D-Rose batte D-Will, vendetta Clippers

Derrick Rose (29 punti) si carica sulle spalle i suoi Bulls guidandoli ad una prestigiosa vittoria a Salt Lake City contro gli Utah Jazz di Al Jefferson (26 punti); a 2’37” Kyle Korver spara la bomba del +4 (83-87), immediata risposta di Jefferson per il -2 a 1’56”, Kirilenko va in lunetta per il possibile pareggio ma è 1/2 quindi -1 Jazz. Chicago non trova il canestro ma a sua volta i padroni di casa non trovano il pareggio/sorpasso, Rose va in lunetta a 13″ per il +3 (86-89) poi ecco la giocata chiave con Ronnie Brewer che intercetta un passaggio di Deron Williams subendo pure fallo, 2/2 dalla lunetta e “tutti a casa”.

Non c’è pace per i Cleveland Cavaliers di Antawn Jamison (22 punti), nella notte grazie anche ai 22 punti uscendo dalla panchina di Rodney Stuckey, i Detroit Pistons hanno espugnato la Quicken Loans Arena regalando di fatto la sconfitta consecutiva numero 26 ai Cavs.

Finale in volata ad Indianapolis tra Pacers e Bobcats; a 1’37” Stephen Jackson (27 punti) segna il jumper del 102-102, Hibbert sbaglia ma McRoberts realizza il tap-in del +2 a 1’21”, Indiana non trova il colpo el K.O e a 29″ Gerald Wallace è in lunetta per il pareggio facendo però 1/2 (104-103), Collison sbaglia l’ennesimo jumper e Steph Jax ha in mano la tripla della vittoria ma, lo stesso PG dei Pacer, lo stoppa assicurando il successo ai suoi.

Marco Belinelli segna 17 punti uscendo dalla panchina ma non sono bastati ad evitare la 4^ sconfitta consecutiva da parte dei New Orleans Hornets; a 12″ dalla sirena Mr.Kardashian 2 (Humphries, ndr) schiaccia per il 91-91, David West non trova l’appuntamento col buzzer-beater e quindi overtime a New Jersey. Nel supplementare equilibrio fino a 24″ quando Brook Lopez (20 punti) non trema dalla lunetta per il 103-101, Humphries a 4″ è in lunetta per chiudere il match ma fa 0/2 consentendo a Chris Paul (9 punti con 4/15) di tentare ad 1″ la tripla della vittoria ma il suo tentativo non andrà a segno.

Dwight Howard continua a dominare il pitturato chiudendo a Philadelphia con 30 punti e 17 rimbalzi in un match deciso grazie ad un personale break di 4-0 da parte di J.J Redick (13 punti) che ha dato il +7 (83-90) a 1’49 dalla fine.

DeJuan Blair emula il collega di Orlando con 28 punti e 11 rimbalzi a referto nel successo esterno dei suoi Spurs sul campo dei Toronto Raptors di Andrea Bargnani (29 punti); texani sotto di 3 ad inizio ultima frazione, la quale però vedrà il black-out per i canadesi che perderanno la frazione per 30-16.

Blake Griffin (21 punti) e un super Baron Davis (16+16 assist) si prendono la loro rivincita andando a vincere al Madison Square Garden di New York contro i 44 punti del duo Gallinari-Stoudemire (21 e 23 punti); arrivati sul -4 (102-106) a 3′ dalla fine, i Knicks subiscono il break spezza-gambe da parte dei Clips che, con un 8-0, si sono portati sul +12 (104-112) mandando i titoli di coda.

Trionfano senza troppi patemi i Washington Wizard s di Nick Young (26 punti) contro i Milwaukee Bucks si Brandon Jennings (20 punti) in una partita che ad inizio ultimo quarto ha visto i capitoli avanti di 17 (77-60).

Vittoria sudata per i Mavericks sul campo di Sacramento Kings; a 2’30” il tabellone luminoso recita 95-94 Kings poi due triple di Terry (22 punti) e Barea (20 punti) per il +5 Mavs (95-100) a 1’31”, i viola non ci stanno e con un mini break di 3-0 si riporta in partita ma, come sempre, “The Jet” chiude i conti dalla linea della carità.

Chiudiamo con l’ennesima prodezza stagione di Monta Ellis (37 punti); nel match casalingo contro i Nuggets la guardia ha deciso l’incontro con una tripla del 116-112 a 47″ dalla fine, Denver ha avuto però la palla della vittoria con Nene ma il suo fade-away sulla sirena non ha trovato fortuna.

Cleveland Cavaliers – Detroit Pistons 94-103
CLE: Jamison 22, Hickson 18 (15 rimb), Sessions 20 (12 ass), Gibson 12
DET: Prince 10, Atuckey 22, Villanueva 13, Bynum 17

Indiana Pacers – Charlotte Bobcats 104-103
IND: Granger 25, McRoberts 12, Hibbert 29 (10 rimb), Collison 15
CHA: Wallace 22, Jackson 27, Augustin 14

New Jersey Nets – New Orleans Hornets 103-101 OT
NJN: Outlaw 11, Lopez 20, Morrow 15, Vujacic 25, Farmar 8 (11 ass), Humphries 14 (15 rimb)
NOH: West 32 (15 rimb), Gray 10 (11 rimb), Green 19, Jack 12, Paul 9 (11 ass), Belinelli 17

Italian Job: Belinelli 17 pt (1/3, 5/7 da 3), 3 rimb, 1 ass, 2 rec

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 95-99
PHI: Iguodala 21, Brand 12, Hawes 6 (10 rimb), Meeks 17, Williams 23
ORL: Turkoglu 10, Anderson 12, Howard 30 (17 rimb), J.Richardson 12, Nelson 12, Redick 13

Toronto Raptors – San Antonio Spurs 100-111
TOR: Johnson 12 (13 rimb), Bargnani 29, DeRozan 25, Calderon 6 (11 ass), Barbosa 20
SAS: Duncan 16, Blair 28 (11 rimb), Ginobili 12, Parker 16, Hill 18

Italian Job: Bargnani 29 pt (11(16, 2/4, 1/2), 2 rimb

Washington Wizards – Milwaukee Bucks 100-85
WAS: Blatche 12, McGee 16 (17 rimb), Young 26, Wall 15, Hinrich 10, Martin 15
MIL: Maggette 10, Ilyasova 10, Bogut 12 (11 rimb), Salmons 14, Jennings 20

New York Knicks – Los Angeles Clippers 108-116
NYK: Gallinari 21, Stoudemire 23, Mozgov 18, Felton 17 (12 ass), Douglas 12, Chandler 11
LAC: Gomes 18, Griffin 21, Jordan 17, Davis 16 (16 ass), Foye 24, Bledsoe 16

Italian Job: Gallinari 21 pt (2/5, 1/8, 14/14), 5 rimb (1 off), 2 ass, 1 rec, 4 perse

Utah Jazz – Chicago Bulls 86-91
UTA: Kirilenko 13 (10 rimb), Millsap 20 (14 rimb), Jefferson 26, Bell 11, Williams 11 (12 ass)
CHI: Boozer 14, Rose 29

Sacramento Kings – Dallas Mavericks 100-102
SAC: Evans 16 (10 ass), Cousins 19 815 rimb), Dalembert 20, Head 12
DAL: Nowitzki 10, Chandler 13, Kidd 14, Terry 22, Barea 20

Golden State Warriros – Denver Nuggets 116-114
GSW: Wright 23, Lee 16 (12 rimb), Ellis 37, Curry 13, Williams 18
DEN: Anthony 29, Nene 17, Afflalo 12, Smith 16, Harrington 18

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B