Gallo vince a L.A, ok Boston e Miami

A San Antonio George Hill segna 16 dei suoi 29 punti nel primo quarto portando gli Spurs avanti di 15 (35-20) dopo la prima sirena contro i Suns privi di Nash (influenza), dopo 2′ del secondo quarto con un gioco da 3 punti di Matt Bonner gli speroni toccano il +21 (43-22) e congelano di fatto l’incontro e fermando la striscia negativa di 6 partite.

Allo Steaples Center va in scena la “Green Night” e anche un entusiasmante duello nel 1° tempo tra Kobe Bryant (28 punti) e Danilo Gallinari (22 punti con 5/11 dalla lunetta), alla fine trionferanno i Nuggets di Raymond Felton che segnerà tutti i suoi 16 punti nel 2° tempo; a 4’20” Denver piazza un break di 9-0 con Felton protagonista, sua la tripla che ha iniziato il parziale che ha dato il +8 (83-91) con 2′ da giocare. Nel finale gli arbitri lasciano giocare (anche troppo) ed L.A arriva sul -2 con la tripla di Odom a 15″ dalla sirena, Nene va in lunetta, mette il primo e sull’errore del secondo sbuca Kenyon Martin per il decisivo tap-in del +5 (90-95)-

Continua la battaglia per il 2° posto ad Est tra Boston e Miami, vincenti entrambe nella notte; i verdi di Rivers hanni superato i Detroit Pistons grazie ad un break di 13-0 nel terzo quarto che ha portato Pierce (22 punti) & Co. sul +16 (80-64). Per Miami invece è servito il solo primo quarto (18-32) con LeBron James a segnare 15 dei suoi 31 punti finali.

Il trio Anthony-Stoudemire-Billups chiude con 76 punti a referto (25, 28 e 23 punti) e aiutano i Knicks a battere finalmente i Cleveland Cavaliers in stagione.

Bella vittoria dei Toronto Raptors (sempre privi di Bargnani) contro gli Orlando Magic di Dwight Howard (31 punti); canadesi sul +2 (97-95) a 1’35”, Nelson perde palla, Barbosa tira sbaglia ma a rimbalzo ecco spuntare Jerryd Bayless (23 punti) che prende il rimbalzo offensivo e subisce fallo a 24″. L’ex Blazers fa 2/2 e da il +4, Nelson sbaglierà da 3 a a Bayless basterà un libero per chiudere i giochi a 13″.

La terza vittoria in trasferta stagionale dei Washington Wizards funge da doccia gelata per i Charlotte Bobcats (privi di Jackson); strepitoso John Wall che segna 11 dei suoi 18 punti nel 3° quarto aiutando i suoi a scappare sul +18 (49-67) a 5′ dalla sirena, da sottolineare anche le sole 2 perse e il 60% dal campo per i capitolini nella terza frazione.

Adesso Charlotte è ancora a 2 gare da Indiana, sconfitta a New Orelans sotto i colpi di Chris Paul e Trevor Ariza (18 e 19 punti).

Tyreke Evans torna a fare la differenza (24+10 assist) nella vittoria casalinga dei suoi Kings contro i Jazz;a decidere il match un break di 16-2 nei 5′ finali del primo quarto per il 24-15, poi Sacramento continuerà s spinger sull’acceleratore e toccherà il +20 sul 41-21 a metà 2° quarto.

Vittoria in rimonta per gli Houston Rockets del soliti Kevin Martin (35 punti) contro gli Hawks; all’intervallo i texani sono sotto 54-63 ma a 1’48” il tabellone recita 81-81, nell’ultima frazione si arriva a 15″ sul +1 Rockets (110-109), Martin non trema dalla lunetta per il +3 e Teague sbaglierà la tripla del pareggio.

Chiudiamo con la terza sconfitta consecutiva per i Dallas Mavericks, caduti al Rose Garden di Portland contro i Blazers; padroni di casa sempre in controllo ed avanti ma ospiti che non mollano la presa, a 2’20” Dirk Nowitzki (16 punti con 5/12 dal campo) segna il layup del -11 (76-65) poi Fernandez da via ad un parziale di 9-0 che ha dato il +20 sull’85-65.

San Antonio Spurs – Phoenix Suns 114-97
SAS: Jefferson 12, Hill 29, Bonner 16 (11 rimb), Neal 15
PHX: Hill 11, Frye 14, Gortat 10, Dudley 12 (10 rimb), Brooks 14, Carter 12, Lopez 10

Los Angeles Lakers – Denver Nuggets 90-95
LAL: Gasol 16 (11 rimb), Bynum 8 (16 rimb), Bryant 28, Odom 17
DEN: Gallinari 22, Martin 18, Nene 12, Felton 16

Italian Job: Gallinari 22 pt (4/7, 3/6, 5/11), 7 rimb (1 off), 3 ass, 3 rec, 2 perse

Boston Celtics – Detroit Pistons 101-90
BOS: Pierce 22, Garnett 23, Allen 13, Rondo 4 (14 ass), West 10, Davis 11
DET: Prince 16, Monroe 11, Hamilton 14, Bynum 20, Villanueva 15

Charlotte Bobcats – Washington Wizards 91-97
CHA: Diaw 13, Henderson 13, Augustin 21, Carroll 26
WAS: Evans 11, Blatche 25 (17 rimb), McGee 15, Crawford 23, Wall 18

New Jersey Nets – Miami Heat 94-108
NJN: Vujacic 12, Lopez 16, Williams 18 (12 ass), Outlaw 17, Farmar 13
MIA: James 31 (11 rimb), Bosh 16, Dampier 10 (14 rimb), Wade 18, Jones 10, Ilgauskas 11

New York Knicks – Cleveland Cavaliers 123-107
NYK: Anthony 25, Stoudemire 28, Billups 23, Douglas 11, Walker 13
CLE: Gee 11, Hickson 23, Davis 22, Parker 11, Sessions 10

Toronto Raptors – Orlando Magic 102-98
TOR: J.Johnson 11, DeRozan 24, Bayless 23, Evans 4 (17 rimb), Barbosa 14, Weems 11
ORL: Turkoglu 11 Bass 13, Howard 31, J.Richardson 13, Nelson 21

Italian Job: Bargnani DNP

Sacramento Kings – Utah Jazz 106-97
SAC: Garcia 17, Cousins 17, Thornton 15, Evans 24 (10 ass), Jackson 11, Udrih 12
UTA: Millsap 21, Jefferson 111, Hayward 19, Weaver 19

Houston Rockets – Atlanta Hawks 114-109
HOU: Budinger 11, Scola 15, Hayes 19 (12 rimb), Martin 35, Lowry 17
ATL: Williams 11, Smith 21 (11 rimb), Horford 14, Johnson 25, Crawford 15, Teague 10

New Orleans Hornets – Indiana Pacers 108-96
NOH: Ariza 19, Landry 18, Okafor 14 (17 rimb), Paul 18, Jack 11
IND: Granger 15, Hibbert 10, Collison 10, Dunleavy 15, Price 12

Italian Job: Belinelli 9 pt (3/4, 1/5 da 3), 2 ass

Portland Trail Blazers – Dallas Mavericks 104-96
POR: Wallace 19, Aldridge 18, Matthews 16, Miller 10, Batm 15, Fernandez 11
DAL: Marion 19, Nowitzki 16, Beaubois 18, Barea 12

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B