Halleluja Cavs, ok Kobe, K.O SAS

I San Antonio Spurs padroni della lega, cadono a Philadelphia, in una partita a bassissimo punteggio, grazie alla spettacolare prova balistica di Jrue Holiday (27 punti con 9/14 al tiro). Il match equilibratissimo per tutti i 48 minuti, ha la sua svolta quando a 2’ dalla fine sul 73-71 per i 76ers, gli Spurs non trovano il canestro per 1 minuto e mezzo, Holiday mandato in lunetta negli ultimi secondi non trema e con 4 liberi filati regala la vittoria ai suoi.

Si rialzano i New Orleans Hornets del nostro Marco Belinelli (3 punti solo per lui), che dopo 4 sconfitte consecutive, vincono sul parquet degli Orlando Magic del solito Dwight Howard (20 punti e 17 rimbalzi). Partita fatta di parziali e contro parziali e sbloccata dopo la parità (91-91 a 3’ dalla fine) da un jumper di David West (doppia-doppia con 17 punti e 17 rimbalzi) e da un fade away di Willie Green. Negli ultimi secondi chiude dalla lunetta Chris Paul.

Due prestazioni sopra le righe di Brook Lopez (31 punti e 11 rimbalzi) e Kris Humpries (15 punti e 14 rimbalzi) danno la vittoria ai New Jersey Nets sul campo dei Charlotte Bobcats. Gara sostanzialmente decisa nel secondo quarto dove New Jersey piazza il break decisivo andando sul + 10. Charlotte nonostante i 20 punti di Gerald Fallace non riuscirà più a rimontare.

Vittoria casalinga per gli Indiana Pacers sui Minnesota Timberwolves di un Kevin Love sempre più incontenibile (22 punti e 15 rimbalzi). Vittoria maturata negli ultimi 5 minuti, sul 104-103, Dahntay Jones (17 punti) piazza il break decisivo grazie a due triple consecutive, nel finale i Pacers capitalizzano dalla lunetta.

Non bastano ai Raptors i 29 punti di Andrea Bargnani, che incassano dai Blazers di uno straripante LaMarcus Aldridge (37 punti), sul proprio campo la quarantesima sconfitta stagionale. Gara punto a punto nei minuti finali sul 92-94, Aldridge e Miller con un canestro a testa piazzano il break vincente grazie al quale i Raptors non riescono più a recuperare.

Ottava vittoria consecutiva per i Miami Heat di Lebron James (16 punti e 10 assist) e Dwyane Wade (24 punti) sul parquet dei Detroit Pistons. Prince e compagni non hanno potuto nulla fin da subito per contenere lo strapotere fisico e atletico di Miami.

Ottima prova di Kobe Bryant (33 punti e 10 rimbalzi) e i suoi Los Angeles Lakers al Madison Square Garden, dove infilano la quarta vittoria consecutiva fuori casa. Pratica risolta subito, dove i Knicks del nostro Danilo Gallinari (14 punti) sono stati incapaci fin dai primi minuti di contrastare l’offensiva giallo-viola.

Vittoria sul filo di lana per i Memphis Grizzlies sui Milwaukee Bucks, grazie alla bella prestazione di Mike Conley (23 punti). Match deciso a 2 minuti dalla fine da una tripla proprio di Conley che chiude un mini parziale di 5-0, dal quale Maggette (22 punti) e compagni non riusciranno più a risalire.

La partita della serata si svolge alla Quicken Loans Arena, quella tra i Cleveland Cavaliers e i Los Angeles Clippers, dove c’è voluto un over time ai Cavs per aver ragione dei Clippers e chiudere la striscia di 26 sconfitte consecutive. Finale palpitante, sul +2 Clippers (108-110) a 6 secondi dalla fine Mo Williams (17 punti) trova il jumper forzato dalla media portando in parità la gara. Dall’altra parte Baron Davis (26 punti) dopo la rimessa da metà campo, riesce a penetrare in area a trovare anche un buon tiro, ma viene stoppato da J.J. Hickson (27 punti e 14 rimbalzi), ed è quindi over time. Nel supplementare, a 22” dalla fine Jamison pescato su una rimessa trova la tripla del +4 (123-119). Ribaltamento di fronte e Randy Foye prova sparare da tre, ma la palla gli viene sputata letteralmente da ferro e i Cavs possono chiudere tranquillamente la gara dalla lunetta.

