Colpo Boston, bene Heat e Spurs

Serata particolare in quel di LA, nel sabato note NBA. Prima del match un uomo armato con un coltello da macellaio è riuscito ad entrare nello Staples Centre e inseguito da 25 addetti alla sicurezza è scappato sull’arena di gioco, tenendo chiuso l’impianto a pubblico e giocatori per 20 minuti, finchè l’intervento della polizia non lo ha definitivamente bloccato. Il General Manager dello Staples, Lee Zeidman ha reso noto che nessuno ha capito il motivo di questo gesto.
Passando al match, Griffin entra nella storia, con 22.2 punti e 12.2 rimbalzi a partita diventa il primo rookie dal 99-00 (ultimo Elton Brand dei Bulls) ad avere queste fantastiche medie. Ad inizio 4 quarto Cavaliers rimontano fino a -2 ma 3 jumpshot di Smith (2) e Bledsoe manderanno i titoli di coda in California.

Ottima vittoria esterna per i Celtics degli scatenati Allen e Davis a New Orleans con un comunque ottimo Belinelli (23) ma un imbarazzante CP4 (0-9 DAL CAMPO!!). Partita vinta grazie all’apporto fondamentale dei soli 3 uomini in panchina (Davis, West e Green) che confezzionano 39 punti a fronte dei 6 della panchina della franchigia dell’Alabama.

Bene i soliti Spurs (privi di Duncan) aiutati anche loro dalla panchina che manda in doppia cifra ben 4 uomini mentre il solo Ginobili (11) lo farà partendo dal quintetto base. Uomini di Popovich schiantano i Bobcats nei primi 3 quarti grazie anche a 17 triple messe a segno, per nell’ultimo periodo amministreranno lasciando strada agli ospiti che renderanno il passivo meno pesante.

I soliti James e Wade (33+32) battono i Nuggets dei soli Smith (27 punti) e Gallinari (23 punti). Nei primi 2 tempi meglio Miami che va all’intervallo lungo sul +9. Nel secondo tempo, riemerge bene Denver ma gli Heat riusciranno sempre a tenere il pallino del gioco nelle loro mani.

A Memphis, Indiana non scende in campo nei primi 2 quarti, all’intervallo il tabellone recita + 17 (58-41) per i padroni di casa che nei 2 secondi quarti amministreranno agevolmente il match.

Buona anche la vittoria al Rose Garden per I Blazers che vanno all’intervallo già forti di un buon vantaggio (+8), ma i 76ers torneranno a -3 (92-89) a 9’ dalla fine a cui i padroni di casa risponderanno con un break di 9-0 che metterà in ghiaccio il match.

Los Angeles Clippers – Cleveland Cavaliers 100 – 92
LAC: Griffin 30, Gordon 29, Williams 11Smith 12
CLE: Samuels 17, Hickson 28, Sessions 18, Gibson 10

Miami Heat – Denver Nuggets 103 – 98
MIA: James 33, Wade 32, Bosh 18 (11 rimb), Bibby 14
DEN: Chandler 12, Nene 10, Gallinari 23, Lawson 16, Smith 27

Italian Job: Gallinari 23 (3/6, 2/6, 11/12) 2 rimb 2 ass

Memphis Grizzlies – Indiana Pacers 99 – 78
MEM: Randolph 17 (10 rimb), Gasol 10, Allen 19 (11 rimb), Conley 17
IND: Granger 17, Hansbrough 14, Collison 17

New Orleans Honets – Boston Celtics 85 – 89
NOH: Ariza 10, West 32, Okafor 10, Belinelli 23
BOS: Garnett 12, Allen 20, Green 10, Davis 20

Italian Job: Belinelli 23 (3/5, 5/8, 2/2) 2 rimb

San Antonio Spurs – Charlotte Bobcats 109 – 98
SAS: Ginobili 11, Bonner 10, Hill 12, Neal 15, Novak 19
CHA: Diaw 16, Henderson 19, White 13, Thomas 10, Livingstone 10

Portland Trail Blazers – Philadelphia 76ers 110 – 101
POR: Batum 16, Wallace 25, Aldridge 18, Matthews 28
PHI: Brand 10, Meeks 17, Nocioni 10, Williams 24, Young 19

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B