Clamorosi Magic, Denver vola a Utah

Il derby della Florida 2010/11 si conclude con un pareggio (2-2) in quanto gli Orlando Magic hanno vinto in rimonta a Miami grazie ad un superbo secondo tempo, vani i 57 punti dei duo James-Wade (29 e 28 punti); Heat che all’intervallo vanno negli spogliatoi con un rassicurante +18 (63-45) con “Flash” già a quota 24 punti, dopo 3′ del 3° quarto il match sembra chiuso sul +20 casalingo (69-49) ma la coppia James-Wade va in blackout (solo 10 punti nella seconda parte di gara contro i 47 del 1° tempo) e sale in cattedra Jason Richardson (24 anni). I Magic piazzano un terrificante break di 18-2 nei primi 6′ dell’ultima frazione (iniziato con 3 triple consecutive con 2 di J-Rich) portandosi sul +7 (82-89) a 6’33” dalla fine, Wade ri-acende la speranza a 9″ con i tiri liberi del -1 (96-97), Redick glaciale per il nuovo +3 (96-99) a 8″. Miami per ben due volte ha la possibilità di pareggiare ma prima Bosh e poi LeBron non riusciranno a segnare. Tra l’altro è andato in scena anche l’esordio di Mike Bibby, per lui 3 punti in 19′.

I Denver Nuggets sembrano non aver sofferto per nulla la trade che gli ha privati di Carmelo Anthony, nella notte gli uomini di George Karl (vicino all’estensione di contratto) hanno sbancato l’EnergySolutions Arena di Sal Lake City; finale in volata con i Jazz sul -1 (98-99) a 32″ quando Aaron Afflalo (19 punti) piazza la tripla del +4 (98-102) a 11″, Raja Bell non riesce a replicare a Felton basterà un tiro libero per mandare i titoli di coda. Per i padroni di casa non sono serviti i 21 di Devin Harris, mentre per Denver si tratta della quinta vittoria su sei partite da quando melo è sbarcato nella Grande Mela.

Miami Heat – Orlando Magic 96-99
MIA: James 29, Bosh 13, Wade 28
ORL: Howard 14 (13 rimb), J.Richardson 24, Nelson 16, Anderson 15, Arenas 11

Utah Jazz – Denver Nuggets 101-103
UTA: Kirilenko 12, Millsap 10, Jefferson 19 (10 rimb), Harris 21, Miles 22
DEN: Martin 11, Nene 13, Afflalo 19, Lawson 23, Andersen 13

Italian Job: Gallinari DNP

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B