Difensore dell’anno: Dwight HOWARD!

Per il terzo anno consecutivo il centro degli Orlando Magic Dwigh Howard (25 anni) si è aggiudicato il premio di “Defensive Player of The Year“; lo spilungone nativo di Atlanta ha avuto una stagione da 14.1 rimbalzi e 2.3 stoppate, distruggendo la concorrenza (se mai c’è stata, ndr). Molti hanno storto il naso di fronte all’ennesima vittoria del #12 dei Magic, infatti nella Lega vi sono difensori notevoli che danno un contributo diverso da stoppate sceniche e rimbalzi, ma pur sempre efficace: Glen Davis (25 anni) numero 1 degli sfondamenti subiti, Tabo Sefolosha (26 anni) dei Thunder, quel mattacchione di Ron Aretst (31 anni) o anche il veterano Tim Duncan (34 anni) colonna portante della difesa di Popovich.
E’ evidente e chiaro come la luce del sole che per “Superman” si tratta di un premio di consolazione donatogli dall’NBA visto che il vero obiettivo era l’MVP dove, tra l’altro, è stato un forte contendente a quello che molto probabilmente sarà il vincitore, Derrick Rose (22 anni), ecco le dichiarazioni di Dwight: “Significa molto per me perché mi piace giocare in difesa e dare il mio contributo ogni sera, inoltre conferma i miei miglioramenti. Terza volta consecutiva eh…ringrazio Dio per avermi dato queste doti fisiche e fatto si che io le sfruttassi al meglio” poi chiude: “Adesso dobbiamo giocare duro e recuperare contro Atlanta, loro in Gara1 ci hanno dato una severa lezione e dobbiamo risollevarci, per farlo dobbiamo partire proprio dalla difesa”.
Howard entra nella storia in quanto, da quando è stato introdotto il D.O.Y stagione 1982/83, nessuno lo aveva mai vinto per 3 volte consecutive e adesso, nell’albo d’oro, il lungo di coach Van Gundy è da solo alle spalle di Ben Wallace e Dikembe Mutombo, entrambi a quota 4 trionfi.

La premiazione

F.M.B

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B