Sorpasso Mavericks, James e Miami #2!

Per 24 ore i Dallas Mavericks scavalcano i Los Angeles Lakers al 2° posto nella Western Conference; nella notte Dirk Nowiztki e Jason Terry (21 punti a testa) hanno espugnato il Toyota Center nel derby texano contro i Rockets dove è servito però un supplementare; Terry ha avuto 2 liberi per dare la vittoria a 1″ ma il 6° uomo ha fatto solo 1/2, nel supplementare i Mavs sono partiti con un parziale di 8-3 andando sul +5 (94-89) a 52″ dalla fine.
Adesso Mark Cuban deve sperare nel colpaccio a Hollywood degli acerrimi nemici, i San Antonio Spurs, per poter superare definitivamente i Lakers. Ai Mavericks è rimasta solo una partita da giocare mentre i Lakers, oltre gli Spurs, avranno ancora un match.

LeBron James vede gli Hawks e si scatena, 34 punti e 10 rimbalzi per il “Choosen One” che ha trascinato gli Heat ad una preziosa vittoria;Nel primo tempo il trio di Miami segna 49 dei 62 punti poi, dopo un parziali di 16-9 Atlanta torna in partita e impatta nel 4° periodo a quota 88 pari con 3’28” da giocare, ma ecco il protagonista che non ti aspetti, break personale di 7-0 firmato da James Jones, subentrato all’espulso Ilgauskas, +7 Heat (88-95) a 2’41” e vittoria Miami.

A fa sorridere ancor di più i “Three Kings” sono stati i Washington Wizards che hanno battuto al supplementare i Boston Celtics (privi del quintetto base), consegnando di fatto il 2° posto della Eastern Conference nelle mani degli uomini di coach Spoelstra; a potare la partita all’extra time è stato Jordan Crawford (19 punti) col jumper a 5″ poi Arroyo perderà palla. Nell’overtime è ancora Crawford che mette a segno la tripla del +3 (95-92) a 38″, Jermaine O’Neal accorcia, Crawford sbaglia e a 7″ i Celtics hanno la palla della vittoria. Arroyo vuole farsi perdonare ma il suo jumper non va.

D.J Augustin (19 punti) segna il fade-away sulla sirena regalando la vittoria ai suoi Bobcats a New Jersey malgrado la tripla di Vujacic aveva dato il pareggio sul 103-103 a 10″.

Dwight Howard (19+13) torna e fa la differenza nella vittoria a Philadelphia (senza Iguodala)dei suoi Magic; nel 3° quarto (un classico della stagione dei 76ers) i padroni di casa hanno un calo e da -3 (47-50) si ritrovano sotto di 14 (62-76) ad inizio 4° periodo.

Grazie all’apporto della panchina (59 punti) i Cleveland Cavaliers superano i Pistons a Detroit dove è stata vana la super prestazione di Rodney Stuckey (29+14 assist).

I Milwaukee Bucks vincono in rimonta contro Toronto grazie ad un break di 15-0 che ha portato Jennings (21 punti) e compagni da -6 (77-71) a +9 (77-86) a 3′ dalla fine.

Gioca bene Marco Belinelli (13 punti) ma non è stato sufficiente ai suoi Hornets per vincere contro gli Uta Jazz del duo Harris-Miles (18 punti a testa); Jazz che hanno preso il comando della gara nel 1° quarto (21-29) e hanno mantenuto il vantaggio fino alla fine.

Vittoria numero 50 in stagione per i Denver Nuggets che hanno passeggiato contro i Warriors privi di Ellis (infortunato nell’ultimo match), per Karl ben 9 uomini in doppia-cifra a referto (Smith top-scorer con 22 punti).

Altro supplementare andato in scena a Phoenix tra Suns e T-Wolves; Beasley (26 punti) segna a 8″ il jumper del 121 pari, poi Dudley e Hill non troveranno il canestro della vittoria. Nell’overtime un break di 8-0 (tripla di Frye e Dudley) a 2′ dalla fine ha dato il +7 (131-124).

Chiudiamo con la premiata ditta Durant-Westbrook che confeziona 62 punti (32 e 30 punti) nella vittoria Thunder a Sacramento contro i Kings.

Atlanta Hawks – Miami Heat 90-98
ATL: Williams 11, Smith 17, Johnson 10, Crawford 13, Teague 10
MIA: James 34 (10 rimb), Bosh 15, Wade 21, Bibby 10

New Jersey Nets – Charlotte Bobcats 103-105
NJN: Lopez 31, Vujacic 19, Farmar 20, Wright 10
CHA: Cunningham 21, Diaw 20, Brown 11, Henderson 14, Augustin 19 (11 ass)

Philadelphia 76ers – Orlando Magic 85-95
PHI: Brand 22, Holiday 15 (11 ass), Nocioni 13
ORL: Howard 19 (13 rimb), J.Richardson 12, Nelson 19, Anderson 18 (14 rimb)

Washington Wizards – Boston Celtics 95-94 OT
WAS: Blatche 16, McGee 13, Crawford 17, Wall 24, Yi 6 (10 rimb)
BOS: Green 20 (15 rimb), Davis 20, O’Neal 15 (13 rimb), Wafer 11, West 11

Detroit Pistons – Cleveland Cavaliers 101-110
DET: Monroe 10 (10 rimb), Wilcox 16, Hamilton 13, Stuckey 29 (14 ass), Maxiell 4 (14 rimb)
CLE: Gee 16, Hickson 20 (11 rimb), Gibson 17, Sessions 17, Hollins 12, Eyenga 13

Milwaukee Bucks – Toronto Raptors 93-86
MIL: Gooden 19 (11 rimb), Salmons 24, Jennings 21
TOR: J.Johnson 12, Dorsey 10 (20 rimb), Davis 15 (11 rimb), DeRozan 17, Bayless 20

Italian Job: Bargnani DNP

New Orleans Hornets – Utah Jazz 78-90
NOH: Belinelli 13, Paul 15, Green 12, Smith 12
UTA: Miles 18, Millsap 16, Hayward 14, Harris 18

Italian Job: Belinelli 13 pt (4/6, 1/2, 2/2), 1 ass, 3 perse

Houston Rockets – Dallas Mavericks 91-98 OT
HOU: Hayes 10 (12 rimb), Martin 28, Dragic 15 (10 rimb), Lee 12, Miller 12
DAL: Marion 21, Nowitzki 23 (12 rimb), Terry 21

Denver Nuggets – Golden State Warriors 134-111
DEN: Afflalo 10, Martin 14, Nene 12, Forbes 15, Lawson 14, Felton 15 (10 ass), Andersen 14 (12 rimb), Smith 22
GSW: Wright 27, Lee 10, Williams 17, Curry 27

Italian Job: Gallinari DNP

Phoenix Suns – Minnesota Timberwolves 135-127 OT
PHX: Hill 21, Frye 33, Gortat 17, Dudley 26, Nash 8 (16 ass), Warrick 11
MIN: Beasley 26, Tolliver 22 (10 rimb), Johnson 14, Ridnour 21, Eandolph 24 (10 rimb)

Sacramento Kings – Oklahoma City Thunder 112-120
SAC: Garcia 11, Cousins 30, Thornton 21, Udrih 21, Thompson 16
OKC: Durant 32, Ibaka 14, Westbrook 30, Harden 12, Mohammed 10

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA.
Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12.

Nickname: F.M.B