Cade ancora Boston, bene San Antonio

Tutte vittorie casalinghe quelle del venerdì note NBA.
Boston, dopo la sconfitta casalinga contro i Clippers, cade a Philadelphia, dove i padroni di casa con una brillante prestazione mandano in doppia cifra ben 5 uomini e nel finale del 4 quarto, sull’ 81 pari, un mini break di 4-0 targato Williams-Meeks risulterà decisivo.
Vincono anche gli Spurs che grazie al duo Parker-Ginobili (27+24) hanno la meglio su degli ottimi Kings che mandano in doppia cifra 7 uomini! Partita in parità sull’ 91 a 5 minuti dalla fine, qua un parziale di 9-2 targato Duncan-Ginobili manderà i titoli di coda all’ AT&T Center.
I Chicago Bulls di un superlativo Rose (34) asfaltano gli Hawks negli ultimi 2 periodi. Decisivo il 3 quarto dove Rose segna 18 dei suoi punti e Atlanta 2 punti nei primi 7 minuti di gioco.
Bene anche Oklahoma con Durant (24) e Harden (22) che rimontano degli ottimi Detroit Pistons (Privi di Bynum e Wallace). Squadra ospite sempre avanti nei primi 22’ di partita, ma sul 47-48, un mini break (8-2) dei Thunder targato Durant-Westbrook manderà la squadra di casa al riposo sul + 5 e che rientrati dagli spogliatoi continueranno sulla stessa linea chiudendo il 3 quarto avanti di 11 e la partita, amministrata agevolmente nell’ultimo periodo.
Vincono anche i Raptors di uno spento Bargnani (1/13 dal campo) contro i Pacers del solito Granger (25). Partita decisa nei primi 2 quarti grazie a Derozan e Barbosa (29) che porta i padroni di casa all’intervallo sul +14, divario che verrà gestito e mai colmato da Indiana.
A Minnesota, Kevin Love sempre più nella storia della Lega, dove firma la sua 53esima doppia-doppia consecutiva (24-12) e insieme all’ottimo Beasley (23) e all’apporto fondamentale dalla panchina di Flynn e Ellington riescono ad avere la meglio sui Jazz dei soli Evans e Hayward (14 – 18). A inizio 2 tempo Minnesota segna in 9 dei suoi 11 possessi mentre Utah perde palla 3 volte di seguito e manda a bersaglio 1 tiro libero su 6 e permette ai padroni di casa con un parziale di 20-5 di segnare definitivamente la partita.
Alla Time Warner Cable Arena di Charlotte i Bobcats la spuntano nell’ultimo periodo sui Blazers che in vantaggio di 4 punti (70-66) a 12’ dal termine, subiscono un parziale di 20-7 che a 5’ sembra chiudere i conti, ma i Blazers si riportano sull’ 88 pari a 2’ dalla fine la freddezza dal perimetro dei padroni di casa risulterà decisiva rispetto agli errori sottomisura degli ospiti.
Infine chiudiamo con i 2 Overtime della serata: il primo va in scena a New Jersey dove la squadra di casa reduce dalla doppia vittoria europea della scorsa settimana viene graziata da Blake Griffin che sul -1 a 1” dalla fine segnerà solo uno dei 2 tiri liberi, rimandando il tutto all’OT dove Lopez e Farmar (24+24) firmeranno la vittoria Nets.
Il 2 OT va in scena in California, con i Warriors vincenti sui Magic. Partita in equilibrio, vantaggio Golden State nell’ultimo minuto, Lee fa ½ dalla lunetta e vengono riacciuffati da BrotherHedo con una tripla a 8” dalla fine. Nel possesso successivo Howard ruberà palla ma finirà il tempo prima di poter tirare.
Supplementare molto combattuto che vede botta e risposta da 3 punti con Wright per i padroni di casa e Richardson per gli ospiti che sul -3 a 8” dalla fine sbagliano 4 tiri consecutivi per la gioia dei tifosi di casa.

Charlotte Bobcats – Portland Trail Blazers 97 – 92
CHA: Jackson 29 (10rimb), Henderson 12, Augustin 16, Cunningham 11, White 16
POR: Batum 13, Aldridge 15 (10 rimb), Matthews 20, Miller 15, Wallace 13

New Jersey Nets – Los Angeles Clippers 102 – 98 OT
NJN: Humphries 19 (20 rimb), Lopez 24, Farmar 24
LAC: Griffin 23, Foye 19, Kaman 23 (10 rimb)

Philadephia 76ers – Boston Celtics 89 – 86
PHI: Iguodala 13, Brand 14, Hawes 14, Meeks 12, Young 11
BOS: Pierce 11, Garnett 14, Krstic 16 (15 rimb), Rondo 12, Green 18

Toronto raptors – Indiana Pacers 108 – 98
TOR: Johnson 13, Davis 12 (13 rimb), Derozan 16, Calderon 13, Barbosa 29
IND: Granger 25, Hansbrough 20, George 10, Collison 13
Italian Job: Bargnani 8 ( 1/7; 0/6; 6/8) 5 rimb, 2 assist

Chicago Bulls – Atlanta Hawks 94 – 76
CHI: Deng 18, Rose 34,
ATL: Smith 15, Johnson 16, Hinrich 11, Crawford 14

Minnesota Timberwolves – Utah Jazz 122 – 101
MIN: Beasley 23, Love 24 (12 rimb), Milicic, Flynn, Ellington 13
UTA: Evans 14, Miles 15, Watson 19, Hayward 18

Oklahoma City Thunder – Detroit Pistons 104 – 94
OKC: Durant 24, Ibaka 16, Westbrook 13 (11 rimb), Collison 10, Harden 22
DET: Prince 15, Monroe 12 (10 rimb), McGrady 11, Hamilton 20, Stuckey 16

San Antonio Spurs – Sacramento Kings 108 – 103
SAS: Duncan 15 (10 rimb), Ginobili 24, Parker 27, Hill 14, Blair 14
SAC: Garcia 14, Cousins 10, Thornton 11, Thompson 12, Taylor 16, Jeter 15, Casspi 16

Golden State Warrios – Orlando Magic 123 – 120 OT
GSW: Wright 32, Lee 16, Ellis 39 (11 ass), Curry 22 (12 ass),
ORL: Turkoglu 24, Howard 13 (21 rimb), Richardson 30, Nelson 24, Arenas 10

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B