Giganti Howard e Wade, Melo K.O

A Philadelphia si materializzano le dichiarazioni rilasciate in giornata dal coach dei Detroit Pistons John Quester, infatti sono scesi in campo solamente 6 giocatori, e i senatori protagonisti dell’ammutinamento in allenamento sono rimasti in panchina. La gara fin dall’inizio non è mai stata in discussione, i 76ers dominano ovunque e arrivano tre doppie doppie: Igoudala (21 punti+11 assist), Brand (20 punti+17 rimbalzi), Meeks (12 punti+10 assist). Per i Pistons non serve a nulla la prova di tutto cuore di Will Bynum (29 punti).

Perdono malamente in casa i Toronto Raptors del nostro Andrea Bargnani (26 punti), rischiando sempre di più una stagione completamente fallimentare, vista la classifica del momento. Protagonisti del saccheggio in Canada, i Phonix Suns che fin dall’inizio hanno dominato il match grazie alle buone prove di Vince Carter (17 punti) e Marcin Gortat (17 punti+11 rimb).

Prima sconfitta in maglia Knicks per Carmelo Anthony (27 punti), la sconfitta arriva contro l’ultima della lega i Cleveland Cavaliers dove non ha esordito ancora Baron Davis. Ottime la prove di Antawn Jamison (28 punti+13 rimbalzi) e J.J. Hickson (24 punti+15 rimbalzi). Il parziale decisivo è arrivato a fine terzo quarto (30-22); nell’ultimo quarto i Knicks non sono riusciti a rimontare il distacco, nonostante i 31 punti di Stoudemire e i 26 punti di Billups.

Consolidano la prima posizione in classifica i San Antonio Spurs di un grande Ginobili (26 punti), demolendo i New Jersey Nets di un opaco Deron Williams (14 punti+12 assist). Decisiva la terza frazione di gioco in cui gli spurs piazzano un parziale di (35-18).

I Miami Heat hanno bisogno di uno straordinario Dwyane Wade (41 punti), per avere la meglio dei Washington Wizards, ai quali non bastano i 38 punti di Nick Young. Ad inizio ultimo quarto Miami piazza il break decisivo da cui Washington non riesce più a risalire.

Il solito Dwight Howard (40 punti e 15 rimbalzi) domina letteralmente gli Oklahoma City Thunder di un Kevin Durant da 23 punti e 15 rimbalzi. I Thunder, nei quali non ha esordito ancora Kendrick Perkins, hanno pagato dazio sotto canestro e non hanno potuto fin da subito contenere lo strapotere fisico di Howard.

Corsari in quel di Minneapolis i New Orleans Hornets del nostro Marco Belinelli. Nel primo quarto gli Hornets piazzano un parziale di 35-26 da cui i Minnesota Timbrwolves (dove non incide ancora Kevin Love) non riescono più a recuperare. Per gli Hornets top scores Trevor Ariza con 18 punti.

Arriva la prima vittoria senza Deron Williams per gli Utah Jazz, ed arriva sul campo degli Indiana Pacers grazie ad una prestazione eccellente dei soliti Millsap e Jefferson (53 punti e 28 rimbalzi totali). Non brillano all’esordio i nuovi arrivati, Devin Harris (14 punti con 6/14 dal campo) e Derrick Favors (6 punti). Il Match prende la piega favorevole ai Jazz a metà quarto quarto, dove Granger (17 punti) e compagni non riescono a rispondere alle scorribande offensive di Jefferson.

Vittoria in trasferta anche per gli Atlanta Hawks , nella quale annichiliscono i Golden State Warriors . Gli Hawks chiudono la gara già nel primo quarto (17-29), per poi amministrare fino alla fine il vantaggio acquisito; sugli scudi per la franchigia delle Georgia Al Horford (22 punti+13) rimbalzi e Josh Smith (26 punti), mentre per Golden State discreta prova di David Lee (20 punti+10 rimbalzi).
Una grandissima prova di Stephen Jackson (30 punti) regala ai Bobcats la vittoria sui Sacramento Kings a cui non basta la doppia doppia di Jason Thompson (10 punti e 13 rimbalzi).

Il derby nella città degli angeli ritorna nella mani dei Los Angeles Lakers, e trovano così la terza vittoria consecutiva. La partita si decide nel terzo quarto dove un incontenibile Kobe Bryant, con una caviglia dolorante mette a segno 18 dei suoi 24 punti totali, piazzando 33-17. Ai Clippers non basta la prova da 22 punti e 10 rimbalzi di Blake Griffin.

