Thunder-Grizzlies 105-90

Grazie alla tripla-doppia di Russel Westbrook e alla solita super prestazione di Kevin Durant (39 punti), gli Oklahoma City Thunder vincono Gara7 e accedono alla finale della Western Conference. Per gli ospiti 17 punti e 10 rimbalzi per un falloso Zach Randolph.

PLAYOFFS 2011: SEMIFINALI DI CONFERENCE

PLAYOFFS 2011: FINALI DI CONFERENCE

Oklahoma City Thunder – Memphis Grizzlies 105-90 (21-17; 42-34; 72-58) [OKC W 4-3]

Thunder: Durant 39, Ibaka 2, Perkins 4, Sefolosha 4, Westbrook 14 (10 rimb, 14 ass), Collison 8 (12 rimb), Harden 17, Mohammed 6, Maynor 3, Cook, Ivey 3, Robinson 5
All. Brooks

Grizzlies: Mayo 14, Randolph 17 (10 rimb), Gasol 12, Allen 7, Conley 18, Battier 4, Arthur 5, Young 4, Vasquez 5, Haddadi 2, Powe 2, Smith ne.
All. Hollins:

Top performance:
Rimbalzi: Collison 12 (4 off, OKC)
Assist: Westbrook 14 (OKC)
Recuperi: Harden 4 (OKC)
Palle perse: Westbrook 5 (OKC)
Stoppate: Durant 3 (OKC)

Mvp: Kevin Durant (OKC) 39 punti (9/16, 4/9, 9/9), 9 rimbalzi (1 off), 2 assist, 3 perse, 3 stoppate

Cronaca:
Oklahoma City Arena, va in scena gara 7 della semifinale della western conference e si vede, davanti al palazzo dello sport tutto esaurito le squadre si fronteggiano con più paura di perdere che voglia di vincere e questo non giova allo spettacolo soprattutto nella prima frazione di gara.

Primo quarto.
Entrambe le squadre commettono molti errori sia di gestione palla che nei tiri tentati, l primo quarto va vanti su questo canovaccio con le squadre che tirano male superando a malapena il 30% complice la giovane età e la poca esperienza a questi livelli di gioco da playoff, i big attesi sono un po’ in ombra con Z-bo che non entra in partita e Kevin Durant che si sveglia solo negli ultimi 120” del periodo chiuso con 8 punti ma con molti errori al tiro. Primo quarto che si chiude con il punteggio di 21-17 a favore dei Thunder.

Secondo quarto.
La seconda frazione è un po più attiva, Z-bo mattatore delle partite disputate dai Memphis nei playoff fino ad ora esce di scena non lasciando il segno marcato strettissimo prima da Ibaka poi a rotazione da Nazr e Nick Collison che lo limitano in modo superbo, proprio Collison da il la al decollo dei thunder con delle stoppate proprio sul malcapitato Randolph. Inizia a svegliarsi anche KD che assistito da un ottimo Russel Westbrook realizza 10 punti con 4 su 4 al tiro con 2 triple, triple che mancano all’attacco di Memphis che a fine partita chiuderà con il 33% scarso da dietro l’arco.

Terzo quarto.
E’è il quarto che spacca la partita, Durant torna a essere il mattatore dell’ attacco di Oklahoma realizzando altri 11 punti, punti che attivano anche il pubblico bello carico dopo l’intervallo e spengono le speranze de Grizzlies, l’attacco di Memphis è in confusione e si besa soprattutto sulle penetrazioni e tiri di di Mike Conley, Z-Bo è l’ultimo a mollare e ci crede ancora e realizza metà del suo bottino personale proprio nella terza frazione della partita. Sulla sirena da segnalare la bomba da oltre 9 metri di James Harden che fa pendere l’asticella definitivamente dalla parte di OKC sul punteggio di 72-58

Quarto quarto.
L’ultima frazione è un tira e molla fra le due squadre, con Oklahoma che a tratti cerca di riposare facendo rientrare i Grizzlies ma che prontamente con le accelerazioni di Duranti ritornano immediatamente a 10-15 punti di ritardo, Durant arrotonda il suo score portandolo fino a 39 punti realizzati e 9 carambole raccolte, Westbrook realizza la sua prima tripla doppia ai play off con 14 punti,14 assist e 10 rimbalzi di cui 6 offensivi e fondamentali nel momento topico della gara. Gli ultimi 3 minuti sono garbage time dove c’è spazio anche per il poco utilizzato Nate Robinson che mette 5 punti in 2 minuti in campo.

La partita si chiude con il punteggio di 105-90 per i Thunder che volano per la prima volta nella loro storia in finale di conference dove fra meno di 48 ore sfideranno i Dallas Mavericks per giocarsi l’acceso alle finals NBA.

Stefano Bei

S.Bei

Sono di Rieti e ho una passione viscerale per il college basketball. Il mio giocatore preferito è Doug McDermott, non seguo particolarmente le vicende dei top team ma mi piace scovare giocatori promettenti nelle cosidette Mid-Major perchè a trovare il fenomeno a Kentucky, Duke o Louisville sono capaci tutti…il bello è trovarli dove non guarda nessuno! Nickname: Ste