Boston ringrazia LBJ, Howard domina L.A

I Boston Celtics, con solo 10 uomini a disposizione, vincono il terzo incontro stagionale (3-0) contro i Miami Heat in un match che ha visto protagonista nel bene e nel male LeBron James (22 punti con 10/21 dal campo), alla sua partita numero 600 in NBA.
Dopo aver chiuso sotto di 4 (39-43) il primo tempo, i Celtics piazzano un terrificante break di 12-1 nei primi 4′ del terzo periodo portandosi sul +7 (51-44) con la tripla di Ray Allen. il parziale del 3° quarto reciterà 35-18 Boston, facendo entrare nell’ultimo periodo gli uomini di Doc Rivers sul +13 (74-61). James non molla, si carica gli Heat sulle spalle e li porta fino al -2 (79-77) a 4’51” e che resterà fino a 18″ dalla fine (83-81) quando, dopo il jumper sbagliato da Rondo (11+10+10), Miami chiama il time-out per l’ultimo possesso: fallo di Pierce su LBJ ma il “King” farà 1/2 dalla lunetta (!), Davis invece non tradisce (85-82) e a 6″ Miami ha ancora la palla per l’overtime ma Mike Miller non troverà il fondo del secchiello.

A tenere alto il nome della Florida ci hanno pensato gli Orlando Magic superando (come l’anno scorso) tra le mura amiche i Los Angeles Lakers di uno spento Bryant (17 punti con 8/18); partita che vive nell’equilibrio con un continuo elastico tra le due squadre fino ad inizio 4° periodo quando Howard (31+13) e Richardson (12 punti) sfruttano il riposo di Kobe e gli errori delle riserve giallo-viola per allungare sul +12 (77-65) a 7’48” dallo scadere. Torna Bryant ma la musica non cambia e a 5’38” “Superman” schiaccia in testa a Gasol col fallo per il +15 (84-69) che segna e chiude la partita che vedrà anche il +18 (89-71). Una partita che ha visto trionfare i Magic malgrado le 17 perse (Howard 6), per i Lakers male il tiro da 3 (2/16, 13%) e letteralmente dominati a rimbalzo (29 contro i 42 di Orlando).

Notte epica in quel di Cleveland dove i Washington Wizards vincono la loro prima trasferta stagionale (1-25); determinanti i primi due quarti che hanno visto il duo Young-Wall (31 e 19+14 assist) confezionare un vantaggio di +22 (46-68).
Al Palace di Detroit LaMarcus Aldridge manda in scena l’ennesima prestazione maiuscola della sua stagione con 36 punti (12/17 dal campo) trascinando, con l’aiuto di Matthews (26 punti) i Blazers contro i Pistons; sarà proprio il jumper di L.A a 36″ a firmare il +3 (96-99), Daye sbaglierà la tripla del pareggio e Andre Miller (15+12 assist) chiuderà dalla linea della carità.

Andrea Bargnani (27 punti) batte Blake Griffin (21+15) in un match che ha visto i canadesi non sfruttare 2 falli tecnici (Del Negro e Davis) presi in 13″ dai Clips nel 3° quarto, per poi lottare fino alla fine; sarà infatti il jumper dell’ex Treviso a a sancire il +7 (96-89) a 60″ dalla fine.

Con un quarto periodo da 34-18 i Memphis Grizzlies di Rudy Gay (23 punti) e di Darrel Arthur (24 punti uscendo dalla panchina) hanno superato i Denver Nuggets di Carmelo Anthony (28 punti).
Malgrado l’assenza per problemi disciplinari di DeMarcus Cousins i Sacramento Kings, grazie ai 12 punti (dei 19 totali) di Donte Greene nel 4° quarto, sono riusciti ad espugnare Phoenix dove è stata vana la doppia-doppia di Steve Nash da 22 punti e 18 assist.

Infine nella sfida dei bomber a vincere è stato Monta Ellis (33 punti) contro i 29 di Kevin Durant; i Thunder arrivano sul -1 (93-92) a 1’07” dalla fine ma la tripla di Williams risulterà decisiva per i Warriors che hanno ottenuto anche due doppie-doppie di rilievo con David Lee (23+19) e Stephen Curry (23+13 assist), male Westbrook con 21 punti (6/14 dal campo).

Boston Celtics – Miami Heat 85-82
BOS: Garnett 19, Perkins 15, Allen 13, Rondo 11 (10 rimb, 10 ass), Davis 16, Wafer 10
MIA: James 22, Bosh 24, Wade 16

Orlando Magic – Los Angeles Lakers 89-75
ORL: Howard 31 (13 rimb), Richardson 12
LAL: Gasol 11, Bynum 17, Bryant 17, Odom 15

Cleveland Cavaliers – Washington Wizards 100-115
CLE: Jamison 21, Hickson 16 (13 rimb), Parker 10, Williams 10, Sessions 14, Moon 12
WAS: Howard 16, Blatche 17, Young 31, Wall 19 (14 ass), Hinrich 17

Detroit Pistons – Portland Trail Blazers 100-105
DET: Prince 14, McGray 16, Gordon 18, Billanueva 10, Bynum 15
POR: Aldridge 36, Matthews 26, Miller 15 (12 ass)

Toronto Raptors – Los Angeles Clippers 98-93
TOR: Weems 10, Bargnani 27, DeRozan 17, Calderon 10 (11 ass), Davis 13 (14 rimb), Barbosa 11
LAC: Gomes 14, Griffin 21 (15 rimb), Davis 20, Cook 17

Italian Job: Bargnani 27 pt (8/18, 1/3, 8/9), 6 rimb (1 off), 2 ass, 2 perse

Memphis Grizzlies – Denver Nuggets 116-108
MEM: Gay 23, Randolph 14 (16 rimb), Gasol 15, Conley 17, Arthur 24, Allen 17
DEN: Anthony 28, Martin 12, Nene 14, Billups 13, Lawson 14, Smith 14

Phoenix Suns – Sacramento Kings 108-113
PHX: Hill 13, Frye 15, Nash 22 (18 ass), Dudley 13, Gortat 20 (12 rimb)
SAC: Casspi 10, Dalembert 18 (15 rimb), Evans 21, Udrih 12, Landry 20 (10 rimb), Greene 19

Golden State Warriors – Oklahoma City Thunder 100-94
GSW: Wright 10, Lee 23 (19 rimb), Ellis 33, Curry 23 (13 rimb)
OKC: Durant 29, Green 12, Westbrook 21

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B