James azionista dei Reds, Irving c’è!

La stella degli Heat diventa azionista del club della Premier League, il PG di Duke è pronto per il grande salto e ringrazia coach K, Roy si sente meglio, Howard sospeso per il 18° tecnico, Chandler si lamenta a Dallas e qualche problemino per Iverson.

LE PARTITE DELLA NOTTE (6/4/11)

LeBron James (26 anni) stanotte ha chiuso con 29 punti a referto nel brutto K.O interno dei suoi Heat contro i Milwaukee Bucks ma la notizia che sta tenendo banco è quella che riguarda la sua “nuova” posizione; il “Choosen One” infatti è diventato azionista del Liverpool! La notizia è stata proprio declamata dal diretto interessato alle pagine del “Sun“,dicendo: “Hanno vinto 18 titoli, spero di poterne vincere anche io così tanti”, con l’arrivo di James i Reds prendono sempre più una conformazione “Made in USA” essendo che la proprietà attuale è composta dalla Fenway Sports Group.
James ha sempre dichiarato che il suo scopo era quello di emulare Michael Jordan diventando un’icona globale dello sport e questo è già un piccolo passo,  non è un caso che nella suo cartone animato da breve in onda, “The LeBrons” (qui il canale YouTube dove vedere), lui non dia voce al LeBron atleta ma a Biz ovvero il LeBron business-man.

Draft 2011: Irving ci sarà!
Dopo neanche un anno con la maglia di Duke Kyrie Irving (19 anni) ha deciso che è già arrivata l’ora di fare il grane passo dichiarandosi al prossimo Draft ecco le sue parole: “E’ stato un onore e una grand esperienza quella di essere stato allenato da Coach K, mi ha insegnato molto sia dentro che fuori dal campo e con Duke ho vissuto una bella annata. Mi sento pronto per l’NBA e ho ricevuto l’appoggio di compagni, coach e amici” a confermare la sua volontà ha parlato pure coach Mike Krzyzewski: “Sono dalla sua parte e in questi mesi cercheremo di lavorare al meglio per prepararlo all’NBA. Sono molto felice per lui, quest’anno si è comportato davvero bene e ha le potenzialità per fare bene anche tra i Pro”, per molti il #1 di Duke sarà la futura prima scelta, in questa stagione (sopo averne saltate 2 per un infortunio al piede, ndr) ha viaggiato a 17.1 punti e 4.3 assist, peccato che Duke si sia fermata alle Sweet 16 per colpa di Arizona.

Portland: Roy sta tornando
Brandon Roy (26 anni), dopo la doppia operazione alle ginocchia, è tornato prim del previsto e ha mantenuto le promesse fatte come quella di allenarsi meno e di avere un minutaggio contenuto: nelle ultime 21 partite disputate B-Roy ha una media di 8.2 punti, 2.2 rimbalzi, 2.0 assist in 20′ di impiego e adesso si sente pronto per tornare a dare il suo apporto: “Fisicamente mi sento davvero bene adesso si tratta di ritrovare fiducia in alcuni movimenti e per farlo devo avere più minuti. Capisco che visto da cosa vengo il coach e lo staff medico vogliono andarci piano ma stiamo entrando nei Playoffs e voglio tornare a dare il mio contributo”.

Iverson: Lamborghini sequestrata ma niente multa/sanzione
In quel di Atlanta, qualche notte fa, ad Allen Iverson (34 anni) è stata sequestrata (poi rilasciata il giorno dopo, ndr) una delle sue Lamborghini in quanto il suo autista aveva infranto una regola del codice stradale; A.I era molto arrabbiato tanto che quando il poliziotto lo ha avvisato del sequestro provvisorio della sua macchina, il giocatore del Besiktas ha riposto: “Ah si? La prenda pure, ne ho altre 10!”. Il giorno dopo Iverson si è recato al distretto di polizia portando le sue scuse in merito al suo comportamento, qualche autografo, qualche foto e alla domanda sul suo ritorno in campo ha strizzato l’occhio. All’ex Nuggets non è stata affibbiata nessuna multa o sanzione in quanto era passeggero.

ALTRE NEWS
– Nella notte Dwight Howard (25 anni) si è visto fischiare il 18° fallo tecnico stagione, quindi altra gara di sospensione per lui!
– Malumori in casa Mavericks, il centro Tyson Chandler (28 anni) ha dichiarato: “Molti dei miei compagni in campo non si parlano, non c’è comunicazione specialmente in difesa”
Ben Wallace (36 anni) potrebbe ritirasi già fine di questa stagione.

F.M.B

 

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B