Celtics corsari a Utah, bene Rose e Suns

Per la seconda volta nel giro di 48 ore Channing Frye (7 punti) si rende protagonista nel finale regalando la vittoria esterna ai suoi Suns e rovinando l’eccellente esordio casalingo di Deron Williams (13+18 assist); Suns sul +3 (93-96) a 8″ dallo scadere dei supplementari quando un’ingenuità di Nash (fallo su tiro da 3) manda in lunetta Anthony Morrow (22 punti), l’ex Warriors non trema e con un 3/3 a 2″ manda tutti all’overtime! Nel supplementare arrivo in volata con Lopez (28+10) che da il +2 (103-101) a 9″, ma ancora una volta Nash pesca Frye fuori dall’arco, tripla del sorpasso a 6″ per il 103-104, D-Will si prende l’ultimo tiro m il suo tentativo non troverà fortuna.

Derrick Rose e Luol Deng combinano 42 punti in due (21 a testa) nella vittoria a Washington; nei periodi centrali la franchigia dell’Illinois costruisce il break e con un 15-4 negli ultimi minuti del 3° quarto D-Rose & soci toccano il +24 (54-78). Male i Wizards che hanno tirato col 38% dal campo contro il 48% degli avversari.

Malgrado l’assenza di Danilo Gallinari (contusione piede destro), i Denver Nuggets superano gli Atlanta Hawks al Pepsi Center grazie alla spinta dei nuovi come Raymond Felton e Wilson Chandler (16 e 15 punti); ad inizio ultima frazione Al Horford (22+16) mette a segno il gancio del sorpasso Hawks (73-74), poi break di 8-0 Nuggets culminato con la solita tripla del solito J.R Smith (19 punti) che ha dato il +7 (81-74) a 7′ dal termine, vantaggio che gli ospiti non riusciranno a ricucire.

Un altro esordio rovinato in casa è stato quello di Devin Harris (19 punti) con gli Utah Jazz dove i Boston Celtics, grazie ai 25 punti di Ray Allen, hanno sbancato Salt Lake City; arrivo in volata con il punteggio che a 3’57” recita 94 pari, Glen Davis fa 1/2 dalla lunetta, Kirilenko sbaglia il layup e sul capovolgimento ecco l tripla di “He Got Game” che firma il +4 (94-98) a 3’16”. Harris accorcia dalla lunetta sul -2 (96-98), l’ex Nets ha anche tra le mani la tripla del sorpasso ma da suo errore verrà poi innescato Paul Pierce (21 punti) che a sua volta segnerà quella del +5 (96-101) a 1’56”, che risulterà decisiva ai fini della partita.

Infine i Sacramento Kings fanno loro in rimonta il derby della California contro i Los Angeles Clppers; nell’ultimo periodo Sacramento rimonta i 5 punti di svantaggio e con un break di 9-0 si porta sul 97-91 a 4’25”, i Clippers rispondo con due triple per il -1 (97-96) a 49″, Marcus Thornton (29 punti dalla panchina) non fallisce dalla lunetta per il nuovo +3 (100-97), poi L.A non troverà la via del canestro consentendo sempre dalla linea della carità di archiviare il match a favore dei Kings. Per Mo Williams esordio con 16 punti in 35′.

New Jersey Nets – Phoenix Suns 103-104 OT
NJN: Humphries 16 (15 rimb), Lopez 28 (10 rimb), Morrow 22, Williams 13 (18 ass), Outlaw 10
PHX: Lopez 14, Nash 10 (15 ass), Gortat 17, Dudley 10, Pietrus 13, Warrick 16

Washington Wizards – Chicago Bulls 77-105
WAS: Howard 10, Blatche 15 (11 rimb), Young 14, Wall 9 (10 ass)
CHI: Deng 21, Boozer 12 (10 rimb), Noah 9 (11 rimb), Rose 21, Korver 11

Denver Nuggets – Atlanta Hawks 100-90
DEN: Chandler 15, Martin 14 (11 rimb), Nene 13, Felton 16, Smith 19
ATL: Williams 13, Smith 10, Horford 21 (16 rimb), Johnson 22, Crawford 11

Italian Job: Gallinari DNP

Utah Jazz- Boston Celtics 102-107
UTA: Kirilenko 18, Millsap 17, Jefferson 28 (19 rimb), Harris 19
BOS: Pierce 21, Garnett 16 (14 rimb), Krstic 11, Allen 25, Rondo 18 (11 ass)

Sacramento Kings – Los Angeles Clippers 105-99
SAC: Casspi 15, Thompson 12, Dalembert 8 (10rimb), Udrih 19, Thorton 29
LAC: Griffin 17 (12 rimb), Foye 23, Williams 16, Kaman 12

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B