Rose inarrestabile, Knicks ancora K.O.

Non trova ostacoli la marcia dei Chicago Bulls verso il primo posto nella Eastern Conference, neanche a Milwaukee, dove i Bucks dilapidano un vantaggio di 11 lunghezze quasi alla fine del terzo quarto, per poi sopperire al dominio assoluto di Derrick Rose (superbo anche questa notte 30 punti+17 assist). Ai Bucks non sono bastate le scorribande offensive di Brandon Jennings (25 punti) e Carlos Delfino (23 punti).

Alla Philips Arena di Atlanta, gli Hawks del duo Smith-Horford (22+23 punti) vincono abbastanza agevolmente contro i New Jersey Nets privi di Derron Williams. A metà primo quarto Atlanta è già avanti 19-2, per poi concludere il primo parziale avanti di 17 lunghezze (32-15). I Nets successivamente non sono riusciti a recuperare la gara, e sono arrivati solamente al 48’ a meno 11, (risultato finale 98-87).

Non bastano i 36 punti di Carmelo Anthony, ad evitare la sesta sconfitta consecutiva ai New York Knicks in casa dei Charlotte Bobcats, i quali hanno giocato una gran partita di squadra riuscendo a portare ben 8 giocatori in doppia cifra. Decisiva la terza frazione di gioco dove i Bobcats hanno concluso il parziale 34-20.

Anche a Detroit, dove i Pistons affrontavano gli Indiana Pacers è stato decisivo a favore dei padroni di casa il terzo quarto (29-18). Ultima frazione in controllo per Rip Hamilton (23 punti) e compagni. Per Indiana non sono bastati i 19 punti di Brandon Rush.

Vittoria a Salt Lake City per i Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki (19 punti) e Jason Terry (22 punti), contro degli Utah Jazz arrendevoli solamente nell’ultimo quarto. Gara abbastanza equilibrata per tre quarti e mezzo, quando appunto i Mavs a metà periodo piazzano il parziale decisivo (26-9), al quale non hanno saputo rispondere i Jazz di un Al Jefferson da 21 punti.

In chiusura di serata, arriva sul campo dei Los Angeles Clippers la sconfitta numero 53 dei Toronto Raptors (senza il nostro Andrea Bargnani) ai quali non basta la doppia-doppia del giovane Ed Davis (21 punti+18 rimbalzi). Per i Clippers è arrivata la solita prestazione super di Blake Griffin (22 punti+16 rimbalzi). Finale al thrilling, dove il risultato è stato in bilico fino all’ultimo istante: sul +1 Raptors a 2’ dalla fine, prima Griffin con una schiacciata (strano!) e poi Eric Gordon con una tripla danno il +4 ai Clippers, quando mancano 20”, DeRozan segna il Lay-up del -2, ma Williams nel finale non trema dalla lunetta e congela il match chiudendolo sul (94-90).

Atanta Hawks – New Jersey Nets 98-87
ATL: Smith 22, Horford 23 (12 rimb), Johnson 12, Hinrich 11, Crawford 18
NJN: Morrow 25, Humphries 12, Vujacic 13

Charlotte Bobcats – New York Knicks 114-106
CHA: Jackson 19, Diaw 20, Brown 11, Henderson 13, Augustin 13, Carrol 10, Livingston 13, Cunningham 10
NYK: Anthony 36, Stoudemire 14, Billups 14 (10 ass), Fields 16, Williams 10

Detroit Pistons – Indiana Pacers 100-88
DET: Prince 13, Hamilton 23, Stuckey 16, Villanueva 13
IND: Granger 14, Hansbrough 16, Rush 19

Milwaukee Bucks – Chicago Bulls 87-95
MIL: Delfino 23, Mbah a Moute 10, Salmons 25, Jennings 13
CHI: Rose 30 (17 ass), Boozer 14 (11 rimb), Noah 12 (11 rimb), Brewer 10

Utah Jazz – Dallas Mavericks 77-94
UTA: Miles 16, Millsap 15, Jefferson 21
DAL: Marion 13, Nowitzki, Chandler 10, Terry 22

Los Angeles Clippers – Toronto Raptors 94-90
LAC: Griffin 22 (16 rimb), Kaman 17 (17 rimb), Gordon 17, Foye 14
TOR: Johnson 14, Davis 21 (11 rimb), Calderon 16, Barbosa 14

Italian Job: Bargnani DNP

N.P.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B