La paura di Bryant, Bosh già via?

Lo spavento ma poi il sollievo per la superstar dei Lakers dopo l’infortunio di stanotte, Jackson e Cuban proseguono la loro personale battaglia, Billups vicino al ritorno, Rumbis rischia il posto, rumors su Bosh via da Miami già questa estate!

LE PARTITE DELLA NOTTE (12/3/11)

Momenti di paura e panico stanotte all’American Airlines Center di Dallas per Kobe Bryant (32 anni) quando, a 2’05” dalla fine del 3° quarto Kobe è caduto male piegandosi letteralmente la caviglia sinistra! Il leader dei Lakers è uscito dal campo e in quegli attimi, narra lo stesso protagonista, la paura lo ha sopraffatto: “Seriamente, ho avuto paura che la mia stagione fosse finita, ho provato un dolore fortissimo e mi stavo rassegnando. Pregavo fortemente che non fosse una slogatura e che il piede si raddrizzasse”.
Ma si sa, i campioni vantano i privilegi della Dea della fortuna, dopo le cure Kobe ha camminato nello spogliatoio per testare l’entità del danno e alla fine si è trattata di una “normale” distorsione alla caviglia: “Ho camminato per lo spogliatoio per capire bene e alla fine ho tirato un gran sospiro di sollievo, ho capito che era una distorsione e mi son detto: “Ma si, posso giocare!”, Bryant ha chiuso con 16 punti e 6/20 dal campo ma, nonostante la prestazione condizionata dall’infortunio, i Los Angeles Lakers (47-20) hanno espugnato Dallas portandosi ad una mezza gara proprio dai Mavs (47-19) per il 2° posto nella Western Conference.
Ora però sorgono diversi quesiti ed il primo su tutti è se il “Black Mamba” riuscirà ad essere pronto per il match di lunedì in casa contro gli Orlando Magic, nel chiudere la sua conferenza stampa il #24 ha fatto capire che, malgrado il sollievo, c’è bisogno di riposo: “La caviglia la sento debole e io pure”.

Jackson-Cuban: la battaglia continua
Quella tra il coach dei Los Angeles Lakers Phil Jackson e l’owner dei Dallas Mavericks Mark Cuban è una guerra senza fine, soprattutto quando le due compagine si affrontano nel Texas; l’ultima volta fu Cuban a scoccare la freccia per primo dicendo che il coach Zen è un “Toy Boy” (per via della sua relazione con la figlia di Jerry Buss, owner dei Lakers, ndr), in quell’occasione i Mavericks vinsero 109-100.
Stavolta è toccato al coach 11 volte campione NBA attaccare per primo, tornando addirittura alle NBA Finals 2006 perse da Dallas contro Miami: “Credo che la boccaccia di Cuban sia stata determinante in quella sconfitta, quando vedi che a Wade vengono fischiati 25 falli a partita capisci che era intoccabile…e a tutto c’è un limite. Tutte le sue critiche al sistema arbitrale sono state fatali e ha pagato in quelle Finals”, Cuban non ha esitato a risponder anche se in toni pacati (onde evitare altre multe, ndr): “Ho già detto la mia in passato in merito a quelle Finals e non mi ripeterò”. C’è spazio anche per due risate quando a Jackson è stato chiesto se voleva fare l’amico di Cuban in una papabile partecipazione dell’owner dei Mavs in un programma con Charlie Sheen.

Miami: Bosh via a giugno?
Non prendiamoci in giro, Chris Bosh (26 anni) dei “Three Kings” è l’anello debole, troppe partite a vuoto, difesa che va e viene, i suoi isolamenti portano il più delle volte forzature o palle perse e, se non gliela mettono nella sua piastrella James e Wade, CB1 non vedrebbe il canestro. Questa serie di aspetti è arrivata pure al pubblico (dire tifosi è esagerato, ndr) di Miami che ultimamente lo ha beccato.
Riley ha investito molto su di lui e, se il titolo non dovesse arrivare già quest’anno, l’ex coach dei Lakers non si farebbe scrupoli a tagliare qualche testa e quella dell’ex Raptors pare essere quella in pole-position.

ALTRE NEWS
Chauncey Billups (34 anni) si è detto molto ottimista per il suo ritorno in campo stasera nel match che vedrà i Knicks impegnati contro gli Indiana Pacers, lo “Smooth Criminal” ha saltato 6 partite causa contusione ad un piede.
–  I Minnesota Timberwolves stanno affrontando l’ennesima stagione perdente, malgrado Mr.doppia-doppia Kevin Love (22 anni), rumors interni rivelano che coach Kurt Rumbis, dopo 2 stagioni, sia molto vicino al licenziamento, come suo sostituto si sta pensando a Kelvin Sampson.

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • AntiBosh

    facendo un’analisi costi-benefici, il gallinaccio Bosh è il giocatore più inutile della Lega. Pretende un casino e rende poco. Non solo, ma non è in alcun modo un leader, per cui anche costruire una squadra intorno a lui sarebbe follia e denaro sprecato. Bosh sarebbe un lusso anche se non esistesse il salary cap.
    A Miami ci sono 2 Big e un costosissimo rimorchio pagato a peso d’oro.