In chiusura di serata arriva la pesante sconfitta subita in casa da parte degli Utaha Jazz, inflitta dai Phonix Suns di Steve Nash (18 punti e 10 assist). Per la prima volta dopo 26 anni, senza Jerry Sloan sulla panchina (dimissionario in settimana), i Jazz dilapidano un vantaggio di ben 16 punti (56-42 al 23’), facendosi raggiungere e passare in inizio di terzo quarto (60-61 al 30’); protagonisti della rimonta Carter, Nash e Lopez (superba prova con 31 punti e 11 rimbalzi). A 6 minuti dalla fine arriva il parziale decisivo (9-0) in favore dei Suns, grazie anche a una tripla di Nash, Williams e compagni non rispondono e incassano il primo KO senza ormai il pensionante Sloan.

Charlotte Bobcats – New Jersey Nets 89-94
CHA: Lopez 31 (11 rimb), Humpries 15 (14 rimb), Harris 16, Vujacic
NJN: Wallace 20, Diaw 12, Jackson 21, Livingston 10, Henderson 11

Indiana Pacers – Minnesota Timberwolves 116-106
IND: Granger 19, McRoberts 12, Dunleavy 15, George 11, Hansbrough 14, Jones 19
MIN: Love 22 (15 rimb), Pekovic 15, Brewer 12, Ellington 14, Hayward 14

Orlando Magic – New Orleans Hornets 93-99
ORL: Howard 20 (17 rimb), Turkoglu 16, Arenas 11, Arenas 14, Clark 14
NOH: West 17 (17 rimb), Ariza 10, Green 24, Mbenga 15, Andersen 10, Jack 13

Italian Job: Belinelli 3 pt (0/2, 1/3, 0/0), 2 rimb, 1 ass, 1 stop

Philadelphia 76ers – San Antonio Spurs 77-71
PHI: Hawes 13, Holiday 27
SAS: Duncan 16 (13 rimb), McDyess 11, Neal 11

Toronto Raptors – Portland Trail Blazers 96-102
TOR: Weems 10, Bargnani 29, Derozan 17, Bayless 18
POR: Aldridge 37 (10 rimb), Miller 13, Fernandez 23

Italian Job: Bargnani 29 pt (9/16, 1/1, 8/9), 6 rimb, 4 ass, 1 rec, 5 per

Cleveland Cavaliers – Los Angeles Clippers 126-119 OT
CLE: Hickson 27, Jamison 35, Sessions 12, Gibson 17, Williams 17
LAC: Griffin 32 (13 rimb), Gomes 10, Foye 23, Davis 26, Bledsoe 13

Detroit Pistons – Miami Heat 92-106
DET: Prince 11, Dayes18, Gordon 16
MIA: Bosh 17 (10 rimb), James 16, Ilgauskas 10, Wade 24, Miller 16

New York Knicks – Los Angeles Lakers 96-113
NYK: Gallinari 14, Stoudemire 24, Felton 20, Chandler 13
LAL: Gasol 20, Bynum 12, Bryant 33, (10 rimb), Odom 14, Brown 12

Italian Job: Gallinari 14 pt (4/9, 0/6, 6/6), 6 rimb, 2 ass, 1 rec, 4 per

Memphis Grizzlies – Milwauekee Bucks 89-86
MEM: Gay 14 (10 rimb), Arthur 12, Young 19, Conley 23, Allen 10
MIL: Maggette 22, Salmons 18, Jennings 16

Utah Jazz – Phoenix Suns 83-95
UTA: Millsap 16, Miles 19, Williams 19 (14 ass), Hayvard 14
PHO: Lopez 14, Nash 18 (10 ass), Gortat 12 (10 rimb)

N.P.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B