Vendette per Miami e Los Angeles

Dopo esser stati scherniti nel Texas, i Miami Heats si sono presi in gran stile la loro vendetta rifilando a loro volta 30 punti ai San Antonio Spurs, grazie anche agli 80 punti dei “Three Kings” che hanno visto nel top-scorer Chris Bosh (30+12 rimbalzi); dopo un primo quarto equilibrato (22-19), i padroni di casa hanno messo a segno la prima fuga con un parziale di 14-4 che li ha dato il +13 (40-27) a 5′ dall’intervallo lungo. San Antonio non è chirurgica da 3 come nel primo scontro (6/22, 27%) consentendo gli Heat di fare quello che amano: il contropiede, a mandare i titoli di codda ci pensa proprio CB1 che col suo jumper a 4’09” dalla fine del terzo periodo sigla il +19 (59-50).

Kobe Bryant è sceso in campo (16 punti in 30′) ed i Los Angeles Lakers si sono presi la loro rivincita contro gli Orlando Magic anche se il re della serata è stato Andrew Bynum (10+18); nell’ultima frazione la seconda linea di Phil Jackson ha confezionato un preziosissimo break di 14-3 portando i giallo-viola dal +5 di inizio frazione (71-66) al +16 (85-79).

I Boston Celtics cadono a sorpresa in quel di New Jersey sotto i colpi di Deron Williams (16 punti) e Brook Lopez (20 punti); dopo esser partiti col piede giusto (14-23), i verdi si sono fatti rimontare nel 2° quarto tenendo solo 2 punti di vantaggio (36-38), la svolta arriva nel finale 3° periodo con i padroni di casa che trovano nell’ultimo minuto e mezzo un break di 7-0 chiuso con l tripla di Sundiata Gaines sulla sirena, da -1 (60-61) a +6 (67-61). Celtics che arriveranno anche sul -2 (81-79) a 3′ dalla fine ma un 5-0 firmato Williams-Lopez gelerà la partita.

A Washington Kevin Durant segna 32 punti nel comodo successo (all’intervallo già sul +21, 47-68) dei suoi Thunder, ma la notizia è l’esordio stagionale in maglia Oklahoma CIty di Kendrick Perkins: per lui 6 punti e 9 rimbalzi in 19′.

Grazie ai 45 punti e 22 assist del duo Lawson-Felton (23+10 & 22+12) i Denver Nuggets espugnano New Orleans del solo Chris Paul (27+10 assist); la partita si decide nei periodo centrali dove i Nuggets prima sono scappati via all’intervallo (45-58) e poi hanno chiuso i conti nel 3° quarto toccando il +19 sul 75-94. In quei due periodi Denver ha segnato 35 e 36 punti.

Unica vittoria di misura della notte ce la regalano gli Houston Rockets di Kevin Martin (23 punti) sui Phoenix Suns (ancora senza Nash); a 15″ dal termine Gortat schiaccia per il -1 (94-93), a 10″ Budinger va in lunetta ma fa 1/2, ultima chance per la vittoria se la prende Dudley ma il suo tentativo non troverà fortuna.

E’ servito un supplementare e una doppia-doppia da 30 punti e 17 rimbalzi di Al Jefferson per dare la vittoria agli Utah Jazz sui Sixers; l’overtime ce lo firma C.J Miles col layup del 103-103 a 9″, poi Iguodala mancherà l’appuntamento col buzzer-beater. Nell’extra-time vive l’equilibrio fino al jumper di Jefferson che a 42″ da il +3 (110-107), Iguodala si prende ancora le responsabilità dei 76ers ma sbaglia la tripla del pareggio, dalla lunetta chiuderà la partita Kirilenko.

Career-high per Marcus Thornton (42 punti) che ha trascinato alla vittoria i Sacramento Kings contro i Golden State Warriors; si decide tutto nel 1° quarto grazie ad un terrificante break casalingo di 19-0 che ha subito annichilito i Warriors (19-3), i Kings hanno chiuso la prima frazione avanti di 16 (35-20) tirando col 63% dal campo.

New Jersey Nets – Boston Celtics 88-79
NJN: Humphries 16 (15 rimb), Lopez 20, Morrow 15, Williams 16, Outlaw 12
BOS: Garnett 18, llen 19, Davis 16 (14 rimb)

Washington Wizards – Oklahoma City Thunder 89-116
WAS: Booker 14 (13 rimb), McGee 14, Young 11, Wall 14, Crawford 12, Serapin 12
OKC: Durant 32, Ibaka 10, Westbrook 18 (12 ass), Harden 16, Cook 18

Miami El Heat – San Antonio Los Spurs 110-80
MIA: James 21, Bosh 30 (12 rimb), Wade 29, Chalmers 11
SAS: Duncan 14, McDyess 10, Ginobili 12, Parker 18

New Orleans Hornets – Denver Nuggets 103-114
NOH: Ariza 10, Paul 27 (10 ass), Green 18
DEN: Chandler 21, Martin 10, Nene 9 (13 rimb), Lawson 23 (10 ass), Felton 22 (12 ass), Smith 18

Italian Job: Belinelli (NOH) 9 pt (0/2, 3/8 da 3), 1 rimb, 1 ass, 1 persa / Gallinari (DEN) DNP

Houston Rockets – Phoenix Suns 95-93
HOU: Budinger 15, Hayes 21, Martin 23, Lowry 18, Hill 12
PHX: Hill 11, Carter 21, Gortat 12, Dowdell 11, Childress 15

Utah Jazz – Philadelphia 76ers 112-107 OT
UTA: Kirilenko 16, Favors 11, Jefferson 30 (17 rimb), Miles 19, Harris 19
PHI: Iguodala 23, Brand 19, Hawes 8 810 rimb), Meeks 17, Young 10, Williams 22

Sacramento Kings – Golden State Warriors 129-119
SAC: Garcia 13, Cousins 15, Dalembert 27 (16 rimb), Thornton 42, Head 10
GSW: Wright 18, Ellis 15, Curry 19, Udoh 10, Williams 10, Radmanovic 16, Thornton 23

Los Angeles Lakers – Orlando Magic 97-84
LAL: Gasol 23, Bynum 10 (18 rimb), Bryant 16, Fisher 15, Odom 16
ORL: Turkoglu 12, Anderson 13, Howard 22 (15 rimb), J.Richardson 11, Nelson 13

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B