Heat-Celtics 99-90

I Miami Heat confermano il fattore campo in gara1 grazie ad un’ottima prestazione del duo James-Wade con l’apporto di un cecchino come James Jones; per i Celtics troppi errori ed ingenuità da parte dei “Big Three”, specialmente da parte di Pierce.

LE PARTITE DELLA NOTTE (1/5/11)

Miami Heat – Boston Celtics 99-90 (20-14; 51-36; 76-62) [MIA 1-0]

Heat: James 22, Bosh 7 (12 rimb), Ilgauskas, Wade 38, Bibby 3, Anthony 2, Jones 25, Chalmers 2, Miller, House e, Howard ne, Magloire ne
All. Spoelstra

Celtics: Pierce 19, Garnett 6, J.O’Neal 9, Allen 25, Rondo 8, Davis 4, West 10, Krstic, Green 9, Arroyo ne, Murphy ne, Wafer ne.
All. Rivers:

Top performance:
Rimbalzi: Bosh 12 (2 off, MIA)
Assist: Rondo 7 (BOS)
Recuperi: Wade 3 (MIA)
Palle perse: Rondo 5 (BOS)
Stoppate: James 2 (MIA)

Mvp: Dwyane Wade (MIA) 37 punti (12/16, 2/5, 8/9), 1 rimbalzo, 5 assist, 3 recuperi, 2 perse, 2 stoppate

Cronaca:
Nei primi 6’ di gioco ritmi elevati con LeBron James protagonista di una chase-down su Rondo e vittima di due falli (2 abbracci mentre era lanciato da solo in contropiede) da parte dello stesso RR e da Garnett, ritmi elevati ma tanti e troppi errori dal campo (tiri e palle perse), il tabellone luminoso dice 6-6! Più che una partita sembra un 1 vs 1 tra Wade (13 punti e 5/7) e Allen (8 punti 3/5), loro tutte le iniziative offensive delle due compagini.
Il primo quarto si chiude sul 20-14 col layup sulla sirena di Chalmers, le statistiche al tiro la dicono lunga: 7/19 per Miami e 5/20 per Boston con gli Heat che hanno già 13 punti da Wade (5/7 dal campo).

Il secondo quarto si apre con una brutta notizia per coach RIvers, 3° fallo di Rajon Rondo, entra Delonte West e con lui le seconde linee dei Celtics faticano molto facendo scappare gli Heat con 2 triple consecutive firmate da James Jones per il +13 Miami (29-16) dopo 3’. Tutto questo con James e Wade in panchina.
A metà periodo I “Big Three” iniziano ad entrare in partita: break di 7-0 per il -4 (32-28). Ma la difesa continua a raddoppiare e a lasciare uomini liberi sul perimetro, gli Heat reagiscono con le triple spezza gambe di LBJ e Jones (4/5 da 3!) per il +10 (38-28) a 3’35”. Ancora LeBron protagonista con stoppata su Davis e assist per Wade per il +14 (44-30) a 2’07”, parziale di 12-2! Il primo tempo si chiude sul +15 grazie al fade-away di tabella di uno scatenato Wade (23 punti!).

Un po’ di numeri: Dwyane Wade è il top-scorer con 23 punti e 9/11 dal campo, James per la squadra (10+5+3) mentre ancora non palpabile l’apporto di Bosh (2 punti con 1/6). Per i Celtics, oltre ai 3 falli di Rondo, spiccano i 13 di Ray Allen (5/8 dal campo), l’unico dei “Big Three” presente visto i 6 punti della coppia Pierce-Garnett con un complessivo di 3/8, il quintetto base di Boston ha totalizzato 21 punti.

Pronti via ed infrazione dei 24” da parte dei Celtics, fade-away forzatissimo dall’angolo di LeBron e jumper dal gomito di Bosh per il +19 (55-36), dopo 1’45” di gioco! Miami però conferma i suoi problemi nel gestire i vantaggi con attacchi scriteriati e i Celtics piazzano un contro-parziale di 12-0 con 7 punti di “The Truth”, -7 (55-48) con 7’20” da giocare.
A 2’30” Jermaine O’Neal commette un flagrant (discutibile) su Jones, 2/2 del #22 che fa partire un break di 9-0 Heat con i liberi del “Choosen One” (salito a quota 20 punti) per il +18 (76-58) a 40”. I padroni di casa chiuderanno sul 76-62 il 3° quarto.

Nell’ultima frazione il nervosismo prende il sopravvento su Paul Pierce che prima va duramente faccia-a-faccia su Jones dopo un fallo di quest’ultimo, risultato della faccenda: doppio tecnico. Poi segna 4 punti e infine si fa espellere per un diverbio con Wade, doppio-tecnico e “P-Square” che lascia il campo. A 5’57” James sbaglia il jumper, rimbalzo offensivo di un generoso Anthony, apertura per la tripla di “Flash” che gela i Celtics mandandoli a -16 (90-74)!
Ray Allen non molla, segna 2 triple (5/7) consecutive e da -16 i Celtics tornano sul -8 (90-82) a 4’18” facendo tremare tutta l’American Ailines Arena.
A scacciare i fantasmi ci pensa…Chris Bosh, suo jumper dall’angolo per il +10, James scippa Rondo dal palleggio, lancia (due mani petto dalla sua area) Wade che da solo segna il layup del +12 (94-82) che chiude di fatto gara1. Da sottolineare il tuffo sulla folla di Wade nel cercare di recuperare una palla persa, rischiando anche di farsi fale.

I “Three Kings” chiudono con 67 punti contro i 50 dei “Big Three”, la differenza è arrivata soprattutto dalla panchina dove i verdi hanno avuto appena 23 punti mentre quella di Spoelstra ha chiuso con 32 punti, ma 25 dei quali provengono dal chirurgico James Jones.

Francescom. Bertoli

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B