La serata si chiude con il match più avvincente e più spettacolare della notte, quello tra Portland Trail Blazers e i Denver Nuggets del nostro Danilo Gallinari. Vince Portland di una lunghezza (106-107); a 2:40 minuti dalla fine i Blazers sono avanti di 3 punti, impatta Afflalo con la tripla del 104-104, dall’altra parte sbaglia il tiro Andre Miller e ancora Affilalo mette a segno il jumper del +2 (106-104). Quando la gara sembra essere acquisita da parte della franchigia del Colorado, sul 105-106 dopo un 1/2 dalla lunetta di Matthews, Felton perde una palla sanguinosa 37” dalla sirena, LaMarcus Aldridge (solita prestazione sopra le righe con 24 punti+12 rimbalzi) dopo aver subito il fallo, non trema dalla lunetta e porta avanti i suoi di un punto. Denver ha ben due chanche da tre punti per vincere l’incontro, ma vengono fallite entrambe da Gallinari (30 punti, top scores dei suoi) e Afflalo.

Charlotte Bobcats – Sacramento Kings 110-98
CHA: Jackson 30, Brown 12 (13 rimb), Henderson 21, Augustin 23, Livinston 10
SAC: Casspi 10, Thompson 10 (13 rimb), Cousins 13 (10 rimb), Taylor 12, Udrih 11, Thornton 14, Dalembert 18

Indiana Pacers – Utah Jazz 84-95
IND: Granger 17, Hibbert 14, Collison 16
UTA: Kirilenko 14, Millsap 23 (18 rimb), Jefferson 30, Harris 14

Philadelphia 76ers – Detroit Pistons 110-94
PHI: Iguodala 21 (11 ass), Brand 20 (17 rimb), Meeks 12 (10 ass), Young 24, Speights 12
DET: Summers 10, Villanueva 17, Monroe 16 (11 rimb), Gordon 16, bynum 29

Toronto Raptors – Phonix Suns 92-110
TOR: Bargnani 26, DeRozan 14, Davis 11, Barbosa 15, Bayless 10
PHO: Frye 16, Carter 17, Gortat 17 (11 rimb), Warrick 12, Pietrus 14

Italian Job: Bargnani 26 punti (12/15 0/0, 2/5), 4 rimb, 1 ass, 1 rec, 3 per

Cleveland Cavaliers – New York Knicks 114-109
CLE: Jamison 28 (13 rimb), Hickson 24 (15 rimb), Parker 16, Sessions 22, Gee 11
NYK: Anthony 27, Stoudemire 31 (11 rimb), Fields 11, Billups 26

Miami Heat – Washington Wizards 121-113
MIA: James 25, Bosh 15, Wade 41, Chalmers 14
WAS: McGee 18, Young 38, Wall 24

Orlando Magic – Oklahoma City Thunder 111-88
ORL: Howard 40 (15 rimb), Richardson 17, Nelson 14, Arenas 16
OKC: Durant 23 (16 rimb), Westbrook 18, Harden 16, Cook 16, Cook 15

Minnesota Timberwolves – New Orleans Hornets 81-95
MIN: Love 11 (14 rimb), Johnson 22, Ridnour 22
NOH: Ariza 18, Okafor 10, Green 12, Paul 17, Jack 13

Italian Job: Belinelli 5 punti (2/5, 0/0, 1/2), 1 rimb

San Antonio Spurs – New Jersey Nets 106-96
SAS: Duncan 17, Blair 17, Ginobili 26, Parker 13 (10 ass), Hill 19
NJN: Humpries 12, Lopez 13, Williams 14 ( 12 ass), Morrow 25

Golden State Warrios – Atlanta Hawks 79-95
GSW: Lee 20 (10 rimb), Ellis 16
ATL: Smith 26, Horford 22 (13 rimb), Johnson 12

Los Angeles Lakers – Los Angeles Clippers 108-95
LAL: Gasol 22, Bynum 16 (11 rimb), Bryant 24, Brown 10
LAC: Griffin 22 (10 rimb), Hoye 24, Kaman 10

Portland Trail Blazers – Denver Nuggets 106-107
POR: Fernandez 18, Aldridge 24 (14 rimb), Matthews 16, Miller 18, Roy 18
DEN: Gallinari 30, Chandler 20, Nene 12 (11 rimb), Afflalo 19

Italian Job: Gallinari 30 punti (6/9, 1/5, 15/17), 9 rimb, 2 ass, 1 per, 1 stop

N.P.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B