Boston accorcia, vantaggio Grizzlies

Continua il Magic Moment dei Memphis Grizzlies che dopo aver eliminato gli Spurs rischiano di tagliare fuori dalla corsa al titolo anche gli OKC, la squadra rivelazione di questa stagione.
Al FedEX forum di Memphis, complice anche la giovane età dei due roster si parte subito con ritmi sfrenati e senza interruzioni tanto che salta anche il time out pubblicitario dei 6 minuti, tornando alla partita sembra di giocare ad un videogioco con la difficoltà “campione”. Il ritmo è altissimo ma le percentuali non aiutano a far decollare l’incontro, il primo quarto è Durant vs Memphis, con il prodotto di Texas che realizza 9 dei 20 punti dei suoi, Z-Bo rimane stranamente qualche minuto di troppo in panca con Haddadi che si prende qualche soddisfazione realizzando 6 punti; la seconda frazione vede l’allungo dei Thunder che guidati dal solito Westrbrook (23+12+6) chiudono la prima parte di gara sul +8 con il punteggio di 43-51. Il terzo quarto segue la falsariga del 2° con i Thunder che attaccano solo con KD e Westbrook e spingono i Grizzlies sul -15 a 12’ dalla fine. Nell’ultima frazione l’attacco di Oklahoma si inceppa e Memphis ne approfitta riuscendo a rimontare grazie alle scorribande offensive dei propri atleti; a 50” dalla sirena finale la situazione è di perfetta parità a quota 86; da quel momento non si segna più, tutte e due le squadre hanno la possibilità di vincere ma sia Durant a 8” dallo scadere che Randolph sulla sirena vanno corti col tiro da fuori ed è quindi overtime. Nel tempo supplementare l’inerzia della gara è ormai girata dalla parte di Memphis e grazie all’aiuto del rumorosissimo pubblico di casa torna a difendere come contro gli Spurs concedendo solo 3 canestri a KD e company, il risultato finale è 101 a 93 con Zach Randolph che sembra immarcabile chiudendo con 21 punti aggiunti a 21 rimbalzi.

Al TD Garden di Boston va in scena la partita più attesa di questi PO, di importanza vitale per i Celtics che può segnare la caduta o la ripresa del sogno NBA biancoverde. Si vede subito che per gli Heat non sarà una passeggiata come in gara 1 e 2, i Celtics non ci pensano neanche a perdere in modo indecoroso anche in casa e il 1° quarto fa vedere subito come gira la partita: questa volta il tiro pesante di Pierce (27+5+5) vede il canestro e il parziale si chiude con i Verdi avanti di 6 sul 21-26; nel secondo parziale sembra di essere tornati all’Arena con Miami che scherza Boston recuperando il ritardo e passando in vantaggio alla fine del 1° tempo con il punteggio di 46-44. Il 2° tempo è di dominio assoluto dei Celtics che lasciano LBJ(15+7+ 5 stoppate) e resto della squadra al palo concedendo solo 35 punti alla squadra della florida, questa volta il tiro da 3 non entra e chiudono con un quasi imbarazzante 5 su 23 dai 7,25 metri. La chiave dell’incontro è stata la difficoltà di Crish Bosh a contrastare un Kevin Garnett (28+18) in grande spolvero come non lo si vedeva da mesi, il terzo quarto si conclude con i Celtics avanti di 11 sul 61-72. Nell’ultimo quarto si ci attenderebbe una partita al sangue per i Heat che invece non riescono a scalfire la difesa Bostoniana, Wade (23+6+7) da solo non ce la fa e senza l’aiuto di Bosh (6 punti) chiuso da Garnett, mentre James litiga con il canestro (6/16). Ma l’ultimo parziale è quasi da antologia per Rajon Rondo: uscito ad inizio 3° quarto dopo una brutta iperestensione al gomito a seguito d’un contatto con Wade il play, novello Willis Reed, rientra tra la sorpresa di compagni e tifosi, dando una scintilla ai suoi compagni e caricando tutto il palazzetto! Sull’onda dell’entusiasmo i celtici allungano ancora di 5 punti e chiudono la partita con qualche minuto di anticipo, risultato finale Boston 97 Miami 81.

PLAYOFFS 2011. SEMIFINALI DI CONFERENCE

Western Conference

Memphis Grizzlies – Oklahoma City Thunder 101-93 OT [MEM 2-1]
MEM: Randoph 21 (21 rimb), Gasol 16, Allen 10. Conley 18, Mayo 18
OKC: Durant 22 (12 rimb), Ibaka 14, Westbrook 23 (12 ass), Harden 12

Eastern Conference

Boston Celtics – Miami Heat 97-81 [MIA 2-1]
BOS: Pierce 27, Garnett 28 (18 rimb), Allen 15, West 11
MIA: James 15, Wade 23, Anthony 12, Chalmers 17

S.B.

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B

  • MFVenturini

    EROICO RONDOO!!!!