Upset Hawks, chiude Kobe, Dallas corsara

Alla Philips Arena di Atlanta gli Hawks non hanno tremato e hanno buttato fuori dai Playoffs gli Orlando Magic, in un’altra partita tirata; padroni di casa che aprono il quarto periodo con un break di 6-2 per il +11(68-57) ma i Magic, grazie ad Howard (25+15 rimbalzi, non si arrendono e a 34″ il layup di Jameer Nelson sigla il -1 (82-81). Marvin Williams va per la tripla spezza gambe, la sbaglia ma ecco sbucare a rimbalzo Joe Johnson il quale ri-apre Crawford che subisce fallo da Arenas. L’ex Knicks fa 2/2 per il +3 a 8″ dal termine, Orlando avrà ben 2 chance per pareggiare ma ne Redick e ne J-Rich le sfrutteranno. Atlanta quindi ci regala il primo upset della post-season e lo hanno fatto “rubando in casa de ladro”, infatti in Gara6 le aquile hanno strappato più rimbalzi con ben 38 e 14 offensivi.

Stavolta niente rimonta epica per Brandon Roy (9 punti in 29′) e i suoi Blazers, caduti in casa e sconfitti 4-2 nella serie contro i Dallas Maverick; dopo un primo quarto chiuso sopra di 8 per Portland (27-19) e con Dallas che tirava 8/30 dal campo, i texani hanno iniziato a giocare chiudendo un 2° quarto da 16-33 e avanti 43-52. La svolta del match arriva a 6’18” dalla sirena del 3à periodo, i Mavs (avanti 52-59) piazzano un break di 10-1portandosi sul +16 (53-69 con il tap-in di Chandler. Questa volta gli uomini di coach Carlisle non si sono fatti prendere dal panico e hanno amministrato il vantaggio fino alla fine. Dopo un primo quarto da 26% dal campo, Nowitzki (33+11 rimbalzi) & Co. hanno aggiustato la mira chiudendo con il 50%.

A New Orleans si teneva un close-out game e il record di Phil Jackson è di 27-7 in queste situazioni, record che stanotte è diventato 28-7 grazie all’ottima prestazione dei suoi; nel terzo periodo una schiacciata di Marco Belinelli (11 punti) ha dato il -2 agli Hornets sul 40-42 poi però Pau Gasol si è messo in proprio segnando 6 dei 10 punti di break (12-2) per il +14 Lakers (42-54) a 4’19” della fine della frazione. A chiudere la pratica è stato un break di 9-0 sempre giallo viola ma dalle seconde linee ad inizio quarto periodo per il +19 (59-78). Kobe Bryant vince il duello con Chris Paul chiudendo con 24 punti contro i 10 (4/9 dal campo) dell’avversario ma, anche in questa gara, il fattore rimbalzi è stato determinante: 43 (14 offensivi) per i Lakers, 30 (7 offensivi) per gli Hornets, che comunque escono a testa alta. PLAYOFF 2011: 1 TURNO

Eastern Conference

Atlanta Hawks – Orlando Magic 84-81 [ATL W 4-2]
ATL: Horford 10 (12 rimb), Johnson 23 (10 rimb), Hinrich 11, Crawford 19
ORL: Turkoglu 15, Howard 25 (15 rimb), Nelson 11

Western Conference

Portland Trail Blazers – Dallas Mavericks 96-103 [DAL W 4-2]
POR: Wallace 32 (12 rimb), Aldridge 24 (10 rimb), Matthews 19
DAL: Marion 16, Nowitzki 33 (11 rimb), Terry 22

New Orleans Hornets – Los Angeles Lakers 80-98 [LAL W 4-2]
NOH: Ariza 12, Landry 19, Belinelli 11, Paul 10 (11 ass)
LAL: Gasol 16, Bynum 18 (12 rimb), Bryant 24, Odom 14

Italian Job: Belinelli 11 pt (3/9, 1/3, 2/2), 1 rimb, 2 ass

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B