose doma Griffin, KD 43, Dirk passa a NY

Joe Johnson firma il suo season-high a quota 37 punti nella vittoria casalinga dei suoi Atlanta Hawks contro i Tronto Raptors di un Andrea Bargnani sempre più in difficoltà (12 punti con 4/12 dal campo); canadesi che avevano rimontato da -9 (54-45) portandosi addiruttura sul +1 (54-55) a 4’21” dalla fine del terzo quarto, da quel momento Atlanta non sbaglierà più un colpo riprendendosi il comando delle operazioni sul 69-59.

Danny Granger e Darren Collison (23 e 22 punti) espugnano la Quicken Loans Arena di Cleveland regalando così il K.O consecutivo numero 22 alla banda di Byron Scott; anche stavolta i Cavs ci hanno provato fino alla fine, a 1’23” il tabellone recita 110-110, tripla di Collison del +3 e risposta (da 2) di Eyenga a 52″ (112-113), Granger sbaglia da 3 ma Anthony Parker a sua volta sbaglia il running-jump del possibile sorpasso a 18″, poi dalla lunetta Granger chiuderà i giochi.

Grazie alla prima tripla-doppia in carriera di Jrue Holiday (11+10+11) e a i 26 punti di Louis Williams dalla panchina, i Philadelphia 76ers vincono a New Jersey; momento chiave sul finire del 2° quarto quando un break di 6-0 (2 schiacciate di Iguodala) ha dato il +8 Sixers (40-48), distacco che risulterà fatale a Brook Lopez e ai suoi compagni.

Al Palace Of Auburn Hills di Detroit Stephen Jackson (39 punti) trascina i suoi Bobcats ad un altro importante successo esterno; Pistons sul +3 (63-60) a metà terzo quarto poi il black-out con gli ospiti che, a cavallo tra la terza frazione e la quarta, piazzano un parziale di 24-3 (11 di Jax) toccando il +18 (66-84) a 8’06” dall’ultima sirena.

Non basta ai New York Knicks un’altra ottima prestazione di Danilo Gallinari (27 punti) per aver la meglio dei Dallas Mavericks di un ritrovato Dirk Nowiztki (29+11 rimbalzi); nei periodi centrali i texani costruiscono il loro vantaggio grazie anche alla pessima serata al tiro pesante dei Knicks (6/23, 26%), ad inizio quarto periodo Dallas è sul +17 (73-90).

Serata tragica per i New Orleans Hornets in quel di Oklahoma City; Kevin Durant chiude con 43 punti a referto e, nel primo quarto, Monty Williams vede infortunarsi alla caviglia sinistra Chris Paul, il quale però resterà in campo; malgrado tutto gli Hornets all’intervallo lungo sono sopra di 6 (49-55), nel terzo quarto CP3 inizia a calare in corrispondenza all’ascesa di KD, 32-17 dirà i tabellino con i Thunder che scappano sul +12 (84-72) ad inizio quarta frazione.

Continua il momento magico di Zac Randolph ancora in doppia-doppia (23+13) nel comodo successo Grizzlies a Minnesota dove stavolta Kevin Love si è limitato ad un 10+10. Ok anche i Suns contro i Bucks dove anche qui il momento magico è di Marcin Gortat (19+11) uscendo sempre dalla panchina.
LaMarcus Aldridge (18 punti) non riesce a replicare la super prestazione contro San Antonio e con i suoi Blazers cade rovinosamente a Denver sotto i colpi del trio Anthony-Nene-Billups (20, 22 2 20 punti).

Bella vittoria in rimonta e al foto-finish degli Houston Rockets sul campo degli Utah Jazz, privi di Deron Williams e Andrei Kirilenko; a 1’25” Paul Millsap segna il layup del +2 Jazz (96-94), Utah spreca ben due occasioni di uccidere la partita e a 6″ Kevin Martin colleziona un gioco da 3 punti per il 96-97 Rockets, Miles ci prova sulla sirena ma niente da fare.

Chiudiamo con la superba prestazione di Derrick Rose (32+11 assist) allo Steaples Center contro i Clippers di Blake Griffin (32+13 rimbalzi); decisivo il break di 7-0 in apertura di terzo quarto che ha mandato gli uomini di Thibodeau sul +13 (49-62).

Atlanta Hawks – Toronto Raptors 100-87
ATL: Evans 12, Smith 18 (11 rimb), Horford 12 (14 rimb), Johnson 37
TOR: Weems 12, Johnson 20 (14 rimb), Bargnani 12, DeRozan 16, Calderon 11 (10 ass)

Italian Job: Bargnani 12 pt (4/10, 0/2, 4/4), 5 rimb (2 off), 1 persa

Cleveland Cavaliers – Indiana Pacers 112-117
CLE: Eyenga 12, Jamison 21, Hickson 10, Harris 19, Sessions 25, Prker 17
IND: Granger 23, Hibbert 13 810 rimb), Collison 22, Dunleavy 15, Hansbrough 13

New Jersey Nets – Philadelphia 76ers 92-106
NJN: Outlaw 10, Lopez 16, Favors 5 (11 rimb), Harris 16, Humphries 16, Morrow 10
PHI: Iguodala 16, Brand 15 (10 rimb), Hawes 8 (12 rimb), Meeks 15, Holiday 11 (10 rimb, 11 ass), Williams 26

Detroit Pistons – Charlotte Bobcats 87-97
DET: Prince 16, Monroe 10, Gordon 20, McGrady 12, Daye 11
CHA: Wallace 10, Brown 14 (10 rimb), Jackson 39, Augustin 10

New York Knicks – Dallas Mavericks 97-113
NYK: Gallinari 27, Stoudemire 21, Felton 11, Douglas 22
DAL: Nowitzki 29 (11 rimb), Chandler 15 (11 rimb), Stevenson 13, Marion 5 (10 rimb), Terry 12, Barea 22

Italian Job: Gallinari 27 pt (6/9, 1/5, 12/12), 6 rimb, 2 ass, 2 rec, 3 perse, 1 stop

Minnesota Timberwolves – Memphis Grizzlies 84-102
MIN: Beasley 19, Love 10 (10 rimb), Flynn 11
MEM: Gay 22, Randolph 23 (13 rimb), Gasol 13, Young 18

Oklahoma City Thunder – New Orleans Hornets 104-93
OKC: Durant 43 (10 rimb), Green 12, Westbrook 10, Ibaka 8 (12 rimb)
NOH: West 20 (15 rimb), Paul 15, Andersen 13, Pondexter 10

Italian Job: Belinelli 6 pt (3/3, 0/3 da 3), 1 rimb, 1 ass

Denver Nuggets – Portland Trail Blazers 109-90
DEN: Anthony 20, Martin 11, Nene 22 (10 rimb), Billups 20, Smith 16
POR: Batum 17, Aldridge 18, Amtthews 19, Miller 11 (10 ass), Cunningham 10

Phoenix Suns – Milwaukee Bucks 92-77
PHX: Hill 16, Frye 14 (13 rimb), Gortat 19 (11 rimb), Nash 9 (13 ass), Dudley 15
MIL: Maggette 15, Ilyasova 15, Delfino 10, Boykins 14

Utah Jazz – Houston Rockets 96-97
UTA: Hayward 10, Millsap 20 (11 rimb), jefferson 20 812 rimb), Watson 11, Miles 18
HOU: Scola 14, Hayes 13 812 rimb), Martin 22, Lowry 16, Budinger 10, Brooks14

Los Angeles Clippers – Chicago Bulls 88-106
LAC: Gomes 16, Griffin 32 (13 rimb), Foye 14, Davis 10
CHI: Deng 26, Boozer 16 (10 rimb), Rose 32 (11 ass), Gibson 9 (12 rimb)

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B