Charlotte sorprende Kobe, ok Spurs

Nottata di vittorie facili e comode in NBA, partiamo con quella più sfolgorante e prestigiosa; i Charlotte Bobcats di Gerald Wallace (20+11) hanno rifilato ben 20 punti ai Los Angeles Lakers.
Match equilibrato fino all’intervallo (49-43), poi black-out Lakers con Kobe Bryant (20 punti ma 8/20 dal campo) che fatica a segnare e negli ultimi 8″ di terzo periodo commette 4° e 5° fallo personale. Ad inizio ultimo periodo Henderson (18 punti) porta a casa un gioco da tre punti che congela la partita sull’83-62, tutto questo con uno Stephen Jackson da 8 punti e 3/10 dal campo. Altro dato: negli ultimi 10 scontri tra le due franchigie, i Bobcats guidano per 8-2!

Dopo lo scivolone a Philadelphia, i San Antonio Spurs tornano subito sulla retta via vincendo al Prudential Center di New Jersey contro i Nets; texani che prendono subito la guida della partita con le giocate di Ginobili (22 punti), nel terzo quarto New Jersey prova a farsi sotto arrivando fino al -6 ma un break di 8-0 Spurs (due triple, Neal e Hill) ha portati gli ospiti sul +14 (66-80) a 28″ dalla penultima sirena.

A Detroit i Pistons riescono a chiudere avanti il primo quarto (27-20) toccando anche il +15 (39-24) dopo 2′ della seconda frazione, poi ecco il “come back” degli Hawks che con transizioni veloci e chiude con tiri da e firmano un break di 19-7 che li consente di arrivare sul -3 (48-45) e poi di chiudere il primo tempo avanti di 2 (51-53). Nel secondo tempo i padroni di casa segneranno solo 38 punti in 31 minuti, consentendo a Josh Smith (27+14) di guidare i suoi alla W.

E’ servito un ottimo quarto periodo da 31-13 ai Milwaukee Bucks di Carlos Delfino (26 punti) per archiviare dei Los Angeles Clippers che fino alla sirena del 3° quarto erano ancora in partita sul -6 (71-65); in apertura di 4° periodo Milwauke manda a bersaglio ben 4 bombe da 3, 2 consecutive dell’ex Fortitudo Bologna in un parziale di 14-3 che ha visto i cervi volare sul +17 (85-78) dopo 4′.

Kevin Love non splende (12+11) nella sconfitta dei suoi T-Wolves contro il nuovo duo leader dei Portland Trail Blazers, formato da LaMarcus Aldridge e Wes Matthews (21 e 23 punti); ospiti chr partono col turbo chiudendo sul +15 la prima frazione (14-29), anche qui nel terzo periodo Love & Co. provano a rimontare arrivando fino al -9 (59-68) ma un 7-0 Blazers in chiusura di periodo ha ridato il +16 (61-77).

Infine batosta dei Denver Nuggets al Toyota Center di Houston contro i Rockets di Courtney Lee (22 punti dalla panchina); dopo la prima sirena la franchigia del Colorando è sopra di 13 (19-32), Melo e compagni iniziano a forzare facendosi rimontare e superare all’intervallo lungo (58-54). Il 3° quarto, sul -7 Denver (67-60), parziale spezza gambe de texani di 8-0 che li lancia sul +15 (75-60) a 6’30” dalla sirena, gli uomini di coach Karl tornano sul -11 (75-64) ma anche stavolta due triple consecutive (Battier e Martin) spegneranno e geleranno i Nuggets (81-64) arrivando anche a toccare il +20 sull’85-65. Il tiro da 3 è stato determinante: 14/32 (48%) per Houston contro il 5/20 (25%) degli ospiti.

Charlotte Bobcats – Los Angeles Lakers 109-89
CHA: Wallace 20 (11 rimb), Diaw 16, Mohammed 16, Henderson 18
LAL: Artest 10, Gasol 17 (10 rimb), Bryant 20

New Jersey Nets – San Antonio Spurs 85-102
NJN: Outlaw 11, Lopez 11 (10 rimb), Harris 10, Farmar 10
SAS: Duncan 15 (11 rimb), Blair 10 (11 rimb), Ginobili 22, Parker 13, Hill 13, Neal 11

Detroit Pistons – Atlanta Hawks 79-94
DET: Prince 10, Stuckey 12, McGrady 14, Daye 11, Villanueva 13
ATL: Smith 27 (14 rimb), Horfodìrd 10, Johnson 14, Bibby 17, Williams 15

Milwaukee Bucks – Los Angeles Clippers 102-78
MIL: Delfino 26, Bogut 10, Salmons 16 (12 ass), Jennings 20, Mba a Moute 13 (10 rimb), Brockman 11
LAC: Griffin 19 (12 rimb), Foye 16, Davis 22

Minnesota Timberwolves – Portland Trail Blazers 81-95
MIN: Love 12 (11 rimb), Milicic 15, Ridnour 16, Webster 17, Ellington 13
POR: Aldridge 21, Cunningham 18 (13 rimb), Matthews 23, Fernandez 18

Houston Rockets – Denver Nuggets 121-102
HOU: Battier 17, Scola 10, Martin 13, Lee 22, Brooks 18, Budiger 15, Hill 11
DEN: Anthony 16, Nene 12, Afflalo 17, Billups 15, Harrington 12, Andersen 11

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B