Jackson elogia Ron, l’sms di Rose a James!

Belle parole del coach 11 volte campione NBA verso la sua “pecora nera”, ecco cosa scrisse D-Rose a LBJ, Howard risponde ai rumors sul suo futuro con i Magic tentati dal richiamare un grande ritirato, Minnesota si libera di Curry che la spara grossa , Wade parla del suo adeguamento mentre i Mavs si prendono Brewer, i Celtics Pavlovic e Miami Bibby.

PARTITE DELLA NOTTE (2/3/11)

FOCUS: IL MEGLIO (?) AL MINIMO!

Incredibili e, sotto un certo punto di vista sconcertanti, le parole dette da coach Phil Jackson su Ron Artest (31 anni): “Devo dire che in questi ultimi tempi Artest sta giocano un pelo meglio di Kobe nel triangolo, anche perché Kobe ultimamente tende a prendersi più isolamenti ignorando di fatto le basi dei nostri schemi”. Dopo mesi di critiche, occhi al cielo chiedendosi cosa avesse fatto di male per averlo in squadra, il coach Zen elogia così la sua “pecora nera”, i Lakers sono in striscia positiva da 5 gare e Ron è riuscito, nella trasferta vinta all’overtime a Portland, a siglare il suo season-high a 23 punti. Fonti vicine a “Lakers World” dicono che Ron adesso si senta più tranquillo visto che prima della dead-line di febbraio il suo nome  (e quello del suo compagno Andrew Bynum) era stato accostato più volte vicino alla parola trade.

Orlando: Howard risponde ai rumors
Giusto ieri vi avevamo parlato di come i New Jersey Nets avessero indentificato in Dwight Howard (25 anni) la prossima stella da affiancare a Deron Williams (se rinnoverà), oggi “Superman” non usato giri di parole per descrivere la sua situazione ai Magic: “Orlando è il posto per me più attraente ora! Abbiamo una nuova arena, una franchigia super e siamo nelle prime top 4 della Eastern Conference, ripeto, in questo momento nessuna città mi attrae più” aggiungendo: “Mi sento il leader della squadra e il dominatore dell’area, ragiono come Michael (Jordan, ndr) e Kobe (Bryant, ndr) e tutti sanno cosa hanno vinto. Non importa se ci sono 2 o 5 stelle in squadra”. Intanto girano rumors che il GM Otis SMith avrebbe chiamato Rasheed Wallace (36 anni) per convincerlo a tornare!

Miami: Wade e il suo cambiamento
Rimanendo sempre in Florida, i Miami Heat restano saldamente la seconda forza ad Est anche se le ultime uscite (K.O in casa Vs New York) e i record contro i top-team (1-7) non hanno di certo strappato dei sorrisi, specialmente la poca evoluzione dell’attacco, gestito al 90% da quei due: LeBron James (26 anni) e il capitano Dwyane Wade (28 anni) che però ha dichiarato: “Sono sempre stato abituato ad avere la palla tra le mani il 100% dei possessi, adesso mi sto adeguando al nuovo sistema, è dura come ogni cosa che si toglie dalla propria vita”. Oh Dwyane, lo hai convinto tu quello la (LBJ, ndr) a venire a casa tua ad aiutarti a vincere…e non dimentichiamoci del volere di tuo figlio Zaire (amore spasmodico verso il “Choosen One“).

Chicago: l’sms di Rose a James!
Nella scorsa estate il nome di LeBron James era stato affiancato anche ai Chicago Bulls, a distanza di quasi un anno Derrick Rose (22 anni) ha rivelato ai media l’sms che mandò al “King” per convincerlo a venire nella “Windy City”, eccolo qua: “Ti sto solo colpendo fino ad uccidere tutte le voci che dicono che io non voglio giocare con te. Mi piacerebbe giocare con te. Voglio solo vincere“.

ALTRE NEWS
– Finalmente Mike Bibby (32 anni) è un giocatore dei Miami Heat.
– I Boston Celtics sono molto vicini all’acquisizione di  Sasha Pavlovic (27 anni).
– I Dallas Maverick hanno messo sotto contratto l’ala appena rilasciata dai New York Knicks Corey Brewer (24 anni).
– I Chicago Bulls potrebbero firmare già entro questo week-end la guardia Rasual Butler (30 anni)
– I Minnesota Timberwolves hanno rilasciato il centro Eddy Curry (28 anni) il quale ad amici ha rivelato che potrebbe finire ai Miami Heat.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B