UK-UConn 55-56

Kemba Walker e la sua UConn vanno in finale dopo una partita tiratissima che hanno pure rischiato di perdere negli ultimi 15”, esce a testa alta Kentucky.

Kentucky Wildcats [4] – Connecticut Huskies [3] 55-56 (21-31)

Wildcats: Knight 14, Jones 11, Harrellson 6, Miller 4, Liggins 4, Lamb 13, Vargas.
All. Calipari

Huskies: Walker 18, Lamb 12, Oriakhi 8, Smith 6, Olander 2, Okwandu 4, Napier 4, Coomb-McDaniel 2, Giffey.
All. Calhoun

Top performance:
Rimbalzi: Jones 15 (4 off, UK)
Assist: Walker 7 (UConn)
Recuperi: Jones 5 (UK)
Palle perse: Walker 4 (UConn)
Stoppate: Walker 2 (UConn)

MVP: Kemba Walker (UConn) 18 punti (5/10, 1/5, 5/6), 6 rimbalzi (1 off), 7 assist, 2 recuperi, 4 perse

Cronaca:
Eccoci alla seconda semifinale, quella che vede Kentucky contro il “Kemba Show”, proprio il #15 prima regala il +3 (5-8) in contropiede solitario poi perde una palla banale a metà-campo per il layup di Terrence Jones del 10-8 dopo i primi 5’ di gioco.
La partita vive sui binari dell’equilibrio, condizionata da diversi turnover (UConn 5) e dalla continua ricerca di punti nel pitturato, addirittura 0 tiri da 3 presi dagli Huskies nei primi 10’ contro i 7 (1/7) degli avversari.
Dopo il time-out chiamato da coach Calipari per sollecitare i suoi Wildcats a difendere meglio, Kemba Walker piazza un personale break di 6-0 e, con l’appoggio di Coombs-McDaniel, UConn segna parziale di 10-0 per il +7 (12-19) a 8’17” dall’intervallo.

A 6’39” Alex Oriakhi segna in entrata col fallo ma nel ricadere si infortuna ed esce dal campo, ma la sua assenza sotto i ferri non sembra farsi sentire visto i 18 catturati dai suoi compagni contro i 12 dei blu.
A 2’25” bella giocata difensiva di Walker che ruba palla a Brandon Knight mandando Roscoe Smith a schiacciare il +8 (19-27), Kentucky è in “rottura prolungata” in attacco da più di 3’ e a -3’18” altro assist di Kemba per il layup di Jeremy Lamb che segna il massimo vantaggio UConn sul 19-29!
La forbice tra le due franchigie non si allargherà e manderà gli uomini di Calhoun negli spogliatoi avanti di 10.

Qualche numero: salta all’occhio le percentuali di tiro che vedono un buon 53% (14/26) per gli Huskies contro un desolante 28% (9/32) con la maggior parte dei tiri presi su iniziative personali e quindi con molte forzature, specie da 3 (2/12).
Walker ci ha regalato qualche fiammata (9 punti e 5 assist) ma nel complessivo gioca più per la squadra, dall’altra parte il top-scorer è Terrence Jones con 9 punti e 6 rimbalzi.

Kentucky apre il secondo tempo con una difesa attenta e con la specialità della casa mandando a bersaglio 2 triple consecutive con Knight e Miller, UConn è nel pallone e un gioco da 3 punti (non concretizzato) di Josh Harrellson firma il break di 8-0 per il -2 UK (29-31) dopo 4’ di gioco.
Gli Huskies sembrano essere ancora negli spogliatoio e la persa banale di Smith ha fatto pure arrabbiare Walker costringendo al 2° time-out in 5’ coach Calhoun.
All’ennesimo attacco buttato via (9 perse!) da Connecticut Kentucky ha trovato il sorpasso con l’ennesima tripla (4^ della frazione) per il 35-33, sorpasso durato poco in quanto Kemba si è rimesso a lavoro e con 5 punti consecutivi (14 per lui) a riportato avanti i suoi sul 37-38, ma la partita è tornata i n perfetto equilibrio.
Quando sul tabellone luminoso del Reliant Stadium di Houston mancano 10’ il punteggio recita 42-44 UConn con la sfida delineata: il tiro da 3 di UK contro il talento di K-Walker che a 7’35” esce per il fade-away del 46-48.

Partita tirata ed emozionante tanto che 5’ dalla sirena sempre lui, Kemba, castiga in entrata i Wildcats per il +4 (48-52) a 4’13”, Wildcats che prima del canestro di Walker avevano avuto diverse chance per pareggiare a quota 50.
Uk sembra essere tornata in “RP” in quanto non vede più il fondo della retina da 4’, tutti buoni tiri ma o troppo lunghi o sul primo ferro.
A 2’26” Shabazz Napier colpisce per il +6 (48-54), Walker forza troppo e dopo l’ultima forzatura ecco la bomba di DeAndre Liggins e Kentucky è a -3 (51-54) a 62” dalla sirena con 2 tiri liberi a disposizione sempre per il #34 di UK, 1/2 e -2 (52-54) a 41”.

Napier perde banalmente palla e Kentucky riesce a chiamare il time-out avendo così l’ultimo tiro con 16” sul cronometro; UK va per la vittoria con Knight che da 3…NON VA! Napier va in lunetta con 2” dalla fine, mette il 1°, mette anche il 2° e adesso ci sono 4 punti tra le due squadre, Knight segna da 3 sulla sirena ma il biglietto per la finale lo strappa Kemba!

Francescom. Bertoli

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